Lessicografia della Crusca in rete

1) Dizion. 4° Ed. .
VIVACE.
Apri Voce completa

pag.294


Vedi le altre Edizioni del Vocabolario
Dizion. 1 ° Ed.
Dizion. 2 ° Ed.
Dizion. 3 ° Ed.
Dizion. 4 ° Ed.
VIVACE.
Definiz: Che dà indizio d'avere a vivere, Sano, Robusto. Lat. vivax. Gr. ζωηρός.
Esempio: Bern. rim. 28. Vivace bestia, che nell'acqua cresce.
Definiz: §. I. Per similit.
Esempio: Dant. Par. 2. Voglio informar di luce sì vivace, Che ti tremolerà nel tuo aspetto (cioè: sì risplendente)
Esempio: E Dan. Par. 27. Incominciò a farsi più vivace (cioè: acuta, risplendente, fiammeggiante)
Esempio: Bocc. g. 7. p. 3. Messe le tavole sotto vivaci albori ec. andarono a sedere (cioè: rigogliosi, vegnenti)
Esempio: Gal. Sist. 65. So benissimo senza guardarla, ch'ella (la reflessione dello specchio esposto al sole) si mostra vivace, e chiara quanto il sole stesso, o poco meno.
Definiz: §. II. Vivace, si dice anche a Uomo di spirito pronto, e borioso.