Lessicografia della Crusca in rete

Query: +None - Tempo di Ricerca: 749 msec - Sono state trovate 32028 voci

La ricerca è stata rilevata in 139816 forme, per un totale di 105937 occorrenze

4° Edizione
Diz Giu. totali
134933 4883 139816 forme
102905 3032 105937 occorrenze
Ordinamento delle voci: alfabetico punteggio
200) Dizion. 4° Ed. .
CANTATO.
Apri Voce completa

pag.539



1) id: c10517f79676436fba3abb95c0f9efde)
Esempio: Cas. son. 56. S'egli avverrà che quel, ch'io scrivo, o detto ec. Dalle genti talor cantato, o letto, Dopo la morte mia viva alcun giorno.


2) id: a72333b0aeeb4019b896ce5c82087941)
Esempio: Buon. Fier. 3. 3. 12. Sì par che al sonno alletti Quella canzona sua Cantata in quella guisa, e di quel tuono.


3) id: 64d93504e84d4d02bf94d3e04fa3b7c9)
Esempio: Stor. Eur. 3. 57. E udita quivi la messa più solennemente cantata, che sia possibile.
201) Dizion. 4° Ed. .
MERITATO
Apri Voce completa

pag.217



1) id: 38c4939d959e488b9c544b228d37d869)
Esempio: Cas. lett. 71. E certo io stimo, che sia maggior parte di virtù in desiderar gli onori meritati, e giusti, che di vizio in desiderarli stemperatamente.
202) Dizion. 4° Ed. .
VISITA.
Apri Voce completa

pag.286



1) id: 906621b93bdb40018d962f658cffb9fb)
Esempio: Cas. lett. 62. La quale stia sicura, che l'entrata di lor Magnificenze in Roma ec. e le visite private, e la compagnía sono state tutte laudatissime.


2) id: f3067065be3f4733962202055952ee26)
Esempio: Car. lett. 2. 243. Io ce l'inviterò per nobilitarla d'una tal visita.
203) Dizion. 4° Ed. .
APPREZZATO,
Apri Voce completa

pag.237



1) id: 30a1a58211ef4005b4a297be6085394d)
Esempio: Cas. lett. Io ho perduto per lungo spazio il piacere, che ora sento, d'esser amato, e apprezzato da sì nobil animo, e da sì gentile ingegno.
204) Dizion. 4° Ed. .
PANNO
Apri Voce completa

pag.479



1) id: 37aaac2c97e142e1ae793b7060dd81d3)
Esempio: Cas. lett. 70. Così come alcuni panni d'oro rilucono eziandío dal rovescio, così la magnanimità è in tanto luminosa, ch'ella fa risplendere ancora la sua avversa parte.


2) id: 0be897a1b02b4a4aab601e4b76f8a0ff)
Esempio: Varch. rim. burl. 1. 25. E non dice anche, ch'ei dette il buon anno A quell'ingegno sollecito, e destro, Che prese così ben pel verso il panno.


3) id: 4213197168674dd2b1d9a460836cd9c6)
Esempio: Lasc. Gelos. 2. 1. Vedi, ch'egli è pur vero, come si dice, i panni rifanno le stanghe.


4) id: a1342db5b33a49db8d19d642e212ead3)
Esempio: Cr. 9. 26. 2. Ma se fosse panno sopra gli occhi generato di nuovo, o invecchiato, si prenda osso di seppia, tartaro, ec.


5) id: 8ecccb9aae334408986ba8517f05a119)
Esempio: Petr. canz. 22. 5. Mai non m'abbandonate in questi panni (quì figuratam. e vale: finch'io viva)


6) id: cf68c6dc2a29469dbc7837e01ab96b81)
Esempio: Cecch. Esalt. cr. 2. 2. E guardisi anco al non mi Invitar, ch'i' non mi farò stracciare I panni.


7) id: 48a29a9bb1324ef598916f274568e057)
Esempio: Malm. 9. 65. Il tutto osserva, e scoppia dalle risa, Nè può per l'allegrezza star ne' panni.


8) id: 9af9c6b4be3b455c8db4485120d36733)
Esempio: Ciriff. Calv. 3. 95.Sicchè per nessun modo, in questo panno Non ci conosco taglio senza danno.


