Lessicografia della Crusca in rete

1) Dizion. 5° Ed. .
ASOLARE.
Apri Voce completa

pag.748


Vedi le altre Edizioni del Vocabolario
Dizion. 3 ° Ed.
Dizion. 4 ° Ed.
Dizion. 5 ° Ed.
ASOLARE.
Definiz: Neutr. Alitare, e dicesi più specialmente dei venticelli.
Dal lat. exalare. –
Esempio: Magal. Lett. fam. 1, 89: Benissimo si direbbe: pognamoci qui a sedere e discorrere, perchè su quest'ora è solito asolarci un poco di vento; con la qual parola asolare si esprime mirabilmente quel ricorrere che a volta a volta fa il vento, che non ispira continuo.
Esempio: Salvin. Annot. Tanc. 571, 2: Sempre asola qualche venticello negli ombrosi luoghi.
Esempio: Targ. Viagg. 4, 173: Nelle giornate d'estate, nelle quali non asola vento di terra, l'aria stagnante, ed impregnata di parti umide, perde moltissimo del suo elatere.
Definiz: § I. E per similit. –
Esempio: Magal. Sagg. nat. esp. 9: La fiammella d'una candela che gli asoli punto d'attorno [al termometro] sarà abile a mettere 'n fuga l'acquarzente in esso racchiusa.
Definiz: § II. E detto dell'aria che esce per gli asoli di qualche edifizio. –
Esempio: Nell. Disc. Archit. 61: E quanto all'aria,.... affinchè vi sia da asolare, basta che molti degli embrici sian forati di sotto in su.
Definiz: § III. E figuratam. per Rigirare intorno ad un luogo frequentemente. –
Esempio: Magal. Lett. fam. 1, 88: D'uno che faccia all'amore in qualche strada si dice: egli asola spesso dalla tal parte.
Esempio: Fag. Comm. 6, 352: Mi è venuto a notizia che per casa asoli una certa femmina ec.
Definiz: § IV. Neutr. pass. asolarsi Darsi un po' d'asolo, vale Godersi un po' di fresco o di sollievo. –
Esempio: Lam. Ant. tosc. 1, 183: I nostri antichi aveano bisogno di qualche volta stare, per divertirsi e asolarsi e spirare aria più libera ed aperta, su' tavolati e balconi esteriori.