Lessicografia della Crusca in rete

1) Dizion. 3° Ed. .
SPADA
Apri Voce completa

pag.1573


Vedi le altre Edizioni del Vocabolario
Dizion. 1 ° Ed.
Dizion. 2 ° Ed.
Dizion. 3 ° Ed.
Dizion. 1 ° Ed.
Dizion. 4 ° Ed.
Dizion. 2 ° Ed.
Dizion. 3 ° Ed.
» SPADA
Dizion. 4 ° Ed.
SPADA.
Definiz: Arme offensiva appuntata, lunga intorno a due braccia, e tagliente da ogni banda. Lat. ensis, spatha. Gr. σπάθη.
Esempio: Dan. Par. 8. Ma voi torcete alla religione Tal, che fu nato a cingersi la spada.
Esempio: E Dan. Par. Cant. 16. E molte volte taglia Più e meglio una, che le cinque spade.
Esempio: Petr. Son. 83. Non riponete l'onorata spada.
Esempio: Boc. Nov. 51. 4. Al quale forse non istava meglio la spada allato, che 'l novellar nella lingua.
Esempio: E Bocc. Nov. 45. 8. Tratte fuor le spade, gridaron tutti.
Esempio: E Bocc. Nov. 68. 7. Essendo altresì Ruberto armato, tirò fuor la spada.
Esempio: Tav. Rit. Il più cortese Cavaliere, che mai cingesse spada.
Esempio: E Tav. Rit. altrove. Si cigne la spada sua migliore del Mondo, e la meglio trinciante.
Definiz: §. Spada: Figurat.
Esempio: Dant. Purg. 30. Che pianger ti convien per altra spada.
Esempio: Ciriff. Calv. 4. Sempre il peccato chiama la vendetta, Ma la spada di Dio non cala in fretta.
Definiz: §. A Fil di spada.
Esempio: Ciriff. Calv. 3. Mettendo a sacco, a fuoco, ed a rumore I padiglioni, e tutti questi cani A fil di spada.
Esempio: E Ciriff. Calv. appresso. E mettan tutta questa gente a fil di spada.
Esempio: Tacit. Davanz. Ann. 25. La gente andò a fil di spada.
Definiz: §. A spada tratta: posto avverbialmente: vale In tutto, e per tutto; detto dall'andar contra il nimico colla spada tratta del fodero. Latin. omnino, prorsus.
Esempio: Boccac. Novell. 92. 2. D'ogni liberalità nimici a spada tratta.
Esempio: Galat. Consigliano, e riprendono, e disputano, e irritrosiscono a spada tratta.
Esempio: Boez. Varch. 2. pr. 8. Ma perchè tu non pensi, che io abbia guerra mortale, e sia nimico a spada tratta della fortuna.
Definiz: §. Spada: Una spezie di pesce. Latin. chiphias gladius.
Esempio: Red. Oss. An. 162. Estremità dell'intestino retto d'un piccolo pesce spada.
Esempio: E Red. Oss. An. 163. Questo, che ho chiamato membro genitale del pesce spada.