Lessicografia della Crusca in rete

Query: +None - Tempo di Ricerca: 706 msec - Sono state trovate 30417 voci

La ricerca è stata rilevata in 159637 forme, per un totale di 127727 occorrenze

4° Edizione
Diz Giu. totali
155596 4041 159637 forme
125179 2548 127727 occorrenze
Ordinamento delle voci: alfabetico punteggio
100) Dizion. 4° Ed. .
INASPETTATAMENTE
Apri Voce completa

pag.762



1) id: e1799fe57e044bd0a31ae3ff67b913fa)
Esempio: Lasc. Pinz. 5. 7. Tornando dal monastero inaspettatamente gli trovò in camera addosso l'un all'altro.
101) Dizion. 4° Ed. .
PRETACCIO.
Apri Voce completa

pag.713



1) id: 703604f134ef4055954f6eafe66c4bed)
Esempio: Lasc. Parent. 3. 8. Vedi, se la fortuna traditora fece appunto tornare iersera quel pretaccio.


2) id: 2ccd1812a7834c368934f54c11b8a6a2)
Esempio: Libr. Son. 29. Ond'io ringrazio Cristo, Ch'i' n'ho trovato un tristo, e sciagurato, E se' tu quel pretaccio schericato.
102) Dizion. 4° Ed. .
VENTAVOLO.
Apri Voce completa

pag.225



1) id: b0e2579c13624d13a3cecd3e5168e9bd)
Esempio: Lasc. rim. madr. 7. All'apparir tuo muore, O ventavol gentile, Tutto il valor de' nugoli, e nebbioni.
103) Dizion. 4° Ed. .
CENUZZA.
Apri Voce completa

pag.619



1) id: e36d731401694dfcb1c5763065d48840)
Esempio: Lasc. nov. 4. Parendo loro nondimeno tristissimo baratto i venticinque ducati con una cenuzza tignosa.
104) Dizion. 4° Ed. .
VECCHICCIUOLO.
Apri Voce completa

pag.207



1) id: 08fe26d7cbee480c9c1183c94aa81f73)
Esempio: Lasc. Gelos. 4. 12. Che vi dovreste vergognare a dar briga a una povera vecchicciuola.
105) Dizion. 4° Ed. .
GALLOZZA, e GALLOZZOLA.
Apri Voce completa

pag.566



1) id: 4b444713f7fd447d92251fa4df5e7d65)
Esempio: Lasc. Pinz. 3. 2. Tu debbi far credere, che io non conosca le gallozzole da' paternostri.


2) id: a2af2294f6874120a876ff0c51111868)
Esempio: Red. Ins. 110. Mentre farete riflessione a quelle tante sorte di galle, di gallozzole ec. che son prodotte dalle querce, dalle farnie, da' cerri ec.
106) Dizion. 4° Ed. .
FATTORESSA
Apri Voce completa

pag.414



1) id: 1d9c7d48038343e8a412ef7b426cff52)
Esempio: Lasc. Par. 1. 1. Quivi la lasciarono per casiera, cioè per guardiana, o fattoressa.
107) Dizion. 4° Ed. .
RICORSOIO
Apri Voce completa

pag.147



1) id: 6058837c6f0d4353989d3b1188b20ecf)
Esempio: Lasc. Spir. 2. 5. Io ho l'acqua a scaldarsi, che debbe bollire ora a ricorsoio.
108) Dizion. 4° Ed. .
ROSOLATO.
Apri Voce completa

pag.268



1) id: 99759617a8144e39b912564a10ee319a)
Esempio: Lasc. Mostr. E v'era armato dal capo al tallone Di pelle rosolata di cappone.


2) id: 4772acaf2f8444ebab04fc1306ccc3a1)
Esempio: Buon. Fier. 5. 1. 14. E in vece di viole, E rose, rosolato S'adorni asperso di cacio grattato.


