Lessicografia della Crusca in rete

1) Dizion. 4° Ed. .
PIOMBO
Apri Voce completa

pag.627


Vedi le altre Edizioni del Vocabolario
Dizion. 2 ° Ed.
Dizion. 3 ° Ed.
Dizion. 1 ° Ed.
Dizion. 1 ° Ed.
Dizion. 2 ° Ed.
Dizion. 3 ° Ed.
Dizion. 4 ° Ed.
» PIOMBO
Dizion. 4 ° Ed.
PIOMBO.
Definiz: Metallo noto. Lat. plumbum. Gr. μολυβδός .
Esempio: Esp. Salm. Egli è migliore, e più cosa degna, che non è il piombo molto eletto.
Esempio: Petr. canz. 6. 4. E quella, in cui l'etade Nostra si mira, la qual piombo, o legno Vedendo, è chi non pave.
Esempio: Dant. Par. 2. E indi l'altrui raggio si rifonde Così, come color torna per vetro, Lo qual diretro a se piombo nasconde.
Esempio: E Dan. Par. 13. E questo ti fia sempre piombo a' piedi, Per farti muover lento com'uom lasso.
Definiz: §. I. Andar col calzar del piombo, o simili; proverb. che vale Andar considerato, e non si muovere a furia, Proceder con riguardo, e cautela in qualsisia operazione. Lat. funiculum ad lapidem admovere. Gr. τὴν σπάρτην πρὸς τὸν λίθον ἄγειν. v. Flos 341.
Esempio: Pataff. 3. E co' calzar del piombo sta in cagnesco.
Esempio: Cron. Morell. 265. Se ti si curasse bene, e tu veggia di poterlo servire, fallo; ma vavvi su col calzar del piombo.
Esempio: Burch. 1. 82. E su vi va con il calzar del piombo.
Esempio: Malm. 6. 104. Guarda quel, che tu dí', porco, barone, E va' più lesto, e col calzar del piombo.
Definiz: §. II. Piombo, dicono i muratori a quel Piombo legato a una cordicella, col quale aggiustano le diritture. Lat. perpendiculum. Gr. κάθετος.
Definiz: §. III. A piombo, posto avverbialm. Perpendicolarmente. Lat. ad perpendiculum. Gr. πρός στάθμην.
Esempio: Pecor. g. 4. nov. 1. E' si levò un vento in un gomito di mare, che menò la nave mia a piombo a ferire in uno scoglio, ch'era presso a terra (quì vale: a diritto)
Esempio: Poliz. st. 1. 121. Or poich'ad ale tese ivi pervenne, Forte le scosse, e giù calossi a piombo.
Esempio: Bern. Orl. 2. 5. 31. Perocchè quel Castel da ogni lato A piombo, com'un muro, era tagliato.
Esempio: Sagg. nat. esp. 52. S'empia d'argentovivo, e colla bocca volta allo 'ngiù s'appenda in aria a piombo.
Definiz: §. IV. Uscir di piombo, o simili, vale Uscir del perpendicolo.
Esempio: Sagg. nat. esp. 222. Allora non ristía l'osservatore, ma la spinga più avanti con tardissimo moto, finchè uscito l'ago di piombo, s'incontri colla seconda punta più prossima alla calamita.