Lessicografia della Crusca in rete

1) Dizion. 2° Ed. .
PROVVEDERE
Apri Voce completa

pag.645


Vedi le altre Edizioni del Vocabolario
Dizion. 1 ° Ed.
Dizion. 2 ° Ed.
Dizion. 3 ° Ed.
Dizion. 4 ° Ed.
PROVVEDERE.
Definiz: Procacciare, trovare quello, ch'è di bisogno. Lat. parare, comparare.
Esempio: Petr. canz. 19. 4. Al mio imperfetto, alla fortuna avversa Questo rimedio provvedesse il Cielo.
Esempio: Bocc. nov. 7. 3. Senza essere d'alcuna cosa provveduto.
Esempio: E Bocc. appresso. Provvedette coloro, che venuti v'erano, e licenziolli.
Esempio: Passav. 64. Provvedendo del suo avere a' poveri, e agl'infermi.
Esempio: Nov. ant. 76. 2. Piacciavi, Signore, di mandare a Pisa al Siniscalco vostro, che mi provveggia.
Esempio: Dan. Par. 28. Così fec'io, poichè mi provvide La donna mia del suo risponder chiaro.
Esempio: E Dan. Par. cant. 10. Del cui Latino Agostin si provvide.
Esempio: Com. Par. 4. Va alla piazza, e cerca d'alcuno, che ti sia guida, e conducati in quelle contrade, e tu lo provvederai della sua fatica [cioè soddisfarai]
Esempio: Bocc. nov. 99. 3. Seco propose di voler personalmente vedere, ec. per poter meglio provvedersi.
Definiz: ¶ Per aver l'occhio, rimediare. L. providere, prospicere, consulere.
Esempio: Petr. canz. 19. 4. Ben provvide Natura al nostro stato, Quando dell'alpi schermo Pose tra noi.
Esempio: Dan. Purgat. 6. E qui provvegga, Mentre è di qua la donna di Brabante.
Esempio: Petr. Son. 88. Ristretto in guisa d'huom, che aspetta guerra, Che si provvede, e i passi intorno serra.
Definiz: ¶ In vece di prevedere, antivedere. Lat. praevidere.
Esempio: N. ant. 13. 1. A un Re nacque un figliuolo, li savi Astrologi provvidero, che se egli non istesse anni dieci, ec.
Esempio: Tes. Br. 1. 9. Si sovvegna delle cose andate, sguardi le presenti, e provvegga quelle, che sono a venire
Esempio: Dan. Par. c. 8. Se non vincesse il provveder divino.
Definiz: ¶ Per guardare, considerare. Lat. conspicere, spectare.
Esempio: Lab. n. 30. Senza provvedere, dove io pervenir mi dovessi.
Esempio: N. ant. 36. 1. Io sono usato di levare a provveder le stelle, ec. La notte piovve, e dinanzi avea una fossa, empiessi d'acqua. Quando si levò, per provveder le stelle, caddevi dentro.
Esempio: G. V. 10. 225. 1. E andando in persona disarmato, provvedendo intorno a quello [cioè vedendo]