Lessicografia della Crusca in rete

Query: +None - Tempo di Ricerca: 543 msec - Sono state trovate 28991 voci

La ricerca è stata rilevata in 109876 forme, per un totale di 80113 occorrenze

4° Edizione
Diz Giu. totali
107998 1878 109876 forme
79007 1106 80113 occorrenze
Ordinamento delle voci: alfabetico punteggio
1) Dizion. 4° Ed. .
NICCHIA.
Apri Voce completa

pag.341



1) id: 5a2cc14a4d3e488bac6cd9502cf4ee77)
Definiz: Dicesi comunemente quel Voto, o Incavatura, che si fa nelle muraglie, o altrove, ad effetto di mettervi statue, o simili. Lat. aedicula. v. Vitr. e i suoi Comentatori di Vitruvio. Gr. οἰκίδιον.


2) id: 8f31c6588b7746f8bf3e390d4460e280)
Definiz: §. Di quì figuratam. si dice d'alcuna dignità, o carica, Essere nicchia adattata, o Non essere nicchia adattata per la persona d'alcuno.


3) id: b7b17b373c9d41c8a86232f4ac03aa56)
Esempio: Borgh. Orig. Fir. 300. La forma si vede ancora mantenuta nella sopraddetta (chiesa) di san Piero all'antica girata in mezzo cerchio, che per la simiglianza della forma si dice nicchia.
2) Dizion. 4° Ed. .
VARO
Apri Voce completa

pag.198



1) id: ba1a216ba06f4f8c9a24792a3d67c6ca)
Esempio: But. ivi: Tutto il luogo varo, cioè curvo. (altri Comentatori spiegano varo per vario)
3) Dizion. 4° Ed. .
DI
Apri Voce completa

pag.85



2) id: afd7b47b2cc948158caba66fcf025a58)
Definiz: Particella, che si usa in varie maniere, e in diversi significati. Perciò è molto esaminata da' nostri gramatici, e particolarmente dal Salviati, e dal Cinonio; da' quali diffusamente si trattano, e dansi le regole del mutarsi essa in DE, dell'accompagnarsi coll'articolo, e di molte altre sue proprietà, delle quali vedi i suddetti autori.
4) Dizion. 4° Ed. .
DI
Apri Voce completa

pag.85



2) id: 3ff2eca648cf468b933a3541ac2d207a)
Esempio: E G. V. 9. 309. 1. Fuggiti in una casa di verso il borgo di Bruggia.


3) id: 45a55ac5e0844bf9a17b8e592c14e5f9)
Esempio: E Bocc. 8. Intendo di raccontare cento novelle.


4) id: eab6a3cedc654ec898e46815b0b1e72d)
Definiz: §. Alcuna volta si lascia per proprietà di linguaggio.


5) id: 93765c1d1a97426a9b4c5e02d86e0644)
Esempio: Bocc. pr. 5. In cambio di ciò, ch'io ricevetti.


6) id: ad0a1646ce7947b39714b16b9ffdb492)
Esempio: E Bocc. introd. 3. Erano gli anni della fruttifera incarnazione del Figliuolo di Dio al numero pervenuti di mille trecenquarantotto.


7) id: 8c183d2b9f58422cbcbc3fb2ed8e699e)
Esempio: E Bocc. nov. 40. 12. La qual tornò, e disse di sì.


8) id: 0e8e4c65ef7f4adc82540b071bc5be43)
Esempio: Dant. Par. 17. E poscia per lo ciel di lume in lume, Ho io appreso quel che s'io ridico, A molti fia savor di forte agrume.


9) id: 13a2b03dc9354c14bfdc7003df649285)
Esempio: G. V. 3. 1. 5. Non però, che fosse della grandezza di prima.
5) Dizion. 4° Ed. .
DI
Apri Voce completa

pag.85



2) id: 20a9dace70864ea891ea5c7ae5251bf3)
Esempio: Din. Comp. 1. 13. Rimasono quivi i congiurati contro a Giano, i quali furono messer Palmieri di messer Ugo Altoviti, e messer Baldo Aguglioni giudici, Alberto di messer Iacopo del Giudice, Noffo di Guido Bonafedi, e Arriguccio di Lapo Arrighi.


