Lessicografia della Crusca in rete

1) Dizion. 4° Ed. .
NESCIO.
Apri Voce completa

pag.337


Vedi le altre Edizioni del Vocabolario
Dizion. 1 ° Ed.
Dizion. 2 ° Ed.
Dizion. 3 ° Ed.
Dizion. 4 ° Ed.
NESCIO.
Definiz: V. L. Add. Che non sa, Ignorante. Lat. nescius, ignarus. Gr. ὁ ἀγνώς.
Esempio: Filoc. 4. 21. Ma tu di mobil natura, e nescio di quel, che fai, mi tormenti oltre al dovere.
Esempio: Dant. Par. 26. Sì nescia è la sua subita vigilia.
Definiz: §. Fare il nescio; modo basso, e si dice del Fingere ignoranza. Lat. ignarum agere, ignarum se simulare. Gr. ἄγνοιαν ὑποκρίνεσθαι.