9) id: 05e6931962b24d29a9c3b4a4c8b3c47e)
Definiz: §. V. Panno lino, diciamo a tutto il Panno fatto di lino. Lat. pannum lineum. Gr. ῥάκος λίνεον.


10) id: 3e19c1c5e4eb4824926dbc67020a8b7d)
Esempio: Bocc. nov. 19. 23. Fattosi della sua camicia un paio di pannilini, e' capelli tondutosi, e trasformatasi tutta in forma d'un marinaro, verso il mare se ne venne.


11) id: f95c4321749946109eab0adadc19d2b2)
Esempio: Quad. Cont. E de' dare soldi 14. e mez. a fior. questo dì di sopra, i quali il Riccio Buonaguida da Firenze pagò per lui il mese di Maggio anni 308. per conciatura suoi foderi, e per cucitura due paia di pannilini.


12) id: d2fb4d4e463a4ae889e625bd0b5b0734)
Esempio: Salvin. disc. 2. 125. A lana è assomigliata la neve nel salmo ec. che il proverbio volgare ha corrotto dicendo: Domeneddio manda il freddo secondo i panni.
205) Dizion. 4° Ed. .
ASTRONOMICO
Apri Voce completa

pag.309



1) id: 9b5ffbf58cb1411e824b47603efbbf64)
Esempio: Maur. rim. burl. Benchè sia astronomico discorso.
206) Dizion. 4° Ed. .
CEMBANELLA.
Apri Voce completa

pag.614



1) id: 0dbfb3a8c537483ca345a4bbe34e9292)
Esempio: Ant. Alam. rim. burl. son. 9. Sonando cornamuse, e cembanelle.


2) id: d3fac7801f814460b5e5659b84d563c8)
Esempio: Ciriff. Calv. 2. 48. Tante trombette, e sveglie, e cembanelle, E tamburacci, e naccheroni, e corni Si sonavan, che ec.
207) Dizion. 4° Ed. .
DA LONTANO
Apri Voce completa

pag.5



1) id: 6d529cea01a343e3ae703845e0115135)
Esempio: Cas. lett. 56. Sempre sarò tutto di V. sig. come sono stato sempre ec. e tanto più, quanto ch'io veggo, ch'ella si degna aver memoria di me così lontano.
208) Dizion. 4° Ed. .
RAVVIARE.
Apri Voce completa

pag.79



1) id: dc8d7fa5895a4261b45d52839ae4efa3)
Esempio: Cas. lett. 67. Lo sviarsi è la più facil cosa, e quella, che si fa con meno considerazione di tutte l'altre, ma il ravviarsi poi è molto difficile.


2) id: 99ce940ae23140388650a857e8170cad)
Esempio: Salvin. disc. 2. 231. Dalle incerte sedi, nelle quali ella (l'accademia) si ragunava, a questo insigne luogo del generale antico studio Fiorentino per ispecial grazia la ravviò, e ridussela.
209) Dizion. 4° Ed. .
INCOMODO, e INCOMMODO
Apri Voce completa

pag.783



1) id: 019c0d15f5d0430187498cf1bfc88b86)
Esempio: Cas. lett. 70. Nondimeno è vizio, ed ha questo istesso incommodo più degli altri, che avendo, come ho detto, aspetto di virtù, può ingannare più agevolmente gli uomini.
210) Dizion. 4° Ed. .
LEALE
Apri Voce completa

pag.36



1) id: 267d5a201202497189b60d6e21a4a104)
Esempio: Cas. lett. 28. La mia ragione ec. è vinta dalla fraude, e dal torto di chi mi ha per modi poco legittimi, e leali spogliato del mio tant'anni.


2) id: 8809d2ec92a4480083cf5733b2d33096)
Esempio: Cecch. Inc. 5. 9. Non dubitar, ch'i' sarò leal zingano.
211) Dizion. 4° Ed. .
STANZA
Apri Voce completa

pag.708



1) id: c96354736bd2469087d25646c53b2294)
Esempio: Cas. lett. 18. Io ho di più pregato S. Ecc. che quando le piaccia di venire a Roma, mi faccia favore di venirsene alle sue stanze in palagio.


2) id: 5fb2f8486791471f8acc1fa3e564573a)
Esempio: Cas. lett. 73. Farete in modo con madonna Liona, che la vostra stanza costassù non le sia dannosa.


