Lessicografia della Crusca in rete

1) Dizion. 4° Ed. .
IGNAVO
Apri Voce completa

pag.711


Vedi le altre Edizioni del Vocabolario
Dizion. 4 ° Ed.
» IGNAVO
Dizion. 5 ° Ed.
IGNAVO.
Definiz: V. L. Add. Dappoco. Lat. iners. Gr. ἀργός.
Esempio: Bemb. lett. 2. 4. Temo, non sia il mio silenzio piuttosto ignavo, e negligente, che ragionevole estimato.
Esempio: E Bemb. stor. 6. 73. Quello, che gli scrittori Oceano chiamarono, non essere di vana, ed ignava grandezza.
Esempio: Ar. Fur. 38. 46. Questi, o sien Nubj, o sien Arabi ignavi ec.
Esempio: Fir. dial. bell. donn. 397. Dione scrittor Greco nobilissimo, facendo quella bella orazione in lode loro (de' capelli) pose tra gli uomini ignavi, e da poco coloro, che co' calamistri, ferri atti ad intrecciarli, non attendevano alla loro cura.