Lessicografia della Crusca in rete

1) Dizion. 4° Ed. .
RATTOPPARE.
Apri Voce completa

pag.79


Vedi le altre Edizioni del Vocabolario
Dizion. 2 ° Ed.
Dizion. 1 ° Ed.
Dizion. 4 ° Ed.
Dizion. 3 ° Ed.
RATTOPPARE.
Definiz: Mettere delle toppe. Lat. resarcire. Gr. ἀναῤῥάπτειν.
Esempio: Buon. Fier. 3. 2. 9. Quando sfondato per soverchia brama Non v'è chi più 'l rattoppi.
Esempio: Serd. lett. 3. 778. Ci parve una cosa più sicura rimettere il timone, e rattoppare la piccola vela, che sola vi restava.
Esempio: Bellinc. son. 270. Sapresti appunto la ragione, e 'l modo, S'e' si può rattoppar giulebbo rotto (quì figuratam. in ischerzo)