Lessicografia della Crusca in rete

1) Dizion. 4° Ed. .
FRESCOCCIO
Apri Voce completa

pag.529


Vedi le altre Edizioni del Vocabolario
Dizion. 4 ° Ed.
Dizion. 3 ° Ed.
FRESCOCCIO.
Definiz: Add. Accrescit. di Fresco, ma per lo più in senso del §. III. Lat.floridus, vegetus. Gr.ἀκμαῖος.
Esempio: Lasc. Spir. 4. 1. Ma che cosa è, che non faccia una fanciulla innamorata? Oh come ell'è ora e frescoccia, e belloccia in quel letto; e il padre , e ognun si pensa, ch'ell'abbia un gran male.
Esempio: Lor. Med. Nenc. 26. Ella è grossoccia, tarchiata, e giulía, Frescoccia, e grassa, che si fenderebbe.