Lessicografia della Crusca in rete

1) Dizion. 4° Ed. .
SGARBATO
Apri Voce completa

pag.513


Vedi le altre Edizioni del Vocabolario
Dizion. 2 ° Ed.
Dizion. 4 ° Ed.
Dizion. 3 ° Ed.
SGARBATO.
Definiz: Add. Senza garbo, Svenevole. Lat. inelegans, inconcinnus, inurbanus, rudis. Gr. ἀπειρόκαλος.
Esempio: Fir. dial. bell. donn. 380. Se ne veggono tutto il dì molte di loro tanto sgarbate ec.
Esempio: E Fir. dial. bell. donn. 406. Che a me par pure la più sgarbata cosa del mondo.
Esempio: Lasc. Streg. prol. Nè in lei saranno ec. quelle recognizioni deboli, e sgarbate, che in molte molte volte si sono vedute.