Lessicografia della Crusca in rete

1) Dizion. 5° Ed. .
CASSONE.
Apri Voce completa

pag.643


Vedi le altre Edizioni del Vocabolario
Dizion. 3 ° Ed.
Dizion. 1 ° Ed.
Dizion. 5 ° Ed.
Dizion. 2 ° Ed.
Dizion. 4 ° Ed.
CASSONE.
Definiz: Sost. masc. Cassa molto grande: ma oggi propriamente dicesi di Quella che serve a riporvi biada, farine, e cose simili.
Da cassa, di cui è forma accrescitiva. –
Esempio: Bocc. Decam. 4, 99: Le tre sorelle, aperto un gran cassone del padre loro, di quello grandissima quantità di denari e di gioie trassono.
Esempio: Sacch. Nov. 2, 262: Dice che 'l suo cameriero, che ha la chiave del cassone, è andato in Toscana.
Esempio: Vespas. Vit. Uom. ill. 474: Fu il libro trovato in una chiesa antichissima, in uno cassone ch'era stato lunghissimo tempo che non s'era aperto, e cercando di certi privilegi antichi, vi trovorono questo libro.
Esempio: Gell. Capr. Bott. 33: Io dirò che se in questa camera non fussin questi cassoni, questo lettuccio e questo letto, che tu diresti ch'ella fusse vota.
Esempio: Grazz. Comm. 236: Cava del cassone la mia veste dello scarlatto, e nettala bene.
Esempio: Carlett. Viagg. 2, 298: Per poter caricare le mie mercanzie, le quali aveva accomodate principalmente in sei cassoni molto grandi.
Esempio: Corsin. B. Torracch. 18, 36: Di zecchini, di piastre e di dobloni Avea pieni due saldi e bei cassoni.
Definiz: § I. Per similit., Urna o Arca sepolcrale, Avello, per lo più grande. –
Esempio: Varch. Stor. 3, 222: Il cadavero fu tratto del deposito, e messo nella sagrestia nuova, nel cassone di marmo fatto da Michelagnolo.
Esempio: Condiv. Vit. Buonarr. 19: S'entrava dentro alla sepoltura, in una stanzetta a guisa d'un tempietto, in mezzo della quale era un cassone di marmo, dove si doveva seppellire il corpo del Papa.
Esempio: Panciat. Scritt. var. 65: Se dall'elisie regïon beate Un dì fuor del cassone Alzasse il suo capone Il padre Mecenate ec.
Esempio: Targ. Viagg. 2, 31: Nella seconda cappelletta.... è un grandioso cenotafio di marmo, sollevato da terra.... Sopr'al cassone giace una statua rappresentante un dottore.
Esempio: E Targ. Viagg. 7, 92: Pietra.... stata impiegata anticamente nel padiglione e nel cassone del bel deposito o cenotafio di Pier Soderini.
Definiz: § II. Quindi Andare al cassone, vale figuratam. Morire; e Mandare uno al cassone, vale Cagionargli la morte, Farlo morire, Ucciderlo: ma sono modi bassi, giocosi, e oggi poco usati. –
Esempio: Lipp. Malm. 1, 86: Chè tutta la mia gente andò al cassone, Come tu sai, ch'io ero fanciulletta.
Esempio: Baldin. Decenn. 6, 401: Voi sareste troppo il buon uomo, se non vogliamo dire un bel goffo, se alla prima malattia, per liberarvi da quest'impegno, voi non mi mandassi al cassone.
Definiz: § III. Cassoni diconsi pure Certe casse fatte di legno ordinario, da riempirsi con sassi o ghiaia o altro, le quali si adoperano specialmente per le fondazioni d'opere idrauliche. –
Esempio: Targ. Disam. 56: Tali [materiali] sono sassi, cantoni,.... travoni, paloni, traverse, cassoni, e tavoloni sciolti di quercia.
Esempio: E Targ. Disam. 57: Tali sono cassoni disposti in regolate file, da riempiersi presto di cantoni, di sassi ed agliaia, e collegarsi con assoni e vergoni.
Definiz: § IV. Cassone è anche nome che si dà a Quel carro di legno coperto, a quattro ruote, di varia foggia e dimensione, che serve a trasportare ogni sorta di attrezzi da guerra, o più specialmente le munizioni. –
Esempio: Bott. Stor. Ital. 4, 305: Perdettero quindici cannoni, trenta cassoni, molte munizioni e bagaglie.
Definiz: § V. Essere un cassone o Parere un cassone, dicesi di donna grassa e sfatta.
Definiz: § VI. Prediche del cassone, diconsi per ischerzo Quelle prediche piene di luoghi comuni, quasi tolte da un deposito a cui ricorrano i predicatori che non sanno farle di suo.