Lessicografia della Crusca in rete

1) Dizion. 4° Ed. .
BABBUINO
Apri Voce completa

pag.361


Vedi le altre Edizioni del Vocabolario
Dizion. 5 ° Ed.
Dizion. 1 ° Ed.
Dizion. 3 ° Ed.
Dizion. 2 ° Ed.
Dizion. 4 ° Ed.
BABBUINO.
Definiz: Spezie di bertuccia, o di scimia. Lat. simia. Gr. πίθηκος.
Esempio: Dittam. 2. 3. E sopra quelli erano scimie, come Usiamo ancora, e molti babbuini.
Esempio: Vit. S. Ant. Satiri, draghi, babbuini armati con forconi, e con bacinetti in testa.
Esempio: Bellinc. son. 103. E d'India gli ha portato un babbuino.
Esempio: Bern. Orl. 1. 10. 33. E 'l mento aguzzo, com'un babbuino.
Esempio: Buon. Fier. 3. 2. 8. Cui fanno uggia Tutti quegli uomin, ch'hanno viso d'uomini, e non di babbuini.
Definiz: §. E per Chi ha difetto di mente; Babbuasso. Lat. hebes, rudis. Gr. ἀμβλύς.
Esempio: Ant. Alam. son. 27. E' ti convien girare, Taccuin, babbuin, gufaccio, allocco, Sarto, buffon, sensal, poeta sciocco.