Lessicografia della Crusca in rete

Query: +None - Tempo di Ricerca: 629 msec - Sono state trovate 30384 voci

La ricerca è stata rilevata in 145427 forme, per un totale di 113410 occorrenze

4° Edizione
Diz Giu. totali
141214 4213 145427 forme
110830 2580 113410 occorrenze
Ordinamento delle voci: alfabetico punteggio
140) Dizion. 4° Ed. .
AL POSSIBILE.
Apri Voce completa

pag.134



1) id: fadabdc5da3941f182b7ec95fb11c52c)
Esempio: Tac. Dav. vit. Agr. 392. Giulio Frontino valoroso resse bene al possibile quel carico.
141) Dizion. 4° Ed. .
MENOMO
Apri Voce completa

pag.208



1) id: 9555d598698a48b0a094a1a860ca09d8)
Esempio: Tac. Dav. ann. 1. 15. Portand'egli, per aggraduirsi i soldati menomi, i loro calzari.


2) id: 25af3d321e08435e9170fecd48efc49e)
Esempio: E Tac. Dav. stor. 5. 363. Ancor per mostrarsi maggiore compariva adorno, e pronto nell'armi, affabile, e attrattivo si mescolava tra i menomi a lavorare, e marciare.
142) Dizion. 4° Ed. .
STIACCIA.
Apri Voce completa

pag.741



1) id: 04ba453b9d884ae29fc1603840eae910)
Esempio: Dav. Oraz. Gen. delib. 148. E noi potremmo trovarci alla stiaccia.


2) id: 45128e1908e14aac9106e2de9fe13823)
Esempio: Buon. Fier. 2. 5. 7. E 'l peso sopra i petti lor rivoltosi Fece di lor non molto dolce stiaccia.


3) id: b58ef654cbe84513ab54ccc1440250f6)
Esempio: Buon. Fier. 4. 1. 12. Parti, o di questo mur, che ti sta 'n faccia, T'aspetta di restar tosto alla stiaccia.


4) id: 087817b9c76248c884afb1f14bfb8df1)
Esempio: Malm. 7. 24. E che sia il vero, fede ve ne faccia Il Garani scampato dalla stiaccia.


5) id: ee059daba62845feb16b2f61ddc28db2)
Esempio: Buon. Fier. 2. 3. Cor. Nelle cui dure braccia La colse il zoppo alla 'ngegnosa stiaccia.
143) Dizion. 4° Ed. .
DISCOLPAMENTO
Apri Voce completa

pag.162



1) id: 170d819590ef4fdebc286bc2782f226d)
Esempio: Tac. Dav. stor. 3. 352. E questo fu il principio del loro discolpamento.
144) Dizion. 4° Ed. .
FRUSTATO
Apri Voce completa

pag.537



1) id: 1159e180679944dfbe3308b803d13fb6)
Esempio: Tac. Dav. stor. 3. 325. Giuliano fu menato frustato, scannato a L. Vitellio.
145) Dizion. 4° Ed. .
MACCA
Apri Voce completa

pag.107



1) id: 0b9d2509de3a48f39fd940f455027221)
Esempio: Tac. Dav. stor. 3. 317. Alla macca di cotali larghezze correva il volgo.


2) id: 1e1a8499013b4749a79401f6685a6f09)
Esempio: Malm. 1. 76. Si cala al buon mercato, a quella macca.


3) id: a814da5a43bb4a4cbfa4c3edd6c4094f)
Esempio: Burch. 1. 128. Innanzichè la cupola si chiuda Certo sarà gran macca di starnoni.
146) Dizion. 4° Ed. .
SCOMPARTITO.
Apri Voce completa

pag.406



1) id: 5a2a9fa614c34035aeabda25ca7ebf17)
Esempio: Tac. Dav. stor. 3. 309. Pose alle trincée, e porte le legioni scompartite.


2) id: cc1db5f19c9e43edbfc977fd3e042eda)
Esempio: Red. Oss. an. 22. La parte, che posa nel lato destro, trovasi per lo più scompartita in tre lobi.
147) Dizion. 4° Ed. .
INGENUAMENTE
Apri Voce completa

pag.831



1) id: 3c689cd8e8904e27b48bef107a260dfc)
Esempio: Tac. Dav. Perd. eloq. 415. Bruto solo scoprisse il giudicio, e nobile animo suo ingenuamente.


2) id: 69bff1d8819344a49556b84edb2ef262)
Esempio: Serd. stor. 4. 147. Confesserò ingenuamente, o Portughesi, come la cosa sta.
148) Dizion. 4° Ed. .
INTANARE
Apri Voce completa

pag.871



1) id: 23799364d85a4ee0b1afe28824463311)
Esempio: Tac. Dav. ann. 2. 54. Allora i Cilici, voltate le spalle, intanano nel castello.


