Lessicografia della Crusca in rete

1) Dizion. 2° Ed. .
RIBANDIRE.
Apri Voce completa

pag.691


Vedi le altre Edizioni del Vocabolario
Dizion. 2 ° Ed.
Dizion. 1 ° Ed.
Dizion. 4 ° Ed.
Dizion. 3 ° Ed.
RIBANDIRE.
Definiz: Rivocare dal bando, e dall'esilio, rimettere. Lat. ab exilio revocare, exulem reducere.
Esempio: Bocc. lett. Che Cammillo, essendo in esilio, presso agli Ardeati, non solamente ribandito fosse, ma, ec.
Esempio: G. V. 9. 219. 1. Li sbanditi di Firenze, i quali erano stati nell'oste a Prato, e a Fucecchio, in isperanza d'essere ribanditi, per la promessa lor fatta, e per lo bando mandato, per li Priori, non si trovò via, per li forti ordini, che potessero esser ribanditi.
Esempio: E G. V. cap. 245. 1. La Città non era in bisogno, ne in iscadimento, che bisognasse ribandire i ma' fattori.
Esempio: E G. V. lib. 10. 208. 2. Ribandendo i loro usciti.
Esempio: M. V. 5. 60. Ribandirono quegli delle lor galee, i quali aveano sbanditi.