3) id: 63a2a55ca36e42dab9316cd0e4f0892f)
Esempio: Urb. Siccome quelli, che per fermo credevano, che egli fusse di Urbano.


4) id: a7958026943f48d0893fc155d40d2c1f)
Esempio: Dant. Purg. 14. Quando in Bologna un Fabbro si ralligna, Quando in Faenza un Bernardin di Fosco.


5) id: 72a7240e52894fffa488260f05ee6ea9)
Esempio: E Din. Comp. 16. I signori, che cacciarono Giano della Bella, furono Lippo del Velluto, Banchino di Giovanni Beccaio, Gheri Paganetti, Bartolo Orlandini, messer Andrea da Cerreto, Lotto del Migliore ec.
6) Dizion. 4° Ed. .
DI
Apri Voce completa

pag.85



2) id: 60a1b97afee14b97b747f9940d52507d)
Definiz: Segno di particolarità; e vale Alcuni, o Alquanti. Lat. aliqui, quidam.


3) id: 8abd6fb9c07441bab7800944b714efc9)
Esempio: Bocc. g. 3. f. 8. Ebbevi di quelli, che intender vollono alla Melanese.


4) id: cc6cf53ae88e4a0c906140757b658af3)
Esempio: E Bocc. nov. 34. 9. Fece due galée sottili armare, e messivi su di valenti uomini, con esse sopra la Sardigna n'andò.
7) Dizion. 4° Ed. .
DI
Apri Voce completa

pag.85



2) id: 5328701717104be2aee37525b2a344d3)
Definiz: In vece di A, segno del terzo caso.


3) id: e21bb0472dcc499eb46da507dca2b611)
Esempio: Bocc. introd. 13. Erano uomini, e femmine di grosso ingegno, e i più di tali servigi non usati.


4) id: f73a61fa23a74bdfa83c780642b3e836)
Esempio: Stor. Pist. 134. Non presono di fare maggior guardia.


5) id: 63ecc0f6ee194676a88ff8977b118194)
Esempio: Liv. M. Gli sbanditi, e servi intorno di 1500. uomini.


6) id: e68920e2db7d4561b9fdddcd44a227b8)
Esempio: E Bocc. nov. 46. 2. Ischia è un'isola assai vicina di Napoli.


7) id: d57ccac89ccd483590b6dfff7bef143d)
Esempio: E Bocc. nov. 100. 6. Io ho trovata una giovane secondo il cuor mio assai presso di quì.


8) id: c962bd1ea90b4bb0a20aaf60caa6332e)
Esempio: Petr. son. 42. Per cu' i' ho invidia di quel vecchio stanco, Che fa colle sue spalle ombra a Marocco.
8) Dizion. 4° Ed. .
DI
Apri Voce completa

pag.85



2) id: 1d66765421f64b0eb21dd77d22d461db)
Esempio: Petr. son. 99. Veggio di man cadermi ogni speranza.


3) id: e1065e10a7ef4c2fbd82d27a3e06a16c)
Esempio: Bocc. nov. 15. 10. Sopravvenuta cagione a Pietro di partirsi di Palermo ec. me colla mia madre, picciola fanciulla, lasciò.


4) id: aa3419e6a2cf4b978316488a88556b5d)
Definiz: In vece di Da, o Dal, o simili. Lat. ex.


5) id: 415fef70be2c4ccbbc8d9e5a76aef482)
Esempio: E Bocc. nov. 27. 11. Madonna io son di Costantinopoli.


6) id: 78e31cadc2fc4ba8905a4210d9b4ecaa)
Esempio: E Bocc. nov. 99. 25. Egli di prigione il trasse.


7) id: 97bbc888e0114311b82ac29f2ad8912c)
Esempio: E Bocc. nov. 39. 6. Passato di quella lancia cadde ec.


8) id: c681e335b2954745b0f7d648552c8ea2)
Esempio: E Bocc. num. 21. Chiunque di questi carboni in segno di croce è tocco, tutto quello anno può viver sicuro, che fuoco nol toccherà, che non si senta.


