Lessicografia della Crusca in rete

Query: +None - Tempo di Ricerca: 699 msec - Sono state trovate 29478 voci

La ricerca è stata rilevata in 136099 forme, per un totale di 105202 occorrenze

4° Edizione
Diz Giu. totali
132346 3753 136099 forme
102868 2334 105202 occorrenze
Ordinamento delle voci: alfabetico punteggio
80) Dizion. 4° Ed. .
PUTTA.
Apri Voce completa

pag.782



1) id: 64ae015a5c1b4524978a452822f1dd65)
Esempio: Fir. disc. an. 90. Si deliberò di allevare una di queste putte, che voi chiamate ghiandaie.


2) id: 9b1b77d954494002be5db7183d3396c7)
Esempio: Buon. Fier. 3. 2. 2. Qualcosa il muove a ciò putta scodata.


3) id: 3f5cb876f5e54f339464dc8e6976b614)
Esempio: E Buon. Fier. 4. 1. 1. Che fatto poi Putta scodata, o pur pipistrel vecchio, Mi s'arriccian le penne in ripensando A certe storie, a certi lavoríi.
81) Dizion. 4° Ed. .
AVIDITÀ, AVIDITADE, e AVIDITATE
Apri Voce completa

pag.339



1) id: 422f7b204bef48b6908ff89d3812feaf)
Esempio: Fir. disc. an. 11. Per seminare tanto scandolo, che ne nascesse avidità della rovina l'un dell'altro.
82) Dizion. 4° Ed. .
OCCORRENZA
Apri Voce completa

pag.384



1) id: cc5737fc6ce54a20b44e90893f37c8a5)
Esempio: Fir. disc. an. Conciofossecosachè per alcune sue occorrenze gli bisognasse quella notte albergar fuor di Prato.


2) id: 2af5a1cb58ec4502b25f3ad6dddf3e09)
Esempio: Red. lett. 2. 16. In qualsisia occorrenza, che crederà trovarmi abile a servirlo, mi ha sempre da spendere con ogni confidenza maggiore.


3) id: 9460aa54a61c41bc8266b3a4de2acef8)
Esempio: E Red. lett. 61. Le esibisco all'incontro in ogni altra sua occorrenza la mia servitù.


4) id: 0d7679dfd9ce4fbeaed5d7f427537b73)
Esempio: Bern. Orl. 2. 6. 39. Ed avviso gli dia d'ogni occorrenza.
83) Dizion. 4° Ed. .
BOSCAIUOLO
Apri Voce completa

pag.454



1) id: 6def8de95b3f46369362d9b5b8b6196f)
Esempio: Fir. disc. an. 14. Tagliava sopra 'l monte di Chiavello un boscaiuolo certe legne per ardere.
84) Dizion. 4° Ed. .
ALTERATO.
Apri Voce completa

pag.136



1) id: 8b444f3efb144c60a8eacd2b156ad6cc)
Esempio: Fir. disc. an. 13. Disse al cugino: non t'accorgi tu, come il nostro Re sta alterato?


2) id: 93e4095877b147f6b21f653e37602b5f)
Esempio: E Fir. disc. an. 85. Il miglior consiglio, che egli mi paia poter pigliare in questa cosa, è non mostrare a sua Maestà sembiante d'alterato.


3) id: d7971176a7e74935a44a749e1d0380c7)
Esempio: Malm. 8. 11. Nè per questo alterato egli ne resta.
85) Dizion. 4° Ed. .
CAPRONE.
Apri Voce completa

pag.559



1) id: 0729679553414575b03e2623df6228f6)
Esempio: Fir. disc. an. 35. Si riscontrò in due caproni salvatichi, i quali aspramente combattevano l'un coll'altro.
86) Dizion. 4° Ed. .
A MALA PENA.
Apri Voce completa

pag.143



1) id: 1293e72101304c0a8dc6bbc1e458fb47)
Esempio: Fir. Trin. A mala pena vo' darlene uno.


2) id: 92bcdb5ccba14ddbaabb95bfb8975cbe)
Esempio: Stor. Eur. 2. 37. Gli condusse pur finalmente, ancora che a mala pena, ad uscire degli stati suoi.


3) id: aa09bbcd51e4449bb84a508100aebabc)
Esempio: Sen. ben. Varch. 3. 8. Ma anco insegnare un fonte a uno, il quale si muoia di sete, e non possa a mala pena riavere lo spirito per la secchezza della canna, è benefizio.
87) Dizion. 4° Ed. .
RIFREDDO
Apri Voce completa

pag.161



1) id: aa67f50487ef4af98870b96aca434764)
Esempio: Fir. rim. 52. Rifreddi, e senza pepe gli antipasti.
88) Dizion. 4° Ed. .
RAVIGGIUOLO, e RAVEGGIUOLO.
Apri Voce completa

pag.79



1) id: f688b4c3ac1d4d66854ac3a3f28117b5)
Esempio: Fir. rim. 116. Pare a giacere un cacio raviggiuolo.


2) id: 5ce5052522204282b8d3d07e317ddd03)
Esempio: Copp. rim. burl. 2. 32. Imputar se le puote un error solo, Mangiarmi sull'armario un raviggiuolo.