2) id: 146911b1723145f8acf80c09a9f381e0)
Esempio: Varch. Suoc. 3. 2. Non fu prima giunto, che intanò là.
149) Dizion. 4° Ed. .
INALBERATO, e INNALBERATO
Apri Voce completa

pag.759



1) id: c524a2c5584c46a384b15624cf7519fd)
Esempio: Tac. Dav. ann. 2. 35. Alcuni con laida fuga inalberati s'appiattarono fra i rami.
150) Dizion. 4° Ed. .
INARPICARE, e INNARPICARE
Apri Voce completa

pag.762



1) id: af4d7e66bb2d4fafb4a8c98b1c8c5a86)
Esempio: Tac. Dav. ann. 1. 24. Scassano i fossi, riempionli di fascine, innarpicano sullo steccato.


2) id: 93786338d43b4dc48628cd4a1ac1f796)
Esempio: E Tac. Dav. ann. 11. 139. Dicono, che Vezio Valente per capriccio inarpicò sopra un alto arbore.
151) Dizion. 4° Ed. .
REMEGGIO.
Apri Voce completa

pag.99



1) id: d489b62584fa4e4d82e6bafee13937e9)
Esempio: Tac. Dav. stor. 3. 415. Avendo due prúe eguali, e remeggio a ogni mano.


2) id: 8edb946828a94b3096e35ce28dbbf924)
Esempio: E Tac. Dav. stor. 5. 371. Mise in battaglia la sua, minore di numero, ma di remeggio, governo, e grandezza di navi superiore.
152) Dizion. 4° Ed. .
ATTUTATO
Apri Voce completa

pag.325



1) id: bcbaeceb200a431794608386d2d576a5)
Esempio: Tac. Dav. stor. 2. 281. Messe le scolte, attutati i soldati da Annio Gallo.
153) Dizion. 4° Ed. .
ACCANIRE.
Apri Voce completa

pag.24



1) id: 4a6b620d79a04cf0bae1b05e5416cbab)
Esempio: Tac. Dav. ann. 4. 95. Sentendosi Cesare dirsi troppo crudo nel punire, più s'accanì.
154) Dizion. 4° Ed. .
SAGRAMENTARE.
Apri Voce completa

pag.298



1) id: 707074c54e36489bbd8c9c2e018e7a5e)
Esempio: Tac. Dav. ann. 4. 90. Sagramentava Cornuto essere innocente (il T. Lat. ha adseverabat)


2) id: 9b4d1101ba1b43a5ba25d641c144b69b)
Esempio: Bern. Orl. 1. 20. 59. Sagramentando di nuovo a Macone, Che ne farebbe Angelica pentire.
155) Dizion. 4° Ed. .
AGGIORNARE.
Apri Voce completa

pag.85



1) id: c72963580b914d72b21949c5bf4700bb)
Esempio: Tac. Dav. ann. 4. 87. Cesare disse, che l'aggiornare le parti stava a' Magistrati.


2) id: 81d526ed8a3145f89d71604fb741bd8f)
Esempio: E Liv. M. appresso: Quando egli s'aggiorna, i Romani s'avacciarono un poco più d'ordinare loro battaglie.
156) Dizion. 4° Ed. .
CIPIGLIO.
Apri Voce completa

pag.670



1) id: 37cf7317a08548c9964c409bb5431dd9)
Esempio: Tac. Dav. ann. 4. 101. Tiberio sempre il guardava con cipiglio, o ghigno falso.


2) id: f7a31c56e16a4f929a3e7bf12594f52d)
Esempio: Malm. 4. 80. Si prova a far cipiglio, e bocca bieca, Nè men questa è però buona ricetta.
157) Dizion. 4° Ed. .
INSOLENTIRE
Apri Voce completa

pag.864



1) id: dd43d765ea614b9aa4a2673a37cda882)
Esempio: Tac. Dav. ann. 2. 53. Plancina insolentisce, scaglia via il bruno per la sorella.


2) id: e828bfdb90d24cf3add3cc475984bd84)
Esempio: E Tac. Dav. stor. 1. 257. Mentre bruttamente i capi contendono, l'esercito insolentì.


3) id: d9a3e38c3e1649b880d3b4f2dd48b4cb)
Esempio: E Tac. Dav. ann. 16. 227. Credersi, che Didone ec. nascondesse quel tesoro, perchè quel nuovo popolo non insolentisse per la troppa ricchezza.
158) Dizion. 4° Ed. .
SCEMPIEZZA
Apri Voce completa

pag.374



1) id: 23c16e4650034086bef97d2a201096cc)
Esempio: Tac. Dav. ann. 2. 38. Cotali scempiezze, e vanità da increscer buonamente di lui.
159) Dizion. 4° Ed. .
CARRUCOLARE.
Apri Voce completa

pag.576



1) id: bed9de23f9934aeea7c5737f89c598a4)
Esempio: Tac. Dav. ann. 2. 51. Lui se riconoscente, e scontorcente carrucolò nelle forze Romane.


2) id: 13ba8506d01b4e4b960fe1b58a2029f9)
Esempio: E Tac. Dav. ann. 4. 91. Costui, come è detto, avea carrucolato, e poi accusato Libone.