Lessicografia della Crusca in rete

Query: +None - Tempo di Ricerca: 578 msec - Sono state trovate 20090 voci

La ricerca è stata rilevata in 65850 forme, per un totale di 45128 occorrenze

4° Edizione
Diz Giu. totali
64285 1565 65850 forme
44195 933 45128 occorrenze
Ordinamento delle voci: alfabetico punteggio
180) Dizion. 4° Ed. .
METADELLA
Apri Voce completa

pag.225



1) id: fb3c122238004350996013d31b80b33b)
Esempio: Lor. Med. canz. 66. 4. Del tuo vin non vo' più bere, Va' ripon la metadella.
181) Dizion. 4° Ed. .
RINNAMORARE
Apri Voce completa

pag.196



1) id: 052f741f89bb4221b436b0c25744b434)
Esempio: Lor. Med. canz. 53. .4 Che ma' più si rinnamora Il mio cuor, ch'era sì preso.
182) Dizion. 4° Ed. .
PRETAZZUOLO.
Apri Voce completa

pag.714



1) id: 9eabcc73b6af47df8722c1e340c7d7e3)
Esempio: Lor. Med. canz. 105. 4. Che vergogna è per uno pretazzuolo Abbandonare un suo servo fedele.
183) Dizion. 4° Ed. .
SCHEGGIALE
Apri Voce completa

pag.377



1) id: 269d0c71f1224f679a7f8b9b6c59e778)
Esempio: Lor. Med. canz. 119. 4. Perch'io non volsi aprire, Questo scheggial mi gettò con la borsa.


2) id: f5ace4a62e3743359dff3ef10d5f47d3)
Esempio: Fir. nov. 4. 226. Che le facesse rimettere una fibbia allo scheggiale.
184) Dizion. 4° Ed. .
IN COCCA IN COCCA
Apri Voce completa

pag.781



1) id: 066ea445a37c42ddb33ca5beed719308)
Esempio: Lor. Med. canz. 65. 3. Mille volte in cocca in cocca Ha condotta già la pratica.
185) Dizion. 4° Ed. .
ORLICCIO.
Apri Voce completa

pag.430



1) id: 111f69b629fb4f888ebe4c24bc8d7722)
Esempio: Lor. Med. canz. 18. 3. Non mi curo vi sia grotte, Ch'io ritrovo ben gli orlicci.
186) Dizion. 4° Ed. .
PRESTANTE
Apri Voce completa

pag.710



1) id: 129cdc1dbac7497181a1f044b3dee6b9)
Esempio: Lor. Med. rim. 4. Che nel mondo si ritrove Donna mortal più casta, e più prestante.
187) Dizion. 4° Ed. .
GRANDEGGIARE
Apri Voce completa

pag.656



1) id: 4636d8d8213043c39d0aa62bbf4bb07b)
Esempio: Lor. Med. Nenc. 14. Io te gli donerei, ma tu grandeggi, E non rispondi mai nè ben, nè male.
188) Dizion. 4° Ed. .
MICCININO
Apri Voce completa

pag.238



1) id: cd43c909f5e6473f86daf371da6fb5ee)
Esempio: Lor. Med. Nenc. 43. S'io ti toccassi un miccinin la mano, Mi parrebbe esser d'oro a mano a mano.
189) Dizion. 4° Ed. .
VALLONCELLO
Apri Voce completa

pag.192



1) id: 8028c8d289da42cb94ddcd1d03fcc0ae)
Esempio: Lor. Med. Nenc. 32. Andiam più quà, che quì n'è molto poca, Dove non tocca il sol nel valloncello.
190) Dizion. 4° Ed. .
PREDOMINARE.
Apri Voce completa

pag.695



1) id: 69c8e7e519b74defa3996460b83a6aae)
Esempio: Lor. Med. com. 126. E questo può malamente essere, se l'umor melanconico nell'amante non predomina.
191) Dizion. 4° Ed. .
DESCO
Apri Voce completa

pag.77



1) id: a0ac51da5bb54175b6fa0f663e80b561)
Esempio: Lor. Med. canz. 50. La mia donna ha aperto il desco, E hammi posto al beccaio.


2) id: ebe92d21fcf64f7eb35264db116bab3c)
Esempio: Lor. Med. Beon. cap. 5. S'egli sta a desco molle a suo talento, E non sia ebbro, io non ne vo' danaio.
192) Dizion. 4° Ed. .
IMPECIARE
Apri Voce completa

pag.737



1) id: 88eb3b569ced4b73adb0c5ce6efd8ec0)
Esempio: Lor. Med. canz. 72. Quando e' vede, che tu impeci Pur gli orecchi, e' grida forte.
193) Dizion. 4° Ed. .
GRAMIGNA, e GREMIGNA
Apri Voce completa

pag.653



1) id: b1ab1f17e46c4d91b56f5f5a25dea3d3)
Esempio: Lor. Med. canz. 10. Vattene dall'albereto, Là t'appiatta, e statti cheto, Ch'i' verrò a far gramigna.
194) Dizion. 4° Ed. .
RINVERTIRE
Apri Voce completa

pag.201



1) id: 9ad8a863d2844b5e82ac970d36131bf8)
Esempio: Lor. Med. canz. 92. 10. Ogni amore al fin si sente Rinvertire in pianto, e lutto.
195) Dizion. 4° Ed. .
RACCENCIARE.
Apri Voce completa

pag.30



1) id: 0b1a0575b09744b5b25134cff760a9a3)
Esempio: Lor. Med. canz. 44. 6. Aval più non si raccencia Quella rosa scolorita (quì per metaf.)
196) Dizion. 4° Ed. .
FORFECCHIA
Apri Voce completa

pag.495



1) id: a6fc3773440c49859b41fe01ef5f464b)
Esempio: Lor. Med. canz. 34. Quando 'l fico è un po' aperto, Vi sta dentro la forfecchia.


2) id: 35688fcbe44b4883ae7454c7508d7835)
Esempio: E Nenc. 28. Piacimi più, che alle mosche la sapa, E più che' fichi fiori alla forfecchia.


3) id: 58007866f77f41fdba9cc502521d459e)
Esempio: Ciriff. Calv. 4. 120. Credendo sopra quelle esser saliti, Vi s'appiccavan, che parean forfecchie.
197) Dizion. 4° Ed. .
DISSODARE.
Apri Voce completa

pag.201



1) id: 889d19f84c174ca6820f84bf67af98e7)
Esempio: Lor. Med. canz. 18. Chi avesse un poderetto, Che 'l volesse dissodare, Maestro ne son perfetto.
198) Dizion. 4° Ed. .
RISOLINO
Apri Voce completa

pag.226



1) id: da5820a842f0437fa382d6d9a349f1e5)
Esempio: Lor. Med. canz. 64. 6. Non vogliate essermi avara D'uno sguardo mansueto, O d'un risolin discreto.
199) Dizion. 4° Ed. .
ALBERETA, e ALBERETO.
Apri Voce completa

pag.108



1) id: 17a76c5bced24077a908e977c9ca7357)
Esempio: Lor. Med. canz. Vattene dall'albereto, Lì t'appiatta, e statti cheto, Ch'io verrò a far la gremigna.