Lessicografia della Crusca in rete

Query: +None - Tempo di Ricerca: 597 msec - Sono state trovate 29080 voci

La ricerca è stata rilevata in 111042 forme, per un totale di 81161 occorrenze

4° Edizione
Diz Giu. totali
109039 2003 111042 forme
79959 1202 81161 occorrenze
Ordinamento delle voci: alfabetico punteggio
200) Dizion. 4° Ed. .
DI PIÙ
Apri Voce completa

pag.136



2) id: 040cbdeec0d44fa4ae71292218f6c677)
Esempio: G. V. 10. 141. 3. Questi fue il maggior tiranno, e 'l più possente, e ricco, che fosse in Lombardia da Azzolino di Romano infino allora, e chi dice di più.
201) Dizion. 4° Ed. .
DI PO'.
Apri Voce completa

pag.136



2) id: 4f4cf38b8e474a02bc22b354e8bb2c31)
v. DI POI.
202) Dizion. 4° Ed. .
DI POCO
Apri Voce completa

pag.136



2) id: 21f6b0c527e34631b4540ec3036f8229)
Esempio: Dant. Inf. 9. Di poco era di me la carne nuda, Ch'ella mi fece entrar dentro a quel muro.


3) id: 45777f61f5334cc7b62ed5ad93ade372)
Esempio: G. V. 12. 8. 15. I più furono de' Grandi, che di nuovo erano stati rubelli, rimessi in Firenze di poco.


4) id: 904f1a748618474aa6599d62923afdc2)
Esempio: Bocc. nov. 20. 4. E di poco fallò, che egli quella una non fece tavola.


5) id: b77c83dcaf6c4e328d3bb60790678845)
Esempio: G. V. 9. 119. 2. Fu sconfitto, e atterrato, e fedito, e di poco scampò la vita.
203) Dizion. 4° Ed. .
DI POI
Apri Voce completa

pag.136



2) id: aa9ecd4d950e4fab9103531fefe94c08)
Esempio: Cron. Morell. Fecesi questo primo ufficio a mano, e di poi se ne fe borsa.


3) id: e30995689c3943a2845a0b73f4852161)
Esempio: Pallad. Se il vorrai fare ben capituto quello, che semini nella primavera, di poi d'Ottobre trapianterai.
204) Dizion. 4° Ed. .
DI POSTA
Apri Voce completa

pag.137



2) id: 2d58d0067e9045c7840f8948c09f6a48)
Esempio: Malm. 6. 83. Perciò manda Pedino là in campagna, Ch'ei giocherà di posta di calcagna.


3) id: 5844cc2b1b1a4d8b8618287b82cbed7b)
Esempio: Varch. stor. 7. 183. Non venendo dalla corruzione dell'aria, ma dalla contagione dei corpi, perchè non si vedeva, che assalisse altrui di posta, ma si appiccicasse di balzo a coloro ec.


4) id: 7746ebdd443b49cf952d0a7a470686d6)
Esempio: Alleg. 321. Affinchè questi, e quelle gli mettan di posta sotto la magistrale imperiosa lor disciplina.


5) id: 6eebca6b29d04bddb7bf8913ab122900)
Definiz: §. E per metaf. vale lo stesso, che Subito, Di subito. Lat. extemplò, confestim, e vestigio. Gr. παραυτίκα.


6) id: 1d6664abb729422a873bd2071835523c)
Esempio: Disc. Calc. 23. Sopra tutto si guardi dal fallo, il quale si commette ogni volta che la palla si fa di posta passar lo steccato della fossa.
205) Dizion. 4° Ed. .
DI PRESENTE
Apri Voce completa

pag.137



2) id: 0e75002143a04e8e809575712ba2e4f7)
Esempio: Galat. 23. Le inimicizie mortali nascono di presente.


3) id: 247d158bd1a9481287cc65fe32d306f8)
Esempio: Bocc. nov. 1. 17. E farebbe, che di presente gli sarebbe apportato.


4) id: 2a3afe4ab8744225bf09d3c4c0b2c091)
Esempio: E Cr. 9. 17. 1. Se non si soccorre di presente, subitamente morrà il cavallo.


5) id: 62481b54caa441c5b591c7d11d3cca37)
Esempio: Nov. ant. 59. 2. Se n'andóe di presente alla madre, e contólle tutta la 'mbasciata.


6) id: 20a4a098954744ed9b787fe36762e4d5)
Esempio: E Bocc. nov. 84. 4. Venne questa cosa sentita al Fortarrigo, il qual di presente fu all'Angiolieri ec.


7) id: 4bace557ebb64bbca1d45d76b87e477a)
Esempio: E G. V. 12. 48. 3. La qual civanza del detto pagamento si trova in Firenze di presente.


8) id: ef4c02c3377647328f4f15b16f9c6a3d)
Esempio: Cr. 2. 7. 8. Se si dividano oltre la midolla, la quale è in mezzo de' ramicelli, e saldinsi di presente, si varieranno i frutti.


