Lessicografia della Crusca in rete

1) Dizion. 4° Ed. .
REQUIE.
Apri Voce completa

pag.109


Vedi le altre Edizioni del Vocabolario
Dizion. 2 ° Ed.
Dizion. 1 ° Ed.
Dizion. 4 ° Ed.
Dizion. 3 ° Ed.
REQUIE.
Definiz: Riposo, Posamento, Cessamento da fatiche, travagli, e noie. Lat. requies. Gr. ἀνάπαυσις.
Esempio: Petr. son. 273. Requie cercavi de' futuri affanni.
Esempio: E Petr. son. 300. Fe mia requie a' suoi giorni e breve, e rara.
Esempio: Vit. SS. Pad. 2. 102. In ogni altra cosa, che l'uomo fa nel monistero, truova alcuna requie.
Esempio: E Vit. S. Pad. 393. Intanto l'affliggeva, e facevale noia, ch'ella non trovava requie.
Esempio: Cavalc. Frutt. ling. Iddio diede al popol suo a guardare, e festeggiare il giorno del Sabato, che viene a dir requie.
Esempio: Varch. stor. 9. 226. L'intenzion sua era di voler dare oggimai alcuna requie, e risquitto alla misera, e tanto tempo in tanti modi afflitta, e tormentata Italia.
Esempio: Sagg. nat. esp. 115. Ebbe talora un poco di requie, e come se in quella ripigliasse lena, e vigore, si provò più volte ad inarpicarsi su per la parete interna del vaso.