Lessicografia della Crusca in rete

Query: +None - Tempo di Ricerca: 815 msec - Sono state trovate 29556 voci

La ricerca è stata rilevata in 136180 forme, per un totale di 105202 occorrenze

4° Edizione
Diz Giu. totali
132424 3756 136180 forme
102868 2334 105202 occorrenze
Ordinamento delle voci: alfabetico punteggio
180) Dizion. 4° Ed. .
IMPOSTA
Apri Voce completa

pag.750



1) id: 22f08cff13714eb6b2b31ac7455e404b)
Esempio: Fir. As. 21. Gli arpioni ritornarono alle bandelle, le 'mposte a' loro regoli.


2) id: e5b597e8e0ab42c59b63adbba6fa9b7d)
Esempio: Buon. Fier. 4. 1. 1. Anticamente imposta D'una verace, e naturale stalla.
181) Dizion. 4° Ed. .
IMPRIMA
Apri Voce completa

pag.753



1) id: a9b8b559cfab40719d61f5fbca3842a1)
Esempio: Fir. As. 84. Il quale ec. avendo io imprima abbracciato, e baciato ec.
182) Dizion. 4° Ed. .
IMPENNATO
Apri Voce completa

pag.738



1) id: d327ae16f10d47589c49031f9696bfa1)
Esempio: Fir. As. 185. Poco fa vinceva egli la celerità dell'impennato cavallo di Pegaso.
183) Dizion. 4° Ed. .
GENTILMENTE.
Apri Voce completa

pag.588



1) id: f894fe3718ab4cc28720a2107d375d98)
Esempio: Fir. As. 198. E datosi da fare per casa, gentilmente il tutto amministrava.


2) id: 1090f481f8cd4e9896b6a263666f4c21)
Esempio: E Firenz. As. d'oro. 299. Se io, come da principio, con un poco di avvertenza fussi andato così gentilmente delle molte cose, che vi erano, togliendone dove una, e dove un'altra ec.


3) id: 043ee8abb53f45219ec0eafa51d7056e)
Esempio: Red. lett. 1. 41. Quest'è un'acqua gentilmente salata.


4) id: 64b0aa0239b04efea237a911ba47a0da)
Esempio: E Red. cons. 2. 32. Si irrori gentilmente con aceto di vino fortissimo.
184) Dizion. 4° Ed. .
INEFFICACE
Apri Voce completa

pag.806



1) id: 05b40091ec814de1a8ebfda8bfb56988)
Esempio: Fir. As. 261. Contro alle inefficaci diligenze, e vane gelosíe de' mariti costantissimo.


2) id: 122955cc4fc04255bf562ea65af2e8de)
Esempio: Boez. Varch. 5. 6. Nè sono in Dio poste indarno le speranze, e preghiere di noi mortali, le quali quando diritte sono, essere inefficaci non possono.
185) Dizion. 4° Ed. .
GIURO.
Apri Voce completa

pag.629



1) id: ee7caae72c674b8ab33a191beab4acf2)
Esempio: Fir. As. 213. Ma poco profittavano le sue parole, e i suoi giuri.


2) id: de04dbb4aad040f0bbe7d99f1fd74654)
Esempio: E Firenz. As. d'oro. 262. E con molti giuri, e saramenti raffermando que' suoi minacci, se n'andò a suo viaggio.


3) id: 72c9902a19b5405f98445d560870055a)
Esempio: E Trin. 4. 6. Costui giurerebbe, ch'i' fussi un altro Iddio; che be' giuri!
186) Dizion. 4° Ed. .
INCIPRIGNIRE
Apri Voce completa

pag.779



1) id: dbc25b7df9bd43dfbb94ee0bc1216893)
Esempio: Fir. As. 167. Qualche lussurioso disordine non fosse cagione, che la ferita inciprignisse.


2) id: 3f4e369f4f464ac786d89cc3e9c496ec)
Esempio: Red. Vip. 2. 19. Ancorchè le ferite inciprignissero, e facessero marcia.