9) id: bf889842f46046a794510aab7a3a6659)
Esempio: E Bocc. nov. 60. 2. Certaldo ec. è un castello di Valdelsa, posto nel nostro contado, il quale, quantunque picciol sia, già di nobili uomini, e d'agiati fu abitato.


10) id: e8ad7b2813194d71b9646b1631e6e29e)
Esempio: E Bocc. g. 3. f. 1. La Reina ec. levatasi la laurea di capo, quella assai piacevolmente pose sopra la testa a Filostrato.
9) Dizion. 4° Ed. .
DI
Apri Voce completa

pag.85



2) id: 427774a409af4ca5bb87e4df2b1d9b86)
Definiz: In vece di Con. Lat. cum.


3) id: 98915852f7f4464796efddace4c3a07f)
Esempio: Dant. Inf. 31. Torreggiavan di mezza la persona.


4) id: ce6e93e357e54254a8526f981ba89cb3)
Esempio: Salust. Cat. Di grandissima forza combattea da ciascuna parte.


5) id: 3ab58fa2baf5426989819db8cf47e7bd)
Esempio: Ar. Fur. 11. 66. E temprato, che l'ha tira di forza.


6) id: 21b81d5b60a14f1cb148afc197325df4)
Esempio: E Dan. Purg. 32. E ferío 'l carro di tutta sua forza.


7) id: c7d00b8d16f74915a7975e21035124c9)
Esempio: Liv. M. Elli se n'andavano di pieno andare verso le logge de' nimici.


8) id: b8b925901019488d806fde723f2f39a3)
Esempio: E Bocc. nov. 85. 18. Maestri, a me conviene andar testè a Firenze, lavorate di forza.


9) id: b2a6ea5192bb44358a193e83e70637eb)
Esempio: Bocc. nov. 79. 46. Abbiamo stanotte avute tante busse, che di meno andrebbe un asino a Roma.


10) id: fba5896012214173b62ac0107af61bc1)
Esempio: S. Grisost. E di innumerabili, e ingiuriose, e contumeliose parole continuamente li nostri prossimi provochiamo, ed affliggiamo.
10) Dizion. 4° Ed. .
DI
Apri Voce completa

pag.85



2) id: 7a44ffb8068948fbb156b62ea1f6ea5b)
Esempio: Bocc. nov. 15. 17. Ve ne potresti andar di brigata.


3) id: dc2116c1dc894d2083fca32320cfaddf)
Esempio: Fr. Giord. Pred. S. Ti menerebbe al ninferno, così è di verità.


4) id: 517e59981a4b46ce8092d3df5c17c0cc)
Esempio: Tav. Rit. Mosterrógli per virtù, e forza d'amore, come io l' uccisi di leale battaglia.


5) id: d139d28301b3427fbcd4155bde4d04d1)
Esempio: E Bocc. nov. 19. 21. Dimmi, di che io t'ho offeso, che tu uccider mi debbi?


6) id: 65fc8d949ad745b39687fb3679450ecc)
Esempio: E Bocc. nov. 90. 11. La giovane queste parole udendo, levatasi in piè, di buona fe disse al marito: bestia, che tu se'.
11) Dizion. 4° Ed. .
DI
Apri Voce completa

pag.85



2) id: 4b3c8978c49749809d953be929315a65)
Definiz: In vece di Per.


3) id: 4957514a0610478fbce77ceb87ced335)
Esempio: G. V. 9. 304. 2. Consigliavano di porsi a santa Maria a monte ec. e di fermo era il migliore.


4) id: 3a1a867d36bf443795168d3691206453)
Esempio: Liv. M. Ma elli piagnea, e di grande pietà non potea motto fare.


5) id: 9a72243d6a6d442697ab9bd8859072e3)
Esempio: Cavalc. med. cuor. Mal finiscono, se Dio di grazia non gli ricovera a penitenzia.


