Lessicografia della Crusca in rete

1) Dizion. 4° Ed. .
EVENTO.
Apri Voce completa

pag.324


Vedi le altre Edizioni del Vocabolario
Dizion. 3 ° Ed.
Dizion. 4 ° Ed.
Dizion. 5 ° Ed.
EVENTO.
Definiz: V. L. Riuscita, Caso. Lat. eventus. Gr. ἀποβαῖνον, ἀποβησόμενον.
Esempio: Tac. Dav. stor. 3. 316. Scriveva doppio a Primo, e Varo; ora, che s'andasse innanzi, ora discorreva de' vantaggi del temporeggiare, per poter dire in ogni evento, se tristo, io il vietai, se buono, io l'ordinai.
Esempio: E Tac. Dav. stor. 5. 370. Ma dove l'arte mancava, lo faceva colli eventi risplendere la fortuna.
Esempio: Cecch. Donz. 3. 7. Questo è un fatto, che bisogna farne Giudizio in capo all'anno, essendo cosa, Che dall'evento si giudica.
Esempio: Red. Oss. an. 113. Reiterando l'esperienza per avere indubitata certezza dello evento.