3) id: 0c0d0998a67f436baa4a713c803adbc9)
Esempio: Pataff. 1. Che se' inciprignito, e stramazzato.


4) id: 690cd6c0798847ddac83e8f102c8edb5)
Esempio: Varch. stor. 8. 204. Per non asperarlo, e farlo più di quello, ch'e' si fosse, inciprignire ec.
187) Dizion. 4° Ed. .
ORSU.
Apri Voce completa

pag.435



1) id: e0ec7796d1e04cc7bff5215f7d35adf7)
Esempio: Fir. As. 68. Orsù, giovani, assaltiamo virilmente, e con allegra fronte questi dormiglioni.


2) id: 3e5b98aae228465da607a43db785de22)
Esempio: E Firenz. As. d'oro. 80. Orsù io posso adunque annoverare questa prima boria delle mie virtù, a comparazione d'una delle dodici di Ercole.


3) id: ee194e7a7b9947dc8293046a9819a8cc)
Esempio: Ambr. Bern. 1. 3. Orsù lascinsi Le cirimonie, e udite.
188) Dizion. 4° Ed. .
ADITO.
Apri Voce completa

pag.63



1) id: 3cf78e9cb70d41efbbc7c77e7ae39f8b)
Esempio: Fir. As. 322. E ne dava per questo libero adito a' miei pensieri.
189) Dizion. 4° Ed. .
ALLIBBIRE.
Apri Voce completa

pag.127



1) id: 98606eedb65b48c98821d7b57702e1f6)
Esempio: Fir. As. 255. Nè allibbì almanco per lo discoprimento di così fatto sagrilegio.
190) Dizion. 4° Ed. .
GIOVININO.
Apri Voce completa

pag.614



1) id: 650009f992a94d66acafd4b179307cf4)
Esempio: Fir. As. 147. Traboccava di letizia a vedere il giovinin corpo, e delicato.
191) Dizion. 4° Ed. .
MORDACE
Apri Voce completa

pag.283



1) id: 89cf43900586452bb933cf348c59db1a)
Esempio: Fir. As. 69. Con mordace bocca mi si era avviluppato intorno a' piedi.


2) id: 82982facf92b48eebaf390195847f13f)
Esempio: Bern. Orl. 2. 19. 6. Le parole mordaci, che con arte Usan per sbigottire i servidori.
192) Dizion. 4° Ed. .
MODESTISSIMO
Apri Voce completa

pag.265



1) id: abb84a45d2624dbc90a56e01b91f6a65)
Esempio: Fir. As. 74. Anzi assai sovente empie il suo seno d'una modestissima allegrezza.


2) id: 0f3ad58ad85d4c558d73db6fc5d196e6)
Esempio: E dial. bell. donn. 389. Consorte accettissima del gentilissimo, e modestissimo signor Alberto.


3) id: 8be969a9cefa463494206f582aed7506)
Esempio: Red. Vip. 1. 63. Il che ben conosciuto dal modestissimo Pittagora, con molta ragione rifiutando il nome di savio, si prese quello di amatore della sapienza.
193) Dizion. 4° Ed. .
SCARTAFACCIO
Apri Voce completa

pag.368



1) id: 838759c20b954e90b07bccfcfa6bf594)
Esempio: Fir. As. 241. E preso lor privilegi, e scartafacci, si misero in viaggio.


2) id: d7513ac4a8ff42b0b4f971f98c74a270)
Esempio: Vinc. Mart. lett. 38. Non avendo forse letto fra i vostri scartafacci, che già in Egitto nacque un bue tanto savio, che si fece adorar dalle genti.


3) id: fff97aa1c71943fab9c2bd6b2521a8d5)
Esempio: Buon. Fier. 3. 4. 9. Dati a far cartoni Tutti i suoi scartafacci.
194) Dizion. 4° Ed. .
CAVEZZA.
Apri Voce completa

pag.605



1) id: 17b0757649374aafb103d45a1723ad9d)
Esempio: Fir. As. Gittatomi le mani alla cavezza, mi voleva trarre in verso lui.