3) id: c324f18db838474f9a8f31d1a167e679)
Esempio: Burch. 1. 33. A i caci raviggiuoli, e marzolini Dee lor parere stran lo stare in gabbia.
89) Dizion. 4° Ed. .
PENZOLONE, e PENZOLONI
Apri Voce completa

pag.552



1) id: 19d0830d7c1e4434a2d7f875d8fb5eaf)
Esempio: Fir. rim. 126. Ve n'è una nel chiostro penzoloni.


2) id: 68449f057e2c4d8e8bd82eaad8db034c)
Esempio: E As. 86. Rizzando le orecchie, che prima erano languide, e penzoloni, mi diedero parecchie coppie di calci delle cattive.
90) Dizion. 4° Ed. .
AGGRATICCIARE.
Apri Voce completa

pag.90



1) id: cf856e5f993b4cd487ea3c3534f1d58e)
Esempio: Fir. rim. Di nuovo s'ggraticcia su per gli olmi.


2) id: 972377a4f4274d9182ccb81245953fa9)
Esempio: Cas. lett. 77. O che sia la stanchezza d'avere scritto assai, o la infingardía, che mi si sia aggraticciata addosso ec.


3) id: 413ab06b4c894831b88fd4849d89a9d2)
Esempio: Sod. Colt. 6. I Turchi, ed i Greci piantando nelle fosse i magliuoli, ne aggraticciano nel fondo di esse, due o tre insieme.
91) Dizion. 4° Ed. .
BRACCIONE
Apri Voce completa

pag.461



1) id: f3fd5a00a3394120b4b6baf9be3a5a64)
Esempio: Fir. rim. O che braccione sode a piena mano!
92) Dizion. 4° Ed. .
AFFOGAGGINE.
Apri Voce completa

pag.78



1) id: 7b13a2b1d75a426f8d5cfe46c4ba69a6)
Esempio: Fir. Luc. Che venir gli possa il mal dell'affogaggine.


2) id: 1bef7323ae8b4a56aadee9d7ea8804bc)
Esempio: Segr. Fior. Mandrag. 5. 6. L. Dategliene dieci. N. affogaggine.
93) Dizion. 4° Ed. .
BEN GLI STÀ, BEN GLI STETTE,
Apri Voce completa

pag.417



1) id: 984a9b8cd11e4b58b01f7af017d176cd)
Esempio: Fir. Luc. E sai s'ognun direbbe: ben gli sta.


2) id: 90c532a812ca4cd4b939748f93ec1ba0)
Esempio: E Franc. Sacch. nov. 206. E non trovai, che amore desse ad alcuno un sì degno ben gli sta.


3) id: 3b62d0d0a05045f68197553849a7e688)
Esempio: Franc. Sacch. nov. 33. Per menar la bacchetta, oltre al debito modo, n'acquistò un ben gli sta, che mai non gli venne meno.
94) Dizion. 4° Ed. .
NOTTOLONE
Apri Voce completa

pag.362



1) id: 44b16b2680ac4acbb222d121e14d05bd)
Esempio: Fir. As. 22. Dove vuo' tu andar testè, nottolone?
95) Dizion. 4° Ed. .
IDDEA
Apri Voce completa

pag.708



1) id: 6855ab8f60914093996baec37a4c2c0c)
Esempio: Fir. As. 160. Manifestavano il nome di quella Iddea.


2) id: f044989de2ce41abb73ffe59c5444e9c)
Esempio: Vett. Colt. 4. In Atene nella rocca, della quale fu guardiana questa Iddea (Pallade) stava un ulivo, il quale per lunghi secoli vi s'era conservato.
96) Dizion. 4° Ed. .
PAROLINA.
Apri Voce completa

pag.497



1) id: a7decb8c776f4f638dce2cf0e71849fd)
Esempio: Fir. As. 307. Che paroline dolci mi disse ella!


2) id: bcf00f9acda240e590ef075c95d512db)
Esempio: E disc. an. 34. Con le più dolci paroline, e con le più mansuete, che voi mai vedeste, disse.
97) Dizion. 4° Ed. .
AVIDAMENTE
Apri Voce completa

pag.339



1) id: dec8126b96614eac9b21ed2a370485fa)
Esempio: Fir. As. 26. E vedendol mangiare così avidamente ec.


2) id: ec5b98fa59a94285ae64022b534672dd)
Esempio: E Firenz. As. d'oro. 84. Spogliatomi subitamente tutte le vesti, vi misi le mani assai avidamente.


3) id: 58317e7ffda142f286849b1b556a279f)
Esempio: Bern. Orl. 1. 19. 63. Quivi degli amorosi ultimi frutti Saziar la lunga fame avidamente.
98) Dizion. 4° Ed. .
CIVILMENTE.
Apri Voce completa

pag.680



1) id: 19170cad648b419ab210cba4ee2ad1a0)
Esempio: Fir. As. 13. Perchè noi ti trattiamo troppo civilmente.
99) Dizion. 4° Ed. .
ASSAISSIMO
Apri Voce completa

pag.293



1) id: 92102251b86647bc8c580ad2f46e818e)
Esempio: Fir. As. 194. Avendo adunque costoro sostenuti assaissimi pericoli.