Lessicografia della Crusca in rete

Query: +None - Tempo di Ricerca: 583 msec - Sono state trovate 21321 voci

La ricerca è stata rilevata in 76267 forme, per un totale di 54098 occorrenze

4° Edizione
Diz Giu. totali
74240 2027 76267 forme
52919 1179 54098 occorrenze
Ordinamento delle voci: alfabetico punteggio
20) Dizion. 4° Ed. .
SBRIGAMENTO
Apri Voce completa

pag.345



1) id: f6448dc7773d416c8ed267c10290fbca)
Esempio: Rett. Tull. 86. È un altro ornamento, che s'appella isbrigamento.
21) Dizion. 4° Ed. .
RIDICIMENTO
Apri Voce completa

pag.152



1) id: 84440576a65f485195c28571a57c6acb)
Esempio: Ret. Tull. E un altro ornamento, che si chiama ridicimento.
22) Dizion. 4° Ed. .
SOMMARIAMENTE
Apri Voce completa

pag.581



1) id: 0ff96390127a4b0d863145af55cbc421)
Esempio: Rett. Tull. Se dice il fatto sommariamente, non per parte.
23) Dizion. 4° Ed. .
ONESTEGGIARE
Apri Voce completa

pag.405



1) id: 80bb8440dd3349f9bd9b88aaea6b475d)
Esempio: Rett. Tull. Strad. Onesteggia sì l'amico, che non diventi nimico.
24) Dizion. 4° Ed. .
ARZENTE
Apri Voce completa

pag.280



1) id: 604fe41e2c644eaaa79e12aeab2d22e8)
Definiz: §. I. Per metaf. Ret. Tull. per metaf. disse degli occhj.


2) id: 27ee6bb6233c4bfcb183db64fb48ff02)
Esempio: Rett. Tull. Stando cogli occhi arzenti, col capo rabbuffato, colla pelle bistorta.


3) id: c8eaf85572654c2583214441d322f38e)
Esempio: Sagg. nat. esp. 2. Riempiendolo fin a un certo segno del suo collo con acqua arzente.
25) Dizion. 4° Ed. .
LENO
Apri Voce completa

pag.46



1) id: 18af612ff56e4c91adda74c988d7a44d)
Esempio: Rett. Tull. Parlerà il dicitore con boce lena, e tremante.


2) id: d98587be1993432fb692543a01e7bbcb)
Esempio: Com. Par. 1. Quegli la conforta a più leno correre: quella non si fida, ma fugge (cioè: lento, e piano)
26) Dizion. 4° Ed. .
CONGHIETTURALE
Apri Voce completa

pag.761



1) id: 327bf62b834e49cca0c5353c5be91262)
Esempio: Retor. Tull. Strad. Per lo quarto modo della controvesia conghietturale.
27) Dizion. 4° Ed. .
CONCEDIMENTO
Apri Voce completa

pag.737



1) id: b4182be865b045c5bca068831e064e49)
Esempio: Rett. Tull. È un altro ornamento, che si chiama concedimento.
28) Dizion. 4° Ed. .
DISCONOSCENZA
Apri Voce completa

pag.162



1) id: 900d2d6ff45546e597f130018792b802)
Esempio: Guitt. lett. 1. La nostra disconoscenza a conoscenza tornando.
29) Dizion. 4° Ed. .
AFFETTUOSAMENTE.
Apri Voce completa

pag.74



1) id: 51f790051388484d86ddb493be57ef24)
Esempio: Cas. lett. 9. E lo raccomando affettuosamente a Vossignoria.
30) Dizion. 4° Ed. .
RIPERDERE
Apri Voce completa

pag.207



1) id: bb3ae62809704ba3b62de0d9302a0d7e)
Esempio: Cas. lett. 82. Perciò v'esorto a irvene, non a' bagni, dove vi riperderete, ma a Bologna.
31) Dizion. 4° Ed. .
DISSECCARE.
Apri Voce completa

pag.201



1) id: cab0033335604850bc99ecc003a9a36a)
Esempio: Guitt. lett. 29. A tempo di gran calore dissecca, e torna a nulla.
32) Dizion. 4° Ed. .
FIOCO
Apri Voce completa

pag.468



1) id: d0ec3a0a66534a28aec3b5bb191dac18)
Esempio: Rett. Tull. M. Incomincerà questi a cantare con una boce fioca, e con un turpissimo modo.


2) id: 51ef69e0dcf84c09ba8fd71e55ace26a)
Esempio: Ovvid. Pist. Il quale, a guisa di scoglio, pendeva sopra le fioche acque (quì chiama fioco il romor del mare.)
33) Dizion. 4° Ed. .
DINUNZIARE, e DINONZIARE
Apri Voce completa

pag.132



1) id: 23d68e3d01644fb0acb00d44de639255)
Esempio: Retor. Tull. Quando alcuno malificio v'è dinunziato, dite pure, ben faremo.
34) Dizion. 4° Ed. .
BARBARISMO
Apri Voce completa

pag.384



1) id: a4e68c98b1f1424584cc8db882e3ec60)
Esempio: Retor. Tull. Dividesi nelle due parti, che s'appellano solecismo, e barbarismo.


2) id: 2968ad82ae6a47e19eb7fba0111617eb)
Esempio: Buon. Fier. 3. 2. 18. E scoccolare barbarismi a isonne.
35) Dizion. 4° Ed. .
FORMENTO
Apri Voce completa

pag.498



1) id: fa5be781032d48ec917c1617ec280fee)
Esempio: Guitt. lett. 20. Fallo macinare a sua guisa ogni formento.
36) Dizion. 4° Ed. .
ORAFO
Apri Voce completa

pag.416



1) id: add3db9630d948458f2a088a46d81606)
Esempio: Cas. lett. 71. Non mica simili a questi moderni orafi.
37) Dizion. 4° Ed. .
LAUDEVOLE
Apri Voce completa

pag.31



1) id: dd19796363f3461783897003a7bca71f)
Esempio: Cas. lett. 70. Sicchè la vanagloria pare a molti laudevole.


2) id: 9f18054021664599a1112d0cd14bdb02)
Esempio: Red. lett. 2. 56. Che poi egli nel suo libro faccia onorata, e laudevole menzione di me, e del mio nome, questo sarà un effetto della sua gentile amorevolezza.
38) Dizion. 4° Ed. .
TRIBOLOSO, e TRIBULOSO.
Apri Voce completa

pag.155



1) id: 2b2f3e1f88b9499ab1e7bd69bb902395)
Esempio: Guitt. lett. Come una cosa affliggitiva a perdere, e tribulosa.
39) Dizion. 4° Ed. .
ACCADERE.
Apri Voce completa

pag.23



1) id: 670d8429ec12409d80c08fea6a5cda4e)
Esempio: Guitt. lett. Come accade a' buoni, così, fratello, mi pare, che accaggia a' cattivi.


2) id: 306e802525244554b5ad57b666a22b31)
Esempio: Liv. M. Più contamente s'adornava, che non s'accadeva a religiosa.