Lessicografia della Crusca in rete

1) Dizion. 2° Ed. .
PRONTEZZA
Apri Voce completa

pag.641


Vedi le altre Edizioni del Vocabolario
Dizion. 1 ° Ed.
Dizion. 2 ° Ed.
Dizion. 3 ° Ed.
Dizion. 4 ° Ed.
PRONTEZZA.
Definiz: Volonterosa disposizione a tosto, e presentemente operare. Latin. alacritas, alcuni la dicono *promptitudo. Gr. προθυμία.
Esempio: Passav. 98. Sicura prontezza, con isperanza di perdono, vi sospinga.
Esempio: Conv. 11. Per prontezza di liberalità, io mi mossi a volgare comento, e lasciai lo latino.
Esempio: Amm. ant. Matta prontezza è della fiorita età, grande senno dell'antica.
Definiz: ¶ Per improntitudine, improntezza, prosunzione, importunità. Latin. importunitas.
Esempio: Bocc. n. 74. 5. Usando la sua trascutata prontezza.