Lessicografia della Crusca in rete

Query: +None - Tempo di Ricerca: 519 msec - Sono state trovate 29080 voci

La ricerca è stata rilevata in 111042 forme, per un totale di 81161 occorrenze

4° Edizione
Diz Giu. totali
109039 2003 111042 forme
79959 1202 81161 occorrenze
Ordinamento delle voci: alfabetico punteggio
100) Dizion. 4° Ed. .
DI
Apri Voce completa

pag.85



2) id: 4b3c8978c49749809d953be929315a65)
Definiz: In vece di Per.


3) id: 4957514a0610478fbce77ceb87ced335)
Esempio: G. V. 9. 304. 2. Consigliavano di porsi a santa Maria a monte ec. e di fermo era il migliore.


4) id: 3a1a867d36bf443795168d3691206453)
Esempio: Liv. M. Ma elli piagnea, e di grande pietà non potea motto fare.


5) id: 9a72243d6a6d442697ab9bd8859072e3)
Esempio: Cavalc. med. cuor. Mal finiscono, se Dio di grazia non gli ricovera a penitenzia.


6) id: 9be457664ec64c14b2aab7b312e55fb5)
Esempio: E G. V. 11. 6. 7. E di certo se Papa Giovanni fosse più lungamente vivuto, egli averebbe aoperato ogni abbassamento, e dannaggio de' Fiorentini.
101) Dizion. 4° Ed. .
DI
Apri Voce completa

pag.85



2) id: 174b5fc9f9b24db5b108bc902fe976fa)
Definiz: In luogo di Per mezzo di, Per via di. Lat. ex.


3) id: 4a3d85ca64d748e582f4349ce562cacd)
Esempio: G. V. 9. 263. 1. Carlo il giovane ec. sposò, e tolse per moglie la figliuola, che fu di messer Luis di Francia fratello di padre, ma non di madre, che fu del Re Filippo suo padre.
102) Dizion. 4° Ed. .
DI
Apri Voce completa

pag.85



2) id: e65ca7bcfe2f4b15bc31fbdfcc5568fc)
Esempio: Dant. Conv. 90. Ciascuno è certo, che la natura umana è perfettissima di tutte le altre nature di quaggiù.


3) id: bad6465e433843fd9e89b698c9ed5a5c)
Esempio: Filoc. 6. 87. E fra se disse: nobilissimo, e cortesissimo giovane è costui, di quanti io mai ne vedessi.
103) Dizion. 4° Ed. .
DI
Apri Voce completa

pag.85



2) id: 18bbbd1912ec45799b79ba13c1bdd206)
Esempio: Pass. E di questo parleremo più distesamente, quando tratteremo della contrizione.


3) id: 0ebb462095cf4d80a6374ad2ed7465e7)
Esempio: Bocc. nov. 99. 26. Avvenne un giorno, che ragionando con lui il Saladino di suoi uccelli, messer Torello cominciò a sorridere.
104) Dizion. 4° Ed. .
DI
Apri Voce completa

pag.85



2) id: e3c8103c68de4e44b7e83c12c80b485e)
Definiz: In vece di Che. Lat. quam. Gr. .


3) id: b4d92cdd3d8b4c51babb60c24655bbd4)
Esempio: G. V. 3. 1. 5. Cominciarono a rifare la nostra nobile città di Firenze, non però, che fosse della grandezza di prima.


4) id: 205bbf5097654aaf85f0564db105fc0c)
Esempio: Fr. Giord. Pred. S. Che non ha più figliuoli di lui.
105) Dizion. 4° Ed. .
DI
Apri Voce completa

pag.85



2) id: 4cae2d18620b40ba8320b0b40f80aabe)
Definiz: In sentimento di Contrassegno, o di Titolo, ma coll'articolo unito insieme.


3) id: 3ecee48f512e466998202160ab94d774)
Esempio: Din. Comp. 1. 22. Di popolani furono ec. quelli della Botte.
106) Dizion. 4° Ed. .
DI
Apri Voce completa

pag.85



2) id: aa08419396df46fcbeba4048a195bd0e)
Esempio: Dant. Inf. 26. S'i' meritai di voi, mentre ch'io vissi, S'i' meritai di voi assai, o poco.
107) Dizion. 4° Ed. .
LEVATA
Apri Voce completa

pag.58



1) id: 25f95183b74849968737f6b0d38d9fa5)
Esempio: Capr. Bott. 5. 80. Ma che farò io poi? egli è tanto di quì a levata di sole, che mi rincrescerà.


2) id: ef6e92644e194a08b6a5e8d41f012c83)
Definiz: §. II. Di poca levata, o di gran levata; vale Di poca, o di grande importanza. Lat. res parvi, aut magni momenti, aut ponderis. Gr. πρᾶγμα πολλοῦ, ἢ βυαχέως ἄξιον.
108) Dizion. 4° Ed. .
SUDARE.
Apri Voce completa

pag.797



1) id: 009f8b9165b143ffbf09a14d3b26f2f0)
Esempio: Bocc. nov. 80. 10. Quivi, poichè di sudare furon restati, dalle schiave fuori di que' lenzuoli tratti, rimasono ignudi negli altri.


