Lessicografia della Crusca in rete

1) Dizion. 4° Ed. .
FAVILLUZZA
Apri Voce completa

pag.418


Vedi le altre Edizioni del Vocabolario
Dizion. 2 ° Ed.
Dizion. 3 ° Ed.
Dizion. 4 ° Ed.
Dizion. 1 ° Ed.
Dizion. 5 ° Ed.
FAVILLUZZA.
Definiz: Dim. di Favilla. Lat. scintillula. Gr. σπινθηρίδιον.
Esempio: Bocc. nov. 8. 7. Pure avendo in se, quantunque avaro fosse, alcuna favilluzza di gentilezza, con parole assai amichevoli, e con lieto viso il ricevette (quì: qualche poco.)
Esempio: Lab. 217. Molti ad aiutarne una sola favilluzza non erano sufficienti.
Esempio: Bemb. Asol. 2. Nel cui rozzo petto intanto ogni favilluzza d'amoroso pensiero spenta sia.
Esempio: Red. Vip. 1. 52. Ha qualche residuo di moto, e per così dire, qualche favilluzza di vita.