3) id: 90479c9e047d4f879d98e04e894774ba)
Esempio: Red. Ins. 80. Le torte di latte son cotte, e rosolate ne' forni.
109) Dizion. 4° Ed. .
SGHERRACCIO.
Apri Voce completa

pag.513



1) id: d80ffde3b7ce4bf9878bc585cf4e343d)
Esempio: Lasc. Gelos. 2. 1. S'io fussi quì colta all'improvvista, e massimamente da qualcun di questi sgherracci.
110) Dizion. 4° Ed. .
LUSCO.
Apri Voce completa

pag.103



1) id: 9804f9528e37418ea6baca16a040bfd6)
Esempio: Lasc. Gelos. 2. 1. Non fia meraviglia adunque, se Lazzaro vecchiaccio, e lusco ne rimane ingannato.


2) id: f391dd56f12a40a6901f72338f6d0ffd)
Esempio: Buon. Fier. Intr. 5. 3. Il pongo agli occhi di quello animale, Ch'è lusco, e non avea più visti pria.
111) Dizion. 4° Ed. .
VERISIMIGLIANZA.
Apri Voce completa

pag.243



1) id: b8d022cb3b294ffb910fcdf23ebded57)
Esempio: Lasc. Par. 1. 2. E così ha la bugía versimiglianza, ch'ella lo tien per certo.
112) Dizion. 4° Ed. .
TRASCORSO.
Apri Voce completa

pag.136



1) id: 3c9858b136d94e69ae2adcf88f19a251)
Esempio: Lasc. Parent. prol. Ma per nemica fortuna trascorso poi dette nelle mani de' corsali.
113) Dizion. 4° Ed. .
PEDANTESCO
Apri Voce completa

pag.533



1) id: 385387ec88ee452b91c9e7caf05188c1)
Esempio: Lasc. Streg. prol. Udendo una favoluccia pedantesca, che tenesse di predica, o di sermone.
114) Dizion. 4° Ed. .
COLORATAMENTE
Apri Voce completa

pag.704



1) id: cba82eb661024898ab004cfc0fa7de79)
Esempio: Lasc. Par. 4. 6. Presi questo giorno apposta ec. per condurmi più coloratamente alla trappola.
115) Dizion. 4° Ed. .
VIRTUOSISSIMO, e VERTUOSISSIMO.
Apri Voce completa

pag.284



1) id: 4033cb6d12904ba580eb5110401b16cc)
Esempio: Lasc. Sibill. 1. 1. Egli amerà anche quest'altra, che noi gli troverremo, che sarà bellisssima, vertuosissima, nobilissima, e ricchissima.
116) Dizion. 4° Ed. .
VITELLINO.
Apri Voce completa

pag.292



1) id: c2f8289e31694ccdb5df03a5ea91c7a2)
Esempio: Lasc. Sibill. 2. 5. Se si potesse avere una schiena di vitellina di latte ec. non sarebbe se non bene.
117) Dizion. 4° Ed. .
SOPRADDOTARE.
Apri Voce completa

pag.596



1) id: 2dfb5d6047a24ab0bbd20dff98e63623)
Esempio: Lasc. Sibill. 1. 2. Oltre il torla senza dote, la vuole sopraddotare egli in duemila ducati (quì vale Dotare assolutamente)
118) Dizion. 4° Ed. .
LADRONCELLERÍA.
Apri Voce completa

pag.6



1) id: ad2da5d46497494bb8f238a8bf15f2de)
Esempio: Lasc. Gelos. 5. 8. Mai più non si fece la maggior tristizia, nè la maggiore ladroncellería.
119) Dizion. 4° Ed. .
FORTETTO
Apri Voce completa

pag.505



1) id: f0cffe91d7394b38bce522b6aca91dbe)
Esempio: Lasc. nov. 4. Aperse il vaso ec. e tuffovvi dentro la spugna, dicendo un po' fortetto.