Lessicografia della Crusca in rete

1) Dizion. 5° Ed. .
ASSICELLA.
Apri Voce completa

pag.779


Vedi le altre Edizioni del Vocabolario
Dizion. 3 ° Ed.
Dizion. 1 ° Ed.
Dizion. 2 ° Ed.
Dizion. 4 ° Ed.
Dizion. 5 ° Ed.
ASSICELLA.
Definiz: Diminut. di Asse, nel significato di Tavola. Piccola asse. –
Esempio: Cresc. Agric. volg. 530: Si tenga un'assicella nel mezzo, avente un chiovo ritorto.
Esempio: Galil. Op. fis. mat. 2, 52: Potrebbe per avventura ricorrere alcuno al dire, che bagnandosi l'assicella d'ebano anche nella superficie superiore, ella fusse ec.
Esempio: Tagl. Lett. scient. 34: Se le corde fossero ugualmente tese.... sopra una semplice assicella di legno,.... si farebbono sentire ec.
Esempio: Maff. Stor. diplom. 72: Gli antichi legno assolutamente dissero le tabelle in cui si scrivea, perchè non carta erano, ma assicelle.