3) id: 6ead85ff9de64a64a33af9eeec7b10dd)
Esempio: E Petr. canz. 22. 3. E per ogni paese è buona stanza.


4) id: 86f610d704a5440f91d9ee4810508a83)
Esempio: G. V. 11. 57. 2. Non giugnendo la sua gente, dubitò della stanza.


5) id: 22192521c5084a90925c3e005f1732c3)
Esempio: E G. V. cap. 86. 1. La stanza non facea più per loro.


6) id: 579b87139ed24560bc0c4acacd166eb8)
Esempio: Petr. son. 313. E se la stanza Fu vana, almen sia la partita onesta.


7) id: c1c6b62b01704520836fed45879878c5)
Esempio: E Bocc. nov. 45. 3. Piacendogli la stanza, là con ogni sua cosa si tornò.


8) id: 23ebb9751d9e41a88be857bda71dc9f1)
Esempio: Franc. Barb. 70. 3. Nè piace servidore, Che poi fa lunga stanza in sul mangiare.


9) id: 7f53a20d7b014f3398c5756fd30f548f)
Esempio: Guar. past. fid. 5. 1. Per tutto è buona stanza, ov'altri goda, Ed ogni stanza al valentuomo è patria.
212) Dizion. 4° Ed. .
INCARTOCCIATO
Apri Voce completa

pag.769



1) id: 45e6b959185b41dd8c4632077a261653)
Esempio: Matt. Franz. rim. burl. 2. 111. Incartocciata com'un cialdoncino.
213) Dizion. 4° Ed. .
RAMMARICO.
Apri Voce completa

pag.58



1) id: 4aac0995dc77458180bb224ef0f9cee4)
Esempio: Cas. uff. com. 90. Emmi per questo paruto cosa degna dell'ufficio dell'uomo, e a me non disdicevole, operare sì, che, se possibile fia, cotai discordie, e rammarichi s'acquietino, e si lievino via.
214) Dizion. 4° Ed. .
SUSINA.
Apri Voce completa

pag.820



1) id: b63cf373dd554f4788ba6a996659d8c8)
Esempio: Cas. lett. 74. Non lo perder dunque, e non ispendere in ciriege, e in susine, nè in feste, ed amori di montagna sì bella, e sì cara occasione, e ventura.
215) Dizion. 4° Ed. .
INCANCHERARE, e INCANCHERIRE
Apri Voce completa

pag.766



1) id: bc57a69f8af34c7fbf484e7aa71153d0)
Esempio: Bronz. rim. burl. In modo sono incancherite l'ire.


2) id: c09c6b8e8fd748eb9dc1811db4590b44)
Esempio: Buon. Fier. 3. 3. 12. Lo 'ncancheri, e 'l punzecchi per promessa Cavarne o d'una vesta, o d'un gioiello.
216) Dizion. 4° Ed. .
CIONDOLONE, e CIONDOLONI.
Apri Voce completa

pag.669



1) id: 916105323c1e4a3ab4924d6a7fe91997)
Esempio: Fir. rim. burl. Un battaglio per aria ciondolone.
217) Dizion. 4° Ed. .
CAMPANILUZZO.
Apri Voce completa

pag.524



1) id: 762a71ad3ca3470b9155ac970aa5f3ef)
Esempio: Fir. rim. burl. Ch'ogni campaniluzzo se ne porta.
218) Dizion. 4° Ed. .
RIDONDARE
Apri Voce completa

pag.253



1) id: 466407d3d6c6486c8bd54b617002de4f)
Esempio: Cas. lett. 16. In questo credo, che consista la vittoria, la grandezza, esaltazione, e gloria di sua Maestà Cristianissima, la quale ridonderà sempre in V. Ecc. Illustrissima (cioè: si rifletterà, sarà attribuita)
219) Dizion. 4° Ed. .
ESERCITAZIONE.
Apri Voce completa

pag.308



1) id: 6647d26c99934a91920961019bc8afe8)
Esempio: Cas. lett. 75. Ma non basta mica questo, anzi è necessario, se voi volete, che questa vostra esercitazione sia declamazione, e non disputa, che voi vestiate quelle ragioni di belle parole.