Lessicografia della Crusca in rete

1) Dizion. 2° Ed. .
SCORNO
Apri Voce completa

pag.764


Vedi le altre Edizioni del Vocabolario
Dizion. 2 ° Ed.
» SCORNO
Dizion. 1 ° Ed.
Dizion. 4 ° Ed.
Dizion. 3 ° Ed.
SCORNO.
Definiz: Vergogna, ignominia, beffa. Lat. ignominia, opprobrium, ludibrium.
Esempio: Bocc. g. 5. f. 2. Con pronta risposta, e avvedimento, fuggì perdita, pericolo, o scorno.
Esempio: E Bocc. nov. 84. 2. Come la malizia d'uno il senno soperchiasse d'un'altro, con grave danno, e scorno del soperchiato.
Esempio: Petr. Son. 169. Pien di vergogna, e d'amoroso scorno.
Esempio: Dan. Purg. 10. Che non pur Policléto, Ma la natura gli averebbe scorno.