9) id: 1cb26d444e2942efb52f7d5c1b7bcf81)
Esempio: G. V. 10. 181. 2. Nota, che pare, che avvegna nelle signoríe, e stati delle dignità mondane, che come sono in maggior colmo, hanno di presente la lor discesa, e rovina.
206) Dizion. 4° Ed. .
DI PRESENZA
Apri Voce completa

pag.138



2) id: 0ee8ecbc68be499ca77f0bfd1a5783aa)
Esempio: Guicc. stor. 15. 276. Potrebbe pure essere, che di presenza la facesse.
207) Dizion. 4° Ed. .
DI PRESSO
Apri Voce completa

pag.138



2) id: 1171ed9d5e254f628227191cf621d7f2)
Esempio: Nov. ant. 57. 5. Lasso, perchè non cadde mio cavallo, come quello del conte di Universa, sicchè la contessa mi fosse tanto di presso, quanto fu a lui.


3) id: d389783afeea4eca8c874f79e9674db1)
Esempio: Cron. Morell. Quasi nella fine del coro, cioè più di presso alla cappella maggiore.
208) Dizion. 4° Ed. .
DI PRESSO
Apri Voce completa

pag.138



2) id: a7913e42d45c4b309dea5da0538c8d9a)
Definiz: §. Di presso per In breve, Di quì, o Di lì a poco. Lat. brevi, non multo post. Gr. ἐν βραχεῖ.


3) id: 7d6d2cfe3fb145a0ac6e4503270e8541)
Esempio: Cr. 2. 7. 3. E la ragione di ciò è, che la polpa della carne de' frutti discorre, e viene di presso, ma la sustanzia de' midolli non può di presso discorrere.


4) id: a6d09e5aa853413d84734fadf3799fb6)
Esempio: Vit. S. Gio. Bat. Aspettavano fermamente di presso il Salvatore.


5) id: 58f229b952a94934982e249484d76425)
Esempio: Teseid. 2. 49. E esso Giacer farò con loro assai di presso.


6) id: 5c86a3e5eb014a1ca9dc512e27803e2e)
Esempio: Dant. Inf. 12. Lo mio Maestro disse: la risposta Farem noi a Chiron costà di presso.
209) Dizion. 4° Ed. .
DI PRESTO
Apri Voce completa

pag.138



2) id: f99fe5e014684be1ac5e7d78ef211880)
Definiz: Posto avverbialm. vale lo stesso, che Di corto, In breve. Lat. brevi.


3) id: 10c183f278194bf1a6d3c1460844e9a6)
Esempio: Rim. ant. Guitt. 95. Che se di presto non son ritornato, Eo moriraggio.
210) Dizion. 4° Ed. .
DI PRIA
Apri Voce completa

pag.138



2) id: 78fde2a411a244169a5443a57c967248)
Definiz: Lo stesso che Di prima. Lat. prius. Gr. πρίν.


3) id: ddd0edfdb4b849a4ac826276c134c700)
Esempio: Dant. Inf. 24. Ch'era ronchioso, stretto, e malagevole, Ed erto più assai, che quel di pria.
211) Dizion. 4° Ed. .
DI PRIMA
Apri Voce completa

pag.138



2) id: 801652a2d87f4de28f29fd27d1454d8c)
Esempio: G. V. 10. 170. tit. Come di prima il Re Giovanni di Buemme passò in Italia.


3) id: 640380e2490d426883cd7e3365de291c)
Definiz: §. Di prima, vale anche La prima volta, Primieramente. Lat. primitus, primum.


4) id: 9725426bb37b4cbd8acfa9b43ee1a890)
Esempio: Nov. ant. 61. 11. Ritornò in sua grazia, come era di prima.


5) id: 6904cb4f102f4a909517388a3697e1d7)
Esempio: Pass. 351. Come sarebbe entrare ad abitare di prima in casa nuova.


6) id: b20214ea0e6944ca89a481d7e294026e)
Esempio: Dant. Purg. 15. Quand'io sentì a me gravar la fronte Allo splendore assai più, che di prima.


7) id: b66c8814e0344018baa7184908b174af)
Esempio: G. V. 12. 75. 1. E sommosse tutto 'l suo reame, ed i suo' amici per raunar gente maggiore, che di prima.
212) Dizion. 4° Ed. .
DI PUNTA
Apri Voce completa

pag.138



2) id: a2ab4cdca2764502a35bdcc3f5bb35fd)
Esempio: Malm. 3. 70. Fa di mestieri battere il taccone, Come a costei, che or viensene di punta.


3) id: 643f7f88a3c14895a17e968451258974)
Esempio: Tass. Ger. 20. 34. D'un mandritto Artaserse, Argeo di punta, L'uno atterra stordito, e l'altro uccide.
213) Dizion. 4° Ed. .
DI QUÀ
Apri Voce completa

pag.138



2) id: d132654da5ee4af8b7e41ee5653ec519)
Esempio: Dant. Inf. 5. Di quà, di là, di su, di giù gli mena.