2) id: bc24172530884dfea4f51b810a6c83cc)
Esempio: Burch. 1. 41. E quando un uovo suda, To' di quell'acqua, e fregatela agli occhi.
109) Dizion. 4° Ed. .
TRASORIERE
Apri Voce completa

pag.137



1) id: ba865602180942c682e7dd8c03a5b592)
Esempio: Bocc. nov. 80. 19. Era quivi in que' tempi nostro compar Pietro dello Canigiano trasorier di Madama la 'mperadrice di Costantinopoli.
110) Dizion. 4° Ed. .
GUALDO
Apri Voce completa

pag.684



1) id: 5e6c8efa8e6c4df893f790588d5877ac)
Esempio: Ciriff. Calv. 3. 80. Un manigoldo, ch'era pien di gualdi, Gli punzecchiava il cul con uno stecco.
111) Dizion. 4° Ed. .
ESECUZIONE.
Apri Voce completa

pag.306



1) id: dc081cdfa3734de1aa9b04d29f860deb)
Esempio: Bocc. nov. 80. 35. E la sagacità di Salabaetto, che non fu minore a mandarlo ad esecuzione.


2) id: b7ea947bb86443e0bd2162bc50973855)
Definiz: §. Per Effetto di punizione. Lat. poena irrogatio. Gr. ζημίας ἐπίθεσις.


3) id: 37d0511c5ef4426dbd05d48158a51c9e)
Esempio: Maestruzz. 1. 13. In prima, perchè in vergogna di se costui fu ordinato, dee essere sospeso dall'esecuzione di quell'ordine infino alla legittima etade.


4) id: 5149b880783245859021309b6b1dda8a)
Esempio: Cron. Morell. I quali tutori sieno tenuti di levare a volontà di coloro, a cui è commesso l'esecuzione ne' detti testamenti, convertendosi veramente nelle dette esecuzioni.


5) id: 405e6a5313c74b46b1a922b7b0b46517)
Esempio: E Bocc. Test. 3. A' quali do piena balía, ed autorità di vendere ec. quello, che conosceranno essere opportuno alla detta esecuzione, in loro per me fatta.
112) Dizion. 4° Ed. .
LEGAGGIO
Apri Voce completa

pag.38



1) id: a78b62ec6ec248f9bbe7975e0ba7c0f0)
Esempio: Bocc. nov. 80. 5. E dato il legaggio di quelli a' doganieri, gli mise in un magazzino.
113) Dizion. 4° Ed. .
SERVIDORE
Apri Voce completa

pag.491



1) id: ccd863f129c14d92b68b989adfaacfcc)
Esempio: E Bocc. nov. 80. 19. Per mostrarsi bene liberalissimo suo servidore.
114) Dizion. 4° Ed. .
CON TECO
Apri Voce completa

pag.784



1) id: 04b9fc7e46064baca1ad04ff2d0e542a)
Esempio: Bocc. nov. 80. 26. Spero d'aver assai buon tempo con teco.
115) Dizion. 4° Ed. .
VISCERA, e VISCERE.
Apri Voce completa

pag.285



1) id: 89ffa52d4b8347a29cfdd62e5cfa795d)
Esempio: Varch. rim. Past. 80. Le viscere al gran Dio lieto raccolse.


2) id: 49c79a30a909412a8a41159da5221e7c)
Definiz: §. II. Per similit. vale Parte interna di checchessia.


3) id: c2d6a0179ee0442cb26ffa6e656d8cca)
Esempio: Salvin. disc. 1. 422. Egli è, che coll'acume di suo conoscimento scrutina i cuori, penetra ogni nascondiglio di quelli, ogni viscera, e va ricorcando le midolle, e l'ossa.
116) Dizion. 4° Ed. .
VEZZATAMENTE
Apri Voce completa

pag.257



1) id: d2e202f41d904212831b3b988c51bc8f)
Esempio: Bocc. nov. 80. 28. Rincominciò Salabaetto vezzatamente ad usar con lei.
117) Dizion. 4° Ed. .
DA
Apri Voce completa

pag.2



1) id: 67ada60dd56f46b883fcf570424c4d7a)
Definiz: In vece di Di.
118) Dizion. 4° Ed. .
A
Apri Voce completa

pag.2



1) id: cfb64625894b46d2b3dbc5f5ed3eaac0)
Definiz: in vece di DI.


2) id: 121fa2acad4142049520106644ae0829)
Esempio: Bocc. nov. 29. 15. In abito di peregrini ben forniti a danari, e care gioie.
119) Dizion. 4° Ed. .
STRUGGERE.
Apri Voce completa

pag.782



1) id: f15cb467995743f9817d948cc60ef780)
Esempio: Ricett. Fior. 80. Lo struggere è differente dal dissolvere, perchè si strugge sempre col caldo, o di fuoco, o di Sole, o di cose riscaldate per putrefazione.


2) id: 3e40d36ea943469b99f5bf4b433cafee)
Esempio: E Bocc. nov. 80. 11. Al quale pareva, che costei si struggesse tutta per suo amore.


3) id: 7ada5bbb6b324a03afb36aec9425d576)
Esempio: Stor. Pist. 33. Ordinaro insieme di volere struggere in tutto la città di Pistoia, e assediarla.


4) id: 84e7b6da59c0476cb33172a3abdf63d7)
Esempio: Ar. Cass. 1. 4. Or come Tantalo Sarò nell'acqua sino al mento, e struggere Mi lascerò di sete?


5) id: ecf3aa0a97384aad83d55f2de79d10f6)
Esempio: Sagg. nat. esp. 111. Così ci accorgemmo, che quel, che aveva strutto sì velocemente il piccolissimo pezzuol di neve nella prima esperienza, era stato l'argento, e non altrimente il voto.