Lessicografia della Crusca in rete

Query: +None - Tempo di Ricerca: 599 msec - Sono state trovate 21321 voci

La ricerca è stata rilevata in 76267 forme, per un totale di 54098 occorrenze

4° Edizione
Diz Giu. totali
74240 2027 76267 forme
52919 1179 54098 occorrenze
Ordinamento delle voci: alfabetico punteggio
100) Dizion. 4° Ed. .
A VISO A VISO.
Apri Voce completa

pag.339



2) id: e8d0c43f24a548e8847d70cc6a30bc22)
Definiz: Posto avverbialm. A faccia a faccia. Lat. coram, palam. Gr. φανερῶς, ἐναντίον.


3) id: 292f5e88eae34d1d8726c80f0d7b87b2)
Esempio: Buon. Fier. 1. 3. 3. E cento altr'armi strane da ferire ec. A man salva, sott'ecco, e a viso a viso.
101) Dizion. 4° Ed. .
A SCORZA A SCORZA
Apri Voce completa

pag.284



2) id: a6e43050ef9b48ac9da3c09af3663d83)
Definiz: Posto avverbialm. A parte a parte, A poco a poco. Lat. paulatim. Gr. κατ'ὀλίγον.


3) id: 8176170501244f5b95268cfd2f6847c8)
Esempio: Dant. rim. 24. Perchè non ti ritemi Rodermi così 'l cuore a scorza a scorza?
102) Dizion. 4° Ed. .
A SOLO A SOLO
Apri Voce completa

pag.287



2) id: cd32c8f5255e4b33a1bea83ac4aa7839)
Esempio: Vit. S. Gio. Bat. Desidero di favellare a solo a solo.


3) id: 439c566278814d40ab82003f729b90e3)
Esempio: Rim. ant. Inc. 122. Oimè, perchè non sono A solo a sol con lei, ov'io la chieggio?


4) id: 36a7adcb12794f5d8a494ceaa31c0639)
Esempio: Fir. nov. 2. 205. Poi la notte, o quando aveano agio d'essere insieme a solo a solo, si ritornasse maschio.


5) id: 325b48152a30466ca3a6041dbb26df56)
Esempio: Segn. stor. 7. 205. Aveva ordinato di condurgli una sua zia, la quale si stimava, che altre volte avesse conosciuto ec. a solo a solo.
103) Dizion. 4° Ed. .
A BRANO A BRANO.
Apri Voce completa

pag.20



2) id: 2998367e48914e2ba850b315f6d3c821)
Esempio: Dant. Inf. 7. Troncandosi co' denti a brano a brano.


3) id: 45fd2769472a408c99a30dded5f2f59a)
Esempio: Ar. Fur. 21. 52. Co i denti la stracciava a brano a brano.


4) id: 5876ef7e83284282b3e0e778146d543c)
Esempio: E Dan. Inf. 13. E quel dilacerato a brano a brano Poi sen portar quelle membra dolenti.


5) id: 9edf8365db984474950e36ee0e0c506f)
Esempio: Buon. Fier. 3. 4. 11. Ad usurpar dell'oro, e dell'argento A brano a bran le vestimenta illustri.


6) id: 24524946dc354255a2d47cd04b7ca426)
Definiz: Posto avverbialm. vale Minutamente, A pezzi. Lat. membratim, frustatim, incisim. Gr. μελεϊστί.
104) Dizion. 4° Ed. .
A BUONO A BUONO.
Apri Voce completa

pag.20

105) Dizion. 4° Ed. .
A VOLTA A VOLTA
Apri Voce completa

pag.342



2) id: d0e5d920a59a4e96bd749678025dba9f)
Esempio: Sagg. nat. esp. 115. Ci accorgemmo poi, che a volta a volta rifiatava.
106) Dizion. 4° Ed. .
A TEMPO A TEMPO
Apri Voce completa

pag.312



2) id: 67dc647b866747349c113ca985708220)
Esempio: G. V. 8. 51. 2. Al detto assedio rimasono le due sestora delle cavallate di Firenze, rimutandosi a tempo a tempo con parte de' lor soldati.
107) Dizion. 4° Ed. .
A TERRA A TERRA
Apri Voce completa

pag.312



2) id: 16ae1bcce00f4cc095b5815aad890a14)
Esempio: Ar. Fur. 8. 61. Passando una lor fusta a terra a terra, Innanzi a quella solitaria riva.
108) Dizion. 4° Ed. .
A QUANDO A QUANDO
Apri Voce completa

pag.244



2) id: 3fa5df20ec3d421c9301814f86d222ae)
Esempio: Dant. Purg. 25.Perch'io guardava a' loro, e a' miei passi, Compartendo la vista a quando a quando.


