Lessicografia della Crusca in rete

1) Dizion. 5° Ed. .
INTONATURA.
Apri Voce completa

pag.1097


Vedi le altre Edizioni del Vocabolario
Dizion. 5 ° Ed.
INTONATURA.
Definiz: Sost. femm. Lo stesso che Intonazione, ma è assai meno usato.
Definiz: § I. E figuratam. –
Esempio: Baldin. Decenn. 5, 377: In questi ritrovi fecer vedere i più ingegnosi apparecchi che dir si potessero.... Ma l'intonatura a principio riuscì sì alta, che volendo ciascheduno, a chi toccava ad imbandire, l'antecessore suo vincere in generosità, ec.
Definiz: § II. Pur figuratam., si usò per Aria, Sussiego, Contegno sostenuto, e simili. –
Esempio: Buonarr. Sat. 4, 239: Vidi.... dipinta una figura D'un tal suo cortigiano appo un signore, Che si sedeva in grande intonatura.
Esempio: Bentiv. G. Nunz. 3, 246: Non si può credere quanto grande è l'intonatura del detto principe, e quanto egli compassi ogni gesto ed ogni parola.
Esempio: Corsin. Stor. Mess. trad. 147: Erano degne di risa le dimostrazioni d'intonatura e di zelo, con le quali tornarono i Cazichi a dar conto della loro prodezza.
Esempio: E Corsin. Stor. Mess. trad. 223: Tornato a ripigliar la sua intonatura, prese a rimostrargli ec.