2) id: 0f755c256c2b470190e75df6771e5ed1)
Esempio: Cecch. Donz. 4. 8. Tr. Sbietta. S. Signore. Tr. Onde si vien cavezza?


3) id: 95df69c2939d4be1a3d45fcf523c4108)
Esempio: Buon. Fier. 2. 3. 4. Ma per dir de' mantelli, Cavezze assai di moro, e rabicani Giudicai la più parte.


4) id: a5c7a54fb8864a3d8c9028441fe40889)
Esempio: Bern. Orl. 1. 5. 31. Tu puoi, fratel, levarmi la cavezza, Cioè se vuoi, mi puoi libero fare.


5) id: f7aeed640ee543f79ad01749ac541994)
Esempio: Varch. Suoc. 1. 4. Non doveva però mettermi la cavezza alla gola di que' cento ducati, che bene sapeva, che io non gli aveva, nè gli poteva provvedere così tosto.


6) id: b75aa7e63dd94a959f02b7e0c4171716)
Esempio: Stor. Eur. 6. 153. Par da pensare, o che il suo premio fusse danari, o una cavezza dorata, ed unta, qual meritava il peccato suo.


7) id: 1df279a55854472c86ea96de40df340c)
Esempio: Tac. Dav. ann. 1. 24. Un cavallo, rotta la cavezza, spaurito dalle grida, correndo, s'avvenne in certi, e sbaragliólli.
195) Dizion. 4° Ed. .
AUGURIO
Apri Voce completa

pag.338



1) id: e58c3da8e39c422197c28d5208650f1e)
Esempio: Fir. As. 41. La qual cosa mi rivoltino i cieli in felice augurio.


2) id: 889dcf4c40894b19aa3f9230098d1fea)
Esempio: Bocc. nov. 100. 31. Con Griselda n'andaron in camera, e con miglior augurio trattile i suoi pannicelli, d'una nobile roba delle sue la rivestirono.
196) Dizion. 4° Ed. .
ASCOSAMENTE
Apri Voce completa

pag.284



1) id: f025c053588d4eae99e8fa8f50aebc6c)
Esempio: Fir. As. Mi parve meglio, anzi che si facesse giorno, partirmi quindi ascosamente.


2) id: eb18f58f05474ea9ad4d49e0f9a0a1de)
Esempio: E Firenz. As. d'oro. 244. In tanto odio gli fece venire per quelle contrade, che fe loro in una notte ascosamente far fardello.
197) Dizion. 4° Ed. .
ASININO
Apri Voce completa

pag.286



1) id: 5220563f30334f90bd985c1e8879ce1d)
Esempio: Fir. As. 88. E volendo sforzare il natio parlare asinino, e dire ec.


2) id: e9f24e64a7ae46ce8576ef9d6ebc6da6)
Esempio: Bern. rim. Dove la fama suona La piva, e 'l corno in accenti asinini.


3) id: 1fb73bda2cd1456bb18a2d5ae7d4792c)
Esempio: Bern. Orl. 2. 19. 4. La natura superba, ed asinina, Colla quale ognun d'essi odia, e disprezza.


4) id: 3c18a010a6cc4b109e4294a0dc93aecf)
Esempio: Dant. Conv. 6. Onde sono signori di sì asinina natura, che comandano il contradio di quello, ch'e' vogliono.
198) Dizion. 4° Ed. .
A BASTANZA.
Apri Voce completa

pag.5



1) id: 38ccbed792c94674a010c69e8a8ab4c2)
Esempio: Fir. As. A bastanza ti doverebbono pur già aver placata le mie disgrazie.
199) Dizion. 4° Ed. .
ABBIGLIAMENTO.
Apri Voce completa

pag.10



1) id: 3177339f6b024b2e80bfe276aeb034f3)
Esempio: Fir. As. Si traggono tutte le vesti, e rimuovono tutti i loro abbigliamenti.


2) id: 5375d00a87d940709a5f1ebb8b4cc450)
Esempio: Tac. Dav. st. 2. 295. Gli altri nelle loro centurie risplendevano con bella mostra d'armi, doni, collane, e abbigliamenti.