3) id: bcbc317485e04a01852c1a9d8f0df6ef)
Esempio: But. A quando a quando, cioè a tempo a tempo, imperocchè parte del tempo avvisava gli spiriti, che erano nel fuoco, e parte inavvisava a i piedi.
109) Dizion. 4° Ed. .
A RANDA A RANDA
Apri Voce completa

pag.245



2) id: c101ffc682d041b7b59143377dff2181)
Definiz: §. Dicesi anche semplicemente: A randa: e vale l'istesso, che A randa a randa.


3) id: b6d4f8950ba943f7a8e2d2fcd8533ad5)
Esempio: Morg. 27. 225. Era apparita l'alba a randa a randa.


4) id: 9441db7eb2dd487dacc9c554e972fbf3)
Esempio: Segr. Fior. As. Una gocciola d'acqua a randa a randa.


5) id: a5cc4c3b72584d24ba3b778460b82ba4)
Esempio: Dant. Inf. 14. Quivi fermammo i piedi a randa a randa.


6) id: e0e11adfeddb482aaa69f74b19536fd0)
Esempio: Alleg. 35. Allo mulina a suon di tromba gli mandarono [i cavalli] là dove la farina a gran peso vettureggiando, hanno tanto di crusca a randa che ec.


7) id: 23deda8329ed46eca980e1ec14a89afb)
Esempio: But. A randa a randa, cioè rasente rasente la rena cioè tanto accosto, e tanto rasente, che non si poteva andar più là un minimo che.


8) id: 2f50717967164cbeb4dea1e549c7ebe0)
Definiz: Avverbialm. Per l'appunto, A mala pena. Lat. ex amussim, ad amussim. Gr. πρὸς στάθμην.


9) id: 994abaf5430f45a4b9a3226c94db59d8)
Esempio: Tac. Dav. ann. 2. 46. La legge (chi nol si sapea?) fu vinta; ma tardi, e a randa.
110) Dizion. 4° Ed. .
A VERBO A VERBO
Apri Voce completa

pag.332



2) id: 8dec3796c6b1405ea9f7741fe9e59db8)
Esempio: G. V. 11. 19. 2. Metteremo appresso a verbo a verbo la detta dichiarazione.


3) id: 56b374c34a1348b18d7c6a4331a7ad49)
Definiz: §. Dicesi anche Verbo a verbo, e vale lo stesso.


4) id: 2c1aca3a6d48458b82cda0f29eed8152)
Esempio: G. V. 11. 2. 24. La quale (pistola) in questa nostra opera ci pare degno di mettere in nota verbo a verbo, a perpetua memoria.


5) id: fed1082027a34353a514b0b45c6fe13a)
Definiz: Posto avverbialm. A parola per parola, Senza mutar niuna parola. Lat. ad verbum. Gr. αὐτοῖς τοῖς ἔπεσιν.
111) Dizion. 4° Ed. .
A ORA A ORA
Apri Voce completa

pag.217

112) Dizion. 4° Ed. .
A OTTA A OTTA
Apri Voce completa

pag.217



2) id: 9d880cff570f416c8174bcaa37614c3c)
Definiz: Avverbialm. A ora a ora, Di quando in quando; Ch'è, ch'è. Lat. subinde. Gr. θαμά.


3) id: 2b3413cde024430c8257ac551c4a428a)
Esempio: Bocc. nov. 72. 5. E per poter più avere la dimestichezza di Monna Belcolore, a otta a otta la presentava.
113) Dizion. 4° Ed. .
A PARTE A PARTE
Apri Voce completa

pag.218



2) id: 1b84882825234b2a8930869646b3bb60)
Esempio: E Lab. Leggendo l'altro la lettera, e a parte a parte guardandola, te sentì nominare.


3) id: f54086aed880471380f3dd5513a32e29)
Esempio: Bocc. nov. 98. 35. E che quello, ch'io dica sia vero, ec. riguardisi a parte a parte.


4) id: 6158f637f4f9472f940ce003a06f0c94)
Esempio: Petr. son. 16. E' m'è rimasa nel pensier la luce, Che m'arde, e strugge dentro a parte a parte.


