Lessicografia della Crusca in rete

Query: +None - Tempo di Ricerca: 534 msec - Sono state trovate 1052 voci

La ricerca è stata rilevata in 21749 forme, per un totale di 20670 occorrenze

4° Edizione
Diz Giu. totali
21378 371 21749 forme
20326 344 20670 occorrenze
Ordinamento delle voci: alfabetico punteggio
1) Dizion. 4° Ed. .
DISCENDIMENTO
Apri Voce completa

pag.159



1) id: 468c72dec0c845eb8058478afeaeb84d)
Esempio: Arrigh. Eleggere discendimento al Ninferno.
2) Dizion. 4° Ed. .
D
Apri Voce completa

pag.2



2) id: 5b68d5749a9a44e8af96ce9ce76b3a86)
Esempio: Ar. Fur. 35. 4. Che vent'anni principio prima avrebbe, Che coll'M, e col D fosse notato.


3) id: 3e45835e490f43aea9c751792379a105)
Esempio: But. Purg. 33 Nel quale un cinquecento diece, e cinque Messo di Dio anciderà la suia, E quel gigante, che con lei delinque. La lettera D rileva cinquecento, sicchè per questo intende uno D.


4) id: 8b804fdadfc744d1863cca4657307cdb)
Definiz: Lettera, che ha gran parentela colla T, e perciò molte voci latine nel farsi nostrali hanno mutato il T in D, come più dolce di suono, siccome Latro, LADRO: Potestas, PODESTÀ: Litus, LIDO. Ammette dopo di se solamente la R (oltre alle vocali) tanto in principio, quanto in mezzo della dizione, e nella stessa sillaba, con perdere alquanto di suono, come DRAGO, SALAMANDRA. Riceve avanti di se , nel mezzo della parola, ma in diversa sillaba, la L, N, R, S, come GELDRA, BANDO, VERDE, DISDICEVOLE. Ma la S avanti la D si trova di rado in mezzo di parola, e quasi sempre ne' verbi composti dalla particella DIS, come DISDIRE. Nel principio si trova più spesso, come SDEGNO, SDENTATO; e deesi sempre profferire la S, avanti nel secondo suono, e più rimesso, come nella voce ACCUSA, siccome si dice nella lettera S. Raddoppiasi nel mezzo, quando egli occorre, come FREDDO, ADDURRE.
3) Dizion. 4° Ed. .
OIMÈ, OHIMÈ, e OMÈ.
Apri Voce completa

pag.394



1) id: 2173dee2eccc469d9d7e2599f4984236)
Esempio: Arrigh. 46. Omè, che farò? piangerò?


2) id: fc1720d69009411d97b48a0a2370adea)
Esempio: E Arrigh. 47. Oimè tristo! oimè, oimè, iomè fuor d'ogni prosperitade! oimè, a cui è dato a provare ciò, che nel mondo nuoce!


3) id: ca738cc45a6246dd83839fd6b15063df)
Esempio: E Arrigh. 74. Omè dolente! la carne nostra è più fragile, che 'l vano fiore, il quale in piccolo spazio è giovane, e vecchio.
4) Dizion. 4° Ed. .
RIFIUTARE
Apri Voce completa

pag.158



1) id: c2f5e968b8ad4e31a5d68b9775528f19)
Esempio: Arrigh. 44. Così le medicine corporali rifiuteresti.
5) Dizion. 4° Ed. .
INCURABILE
Apri Voce completa

pag.792



1) id: c5cf7a90629a455495a37b548d0e97eb)
Esempio: Arrigh. prol. Il morbo si fae incurabile.
6) Dizion. 4° Ed. .
BONTADOSO, e BONTADIOSO
Apri Voce completa

pag.451



1) id: dc352920d30b4161a3534b51d2e12c2a)
Esempio: Arrigh. Lunga prosperità non fa l'uomo bontadioso.
7) Dizion. 4° Ed. .
SPESSEGGIATO
Apri Voce completa

pag.656



1) id: 045c6cbb93cc4694bf03bb97913e5c0f)
Esempio: Arrigh. 67. Cotale mercato spesseggiato desidera d'avere.
8) Dizion. 4° Ed. .
SOLLAZZARE.
Apri Voce completa

pag.574



1) id: ab1a156968fe45e1bc64fe8f71dc65f4)
Esempio: Arrigh. 70. Quando ella piange, tu sollazza.
9) Dizion. 4° Ed. .
MALVA
Apri Voce completa

pag.137



1) id: eff28c0142464821944ee389dbcfd3be)
Esempio: Arrigh. 72. La malva sana li frenetici.
10) Dizion. 4° Ed. .
PRODEZZA.
Apri Voce completa

pag.731



1) id: f32d7d9dd8f2450b99bd4f020ef32f73)
Esempio: Arrigh. 44. Come siede sola la prodezza!
11) Dizion. 4° Ed. .
SAMPOGNA
Apri Voce completa

pag.313



1) id: 06097208d601499db8e04ac01c45d895)
Esempio: Arrigh. 73. Colla sampogna dolcemente canta l'uccellatore.
12) Dizion. 4° Ed. .
GARRITORE.
Apri Voce completa

pag.571



1) id: ddd9e81d83514b009a81fb4eff25142e)
Esempio: Arrigh. 57. Così suole lo ignorante garritore sofistico.
13) Dizion. 4° Ed. .
DISMENTICARE.
Apri Voce completa

pag.183



1) id: 33c652c9cee7402db5b444a870719f05)
Esempio: Arrigh. Non ti dismentichi l'origine della mala sorte.
14) Dizion. 4° Ed. .
INCENDIO
Apri Voce completa

pag.771



1) id: 42b44a942976497992aed6a64fea9b34)
Esempio: Arrigh. 50. Continuo incendio mi cuoce il cuore.
15) Dizion. 4° Ed. .
MANCARE
Apri Voce completa

pag.139



1) id: d5aef7f721db4bce8dc36307c650bec2)
Esempio: Arrigh. 67. Mancando questa vita, verremo a sozzura.
16) Dizion. 4° Ed. .
FIORE
Apri Voce completa

pag.468



1) id: bcabeaae6b304f36b65299dca6d60099)
Esempio: Arrigh. 43. Innanzi il frutto perisce il fiore.


2) id: 50537ee7c6f74bb391bd4cd6d69d0959)
Esempio: E Arrigh. 72. Non in ogni tempo e' fiori cuoprono il prato, nè la verde erba sempre dipigne la terra.
17) Dizion. 4° Ed. .
FELLONÍA
Apri Voce completa

pag.427



1) id: 1cd1dd3941694ed5bb3135ee8a698503)
Esempio: Arrigh. 54. Tu ec. viepiù ardita nelle felloníe.


2) id: e2dbe93bad4248f8a467e6f4b51d80b7)
Esempio: E Arrigh. appresso: Poni modo alla fellonía, ponvi modo, o perfida.
18) Dizion. 4° Ed. .
SOFFOGARE, e SOFFOCARE.
Apri Voce completa

pag.564



1) id: e467aa5e3cef4be988e5b89ac8b337f3)
Esempio: Arrigh. 64. Quella ispina soffoca la tua mente.
19) Dizion. 4° Ed. .
SUFOLAMENTO.
Apri Voce completa

pag.806



1) id: 02ca4283f0fc43b59c221588efb53f5d)
Esempio: Arrigh.70. Non curare i sufolamenti de' popoli.
20) Dizion. 4° Ed. .
GLORIFICARE
Apri Voce completa

pag.634



1) id: 3fde2f6097af42e2892e51e435cd25ea)
Esempio: Arrigh. 58. Nella mia cattedra io mi glorifico.