6) id: 9be457664ec64c14b2aab7b312e55fb5)
Esempio: E G. V. 11. 6. 7. E di certo se Papa Giovanni fosse più lungamente vivuto, egli averebbe aoperato ogni abbassamento, e dannaggio de' Fiorentini.
12) Dizion. 4° Ed. .
DI
Apri Voce completa

pag.85



2) id: 174b5fc9f9b24db5b108bc902fe976fa)
Definiz: In luogo di Per mezzo di, Per via di. Lat. ex.


3) id: 4a3d85ca64d748e582f4349ce562cacd)
Esempio: G. V. 9. 263. 1. Carlo il giovane ec. sposò, e tolse per moglie la figliuola, che fu di messer Luis di Francia fratello di padre, ma non di madre, che fu del Re Filippo suo padre.
13) Dizion. 4° Ed. .
DI
Apri Voce completa

pag.85



2) id: e65ca7bcfe2f4b15bc31fbdfcc5568fc)
Esempio: Dant. Conv. 90. Ciascuno è certo, che la natura umana è perfettissima di tutte le altre nature di quaggiù.


3) id: bad6465e433843fd9e89b698c9ed5a5c)
Esempio: Filoc. 6. 87. E fra se disse: nobilissimo, e cortesissimo giovane è costui, di quanti io mai ne vedessi.
14) Dizion. 4° Ed. .
DI
Apri Voce completa

pag.85



2) id: 18bbbd1912ec45799b79ba13c1bdd206)
Esempio: Pass. E di questo parleremo più distesamente, quando tratteremo della contrizione.


3) id: 0ebb462095cf4d80a6374ad2ed7465e7)
Esempio: Bocc. nov. 99. 26. Avvenne un giorno, che ragionando con lui il Saladino di suoi uccelli, messer Torello cominciò a sorridere.
15) Dizion. 4° Ed. .
DI
Apri Voce completa

pag.85



2) id: e3c8103c68de4e44b7e83c12c80b485e)
Definiz: In vece di Che. Lat. quam. Gr. .


3) id: b4d92cdd3d8b4c51babb60c24655bbd4)
Esempio: G. V. 3. 1. 5. Cominciarono a rifare la nostra nobile città di Firenze, non però, che fosse della grandezza di prima.


4) id: 205bbf5097654aaf85f0564db105fc0c)
Esempio: Fr. Giord. Pred. S. Che non ha più figliuoli di lui.
16) Dizion. 4° Ed. .
DI
Apri Voce completa

pag.85



2) id: 4cae2d18620b40ba8320b0b40f80aabe)
Definiz: In sentimento di Contrassegno, o di Titolo, ma coll'articolo unito insieme.


3) id: 3ecee48f512e466998202160ab94d774)
Esempio: Din. Comp. 1. 22. Di popolani furono ec. quelli della Botte.
17) Dizion. 4° Ed. .
DI
Apri Voce completa

pag.85



2) id: aa08419396df46fcbeba4048a195bd0e)
Esempio: Dant. Inf. 26. S'i' meritai di voi, mentre ch'io vissi, S'i' meritai di voi assai, o poco.
18) Dizion. 4° Ed. .
ARCHITETTATO
Apri Voce completa

pag.249



1) id: 1e750073bd0a471b9091d9fd63a835bf)
Esempio: Borgh. Orig. Fir. 199. Alcuni perciò credono architettato da quel Vitruvio, che si tiene per principe degli architettori.
19) Dizion. 4° Ed. .
ARCHITETTORE
Apri Voce completa

pag.249



1) id: c9f5cda0abee4a2781ccc68c430b63af)
Esempio: Borgh. Orig. Fir. 199. Alcuni perciò credono architettato da quel Vitruvio, che si tiene per principe degli architettori.
20) Dizion. 4° Ed. .
SOFFOLCERE, e SOFFOLGERE
Apri Voce completa

pag.564



1) id: e6149dc46cd644808e76fbf05314dc46)
Esempio: But. ivi: La vista tua pur si soffolge, cioè si ficca (altri Comentatori spiegano s'appoggia; altri s'affissa. Lat. figere. Gr. ἐρείδειν.)