3) id: 1587c3d6968b4ba0845b3b9a0efd722b)
Esempio: Bocc. nov. 55. 6. Venendo di quà allo 'ncontro di noi un forestiere ec. credi tu, che egli credesse, che tu fossi miglior dipintor del mondo, come tu se?


4) id: 55f58edf800a4d9c9246ce8146f145f8)
Esempio: Bocc. nov. 30. 11. Il qual motto passato di quà da mare ancora dura.


5) id: a1abf805a99f4499888b94ceb389b6a7)
Definiz: §. E in forza di preposizione col sesto caso. Lat. cis, citra. Gr. ἔντος, ἐπὶ τάδε.


6) id: 01bed1105aaa4fb1a5f0be448a0115f4)
Esempio: Sen. ben. Varch. 2. 17. Allora dura il giuoco, quando ella (la palla) tralle mani dell'uno, e dell'altro va or di quà, e or di là bene da questo mandata, e bene da quello ricevuta.


7) id: cd32ff89100d4d36b2c60c07a94ad691)
Esempio: Petr. canz. 5. 4. Con tutti quei, che speran negli Dei Di quà dal mar, che fa l'onde sanguigne.
214) Dizion. 4° Ed. .
DI QUANTO
Apri Voce completa

pag.138



2) id: fd0065eef9a0461794c9a356dea914b8)
Esempio: Sen. Pist. Ma aguale conviene, che i guernimenti di tanto sieno più forti, di quanto più forza sono le cose, che ci assaliscono.
215) Dizion. 4° Ed. .
DI QUETO
Apri Voce completa

pag.138



2) id: 1046a868554b44788089bdd100127c99)
Esempio: G. V. 6. 19. 4. Federigo, che di queto si credeva entrare in Roma, temette del popolo di Roma, e ritrassesi in Puglia.
216) Dizion. 4° Ed. .
DI QUÌ
Apri Voce completa

pag.138



2) id: 11b82e4d68d24533ae229812ac3695a6)
Esempio: Bocc. nov. 93. 10. Tu puoi di quinci vedere forse un mezzo miglio vicin di quì un boschetto.


3) id: 3dd7d5b9bf2c474180ec970d6d25de6a)
Definiz: §. È anche avverb. di tempo, e vale Da quest'ora.


4) id: f3c22e6d425f4c119a56b43e5b185925)
Esempio: Bocc. nov. 39. 7. Donna, io ho avuto da lui, che egli non ci può essere di quì domane.
217) Dizion. 4° Ed. .
DI QUINCI
Apri Voce completa

pag.138



2) id: be48b77ed9f5427cab56dd1e8e9c1f61)
Definiz: Lo stesso, che Di quì, avverb. di luogo. Lat. hinc. Gr. ἔνθεν.


3) id: f26442a950954720b0ce7d76fc1b3c9f)
Esempio: Bocc. nov. 93. 10. Tu puoi di quinci vedere forse un mezzo miglio vicin di quì un boschetto.


4) id: c2fd52623a694eb198e84013f40ea5e4)
Esempio: Lab. 21. Di quinci alle perpetue cose della natura venimmo.


5) id: e5f3aa3a98f0466d9b24578297fc886e)
Esempio: Rim. ant. M. Cin. 49. E dice: s'io non vo di quinci fore, Tu ne morrai.
218) Dizion. 4° Ed. .
DI QUINDI
Apri Voce completa

pag.138



2) id: 3ac8f916f90640c3a236d67156c85029)
Esempio: E Bocc. nov. 80. 33. E di quindi buona, e intera ragione rimandò a Firenze a' suoi maestri.


3) id: b91a432e28aa47c39bce4ffc6a6b6394)
Definiz: Avverb. di luogo, vale Di quel luogo. Lat. illinc, inde. Gr. ἐκεῖθεν.


4) id: 19f0a4e83b4f482b9ce7d68c6a6a62be)
Esempio: Lab. 28. Nè ec. poteva discernere d'onde io di quindi potessi uscire.


5) id: 5640e1f00a9e4944b1f40c139860d292)
Esempio: Bocc. nov. 17. 59. Quattro uomini in quell'ora di quindi passavano a cavallo.


6) id: 92aa8cb412674b90829f06049eb9de96)
Esempio: E Bocc. nov. 27. 6. Egli vide le finestre, e le porte, ed ogni cosa serrata, di che egli dubitò forte, ch'ella morta non fosse, o di quindi mutatasi.


7) id: d1dd020125ab42298647c50cd688759b)
Esempio: Cr. 3. 15. 2. Di quindi al mezzo d'Aprile infino alla fine d'Aprile è ottimo il seminare.
219) Dizion. 4° Ed. .
DI RADISSIMO
Apri Voce completa

pag.138



2) id: 95c0db6217cc4ca0a17564a409f61f8e)
Definiz: Superl. di Di rado. Lat. rarissimè.


3) id: 8670713beb4443238d241100baebbb0e)
Esempio: Red. cons. 1. 257. Se talvolta ha vomitato, il che avviene di radissimo, le materie sono state viscose.