Lessicografia della Crusca in rete

Query: +None - Tempo di Ricerca: 414 msec - Sono state trovate 5677 voci

La ricerca è stata rilevata in 12952 forme, per un totale di 7108 occorrenze

4° Edizione
Diz Giu. totali
12608 344 12952 forme
6931 177 7108 occorrenze
Ordinamento delle voci: alfabetico punteggio
1) Dizion. 4° Ed. .
PROMOVIMENTO.
Apri Voce completa

pag.742



1) id: 388738b991af41b495ea4de83ef93611)
Esempio: Libr. Dicer. lett. Feder. Imp. Per dimostrare allegrezza del promovimento dell'onor suo.
2) Dizion. 4° Ed. .
ROVINOSAMENTE
Apri Voce completa

pag.276



1) id: 5b6a1a91b425440ea7e25ab87d7ce2f3)
Esempio: Libr. Dicer. Avea rovinosamente condannata.
3) Dizion. 4° Ed. .
SNOMINARE
Apri Voce completa

pag.554



1) id: 2f08173c459e49d387dc0f5951149f8e)
Esempio: Lett. Feder. Imp. G. S. Perciocchè non fue detta la cagione, nè snominate alcune altre persone.
4) Dizion. 4° Ed. .
OBBIETTARE, e OBIETTARE.
Apri Voce completa

pag.374



1) id: f9080956bc364150b38f59c4b9c773bb)
Esempio: Libr. Dicer. Sono uomini naturalmente inclinati a obbiettare.


2) id: ab217bda53d7403d8605b01ee549708f)
Esempio: E Lib. Dicer. appresso: Ancorchè si dica, che essi tacitamente opinano, nientedimeno scopertamente obbiettano.
5) Dizion. 4° Ed. .
RICHIAMANTE
Apri Voce completa

pag.135



1) id: 8439dc0f592741a0971c0fd2995718d4)
Esempio: Libr. Dicer. Viene innanzi ad instanzia del richiamante.
6) Dizion. 4° Ed. .
OTTUSITÀ, OTTUSITADE, e OTTUSITATE.
Apri Voce completa

pag.448



1) id: 47dca1effe8149868090ddc02d0d448c)
Esempio: Libr. Dicer. Chi ha mai tanta ottusità d'ingegno.
7) Dizion. 4° Ed. .
MANIFESTISSIMAMENTE
Apri Voce completa

pag.150



1) id: 5150f828e3b044aca40ec5fb874a44de)
Esempio: Libr. Dicer. G. S. Diede manifestissimamente a vedere.
8) Dizion. 4° Ed. .
LANGORE
Apri Voce completa

pag.16



1) id: 296dd499a4ef4d77acaea47a7f35d4a2)
Esempio: Libr. Dicer. Acciocchè sanasse tutti i nostri langori.
9) Dizion. 4° Ed. .
ADDOMANDAGIONE.
Apri Voce completa

pag.57



1) id: 71e8845a78244faebf3f175e4181a996)
Esempio: Feder. Imp. lett. Rinnuova sua addomandagione, che pur voleva, che in lui si compromettesse del fatto loro.
10) Dizion. 4° Ed. .
NARRAMENTO
Apri Voce completa

pag.317



1) id: 36c09264782246fb87f8bda53b4e9323)
Esempio: Libr. Dicer. Io ve ne farò un breve narramento.
11) Dizion. 4° Ed. .
ROVINOSO
Apri Voce completa

pag.276



1) id: 56abf8bcd6ab46ab9fd20e1a45de798d)
Esempio: Libr. Dicer. Lo 'mperio fia rotto di rovinosa tempesta.
12) Dizion. 4° Ed. .
BREVILOQUIO
Apri Voce completa

pag.467



1) id: 3fea94e9ad1b483e870ebbaa73dd9383)
Esempio: Libr. Dicer. E nel breviloquio de' filosofi si legge.
13) Dizion. 4° Ed. .
BIFORCATO
Apri Voce completa

pag.431



1) id: 4e38862ce42c4ff49638409a38c0070c)
Esempio: Libr. Dicer. La barba copiosa, e nel mezzo biforcata.
14) Dizion. 4° Ed. .
COMUNALMENTE
Apri Voce completa

pag.734



1) id: 7905234525ae4f93a8357ebaee17bc88)
Esempio: Libr. Dicer. A cui comunalmente tocca la nostra causa.
15) Dizion. 4° Ed. .
SPIGA
Apri Voce completa

pag.666



1) id: 540801f498294c509feba4883aa6cb61)
Esempio: Libr. Dicer. Per viva fame mangiavano essi le spighe verdi.
16) Dizion. 4° Ed. .
ANDATURA.
Apri Voce completa

pag.196



1) id: 06b14b27f9984f97a24279952593f852)
Esempio: Libr. Dicer. Imprese li suo' costumi, e andatura, e vizj.
17) Dizion. 4° Ed. .
OFFENDERE
Apri Voce completa

pag.389



1) id: 747d1adf1785411f960b37d02965132a)
Esempio: Libr. Dicer. Indarno credea, se credea di offendere agli Ateniesi.


2) id: 84d48c9a0d0e449d820071b84f5e6324)
Esempio: Libr. cur. malatt. Perchè le noci offendono alla testa.
18) Dizion. 4° Ed. .
VIVO.
Apri Voce completa

pag.297



1) id: a9f4ce2b67e040bab9dc1855eac4f120)
Esempio: Libr. Dicer. Per viva fame mangiarono essi le spighe verdi.
19) Dizion. 4° Ed. .
CONTASTAMENTO
Apri Voce completa

pag.782



1) id: 4bc1626c31494c94b686b7379f46ca81)
Esempio: Libr. Dicer. Sicchè non molto curava del contastamento de' pochi.
20) Dizion. 4° Ed. .
ORTICINO.
Apri Voce completa

pag.435



1) id: 75220b498fcd4a68bb71dde0062a6fbc)
Esempio: Libr. Dicer. Contento appieno dell'erbe del suo povero, e angusto orticino.