5) id: 38ba742aef47432e83821161fe8d7013)
Esempio: Alam. Colt. 2. 39. Quando 'l bisogno viene, a parte a parte Colle sue verghe in man scuotono 'l grano.
114) Dizion. 4° Ed. .
A PASSO A PASSO
Apri Voce completa

pag.218



2) id: 4e05ff638b014826a5ada3d4f0a03183)
Definiz: §. I. Per A ogni poco, A ogni piè sospinto.


3) id: f8a972e7b079481584267788a3708b6b)
Esempio: Franc. Sacch. nov. 160. Fu detto loro tutto a passo a passo.


4) id: 8bd2fbad66dd41f291abd1ef2709b68c)
Esempio: Com. Inf. 14. Ad intelligenza di questa lettera, a passo a passo procederemo.


5) id: 0e2591c7672f4b198c6a6934eeed795e)
Definiz: Avverbialm. A poco a poco, Adagio adagio. Lat. gradatim, paulatim, pedetentim, sensim. Gr. κατ'ὀλίγον.


6) id: 57d6541686b84b8892966823a5f12010)
Esempio: Petr. son. 50. Che a passo a passo è poi fatto signore Della mia vita.


7) id: 32a80fd31fcc41a087f378958ffad947)
Esempio: Coll. SS. Pad. E non si vergogna di parlare a passo a passo cose sconce, e sconvenevoli.


8) id: 2439e1f6d5744167991c6ec51747c174)
Definiz: §. II. Figuratam. vale ancora A cosa per cosa.
115) Dizion. 4° Ed. .
A PETTO A PETTO
Apri Voce completa

pag.220



2) id: 8733d77168c947cc9e9a25ad9121079c)
Definiz: A solo a solo, A fronte a fronte.


3) id: d66a56cbad0147878efdd131e4f78deb)
Esempio: M. V. 10. 101. Quivi secondo il suo essere fu l'aspra battaglia a petto a petto.
116) Dizion. 4° Ed. .
A PIEDE A PIEDE
Apri Voce completa

pag.220



2) id: 134155dbbf564814b043642a2093c448)
Esempio: Dant. Inf. 17. A piede a piè della stagliata rocca.


3) id: f8c4c26f9be64cc3af3da7fb7c5b472b)
Definiz: Lo stesso, che A piede, e 'l raddoppiamento gli dà forza di superlat. Lat. ad imam radicem.
117) Dizion. 4° Ed. .
A MOTTO A MOTTO.
Apri Voce completa

pag.166



2) id: 9a469f6fa9b64102bbeb379278505295)
Definiz: Avverbialm. A parola a parola, A cosa per cosa. Lat. singillatim, ad verbum. Gr. ἔπος πρὸς ἔπος.


3) id: c9e863ad2ccb4cd3a78e2c36e456f5cc)
Esempio: Vend. Crist. 3. Gli contarono a motto a motto ciò, che Tito avea loro divisato.


4) id: c442c5a0aacc4898b95195a51f0d5930)
Esempio: Nov. ant. 7. 4. Al padre furono raccontate queste novelle, tutte le domande, e le risposte a motto a motto.
118) Dizion. 4° Ed. .
A DUE A DUE.
Apri Voce completa

pag.66



2) id: 30debab7c7f54835b2e86c67289dcc24)
Definiz: Posto avverbialm. A coppia a coppia, Due dopo due. Lat. bini.


3) id: c28c8aadc28e420aaaa515f6c210a99f)
Esempio: Petr. cap. 5. E tenensi per mano a due a due.


4) id: 6050109718d1424987cd664d7842b6b9)
Esempio: Dant. Purg. 29. Ventiquattro signori a due a due, Coronati venian di fiordaliso.
119) Dizion. 4° Ed. .
A FACCIA A FACCIA.
Apri Voce completa

pag.70



2) id: f3ed72b8490b49dd948e4e0d0b0b5b83)
Esempio: Petr. cap. 9. Poi quel ch'a Dio familiar fu tanto In grazia a parlar seco a faccia a faccia.


3) id: 60a2fc635b8a48aa8ead7c68d0bdfdc7)
Esempio: G. V. 11. 19. 3. E veggono Iddio, e la divina essenzia a faccia a faccia.


4) id: dc3bb3b61c914efda454628e510443d5)
Definiz: Posto avverbialm. Presentemente, A viso a viso. Lat. coram. Gr. ἐναντίον (Gli scrittori sacri dicono facie ad faciem)


5) id: 600e306a42b641c28d6d532bdf113cf0)
Esempio: S. Grisost. Dove l'anima tornando alla propria gentilezza, con fiducia potrà vedere a faccia a faccia lo suo Signore.