Lessicografia della Crusca in rete

1) Dizion. 2° Ed. .
RANNODARE.
Apri Voce completa

pag.667


Vedi le altre Edizioni del Vocabolario
Dizion. 2 ° Ed.
Dizion. 1 ° Ed.
Dizion. 4 ° Ed.
Dizion. 3 ° Ed.
RANNODARE.
Definiz: Rifare il nodo. Qui riunirsi, ricongiugnersi. Lat. se se colligere.
Esempio: G. V. 9. 305. 4. Più di quattro volte fu rotta l'una parte, e l'altra, rannodandosi, e tornando alla battaglia, a modo di torniamento.
Esempio: E G. V. lib. 11. 133. 7. E parte di loro si rannodano con la schiera di Mess. Ciupo degli Scolari.
Esempio: E G. V. lib. 7. 27. 6. Temendo che la gente di Curradino non si rannodasse, o nuovo guato non uscisse fuori.
Esempio: M. V. 11. 50. La prima schiera de' Fiorentini fu ributtata, per difetto degli Ungheri, due volte, ma rannodati ruppon la prima schiera de' Pisani.
Definiz: ¶ Il Morg. se ne servì nel proprio significato.
Esempio: Morg. Rassetta i remi, e la vela rannoda.