Lessicografia della Crusca in rete

Query: +None - Tempo di Ricerca: 508 msec - Sono state trovate 14212 voci

La ricerca è stata rilevata in 39584 forme, per un totale di 24689 occorrenze

4° Edizione
Diz Giu. totali
37983 1601 39584 forme
23771 918 24689 occorrenze
Ordinamento delle voci: alfabetico punteggio
160) Dizion. 4° Ed. .
PRUINA
Apri Voce completa

pag.763



1) id: 08221788d930410385803d22af569cae)
Esempio: Lod. Mart. rim. 11. E l'umor della terra, e le pruine, Che 'l verno sparge, sua virtute accoglie. .
161) Dizion. 4° Ed. .
VOLTA
Apri Voce completa

pag.325



1) id: f4805aac4da440d3935a9cd6165c40b0)
Esempio: Vinc. Mart. rim. 4. Nè potei pure una sol volta almeno Veder gradito un de' miei doni tanti.


2) id: 42243ce2e6a34a9b9a1ecf920f5af079)
Esempio: Bern. rim. 1. 58. E 'l reverendo monsignor Valerio, Che domanda di voi volta per volta.


3) id: 622ff7de1b79431cb662fa829f29734a)
Esempio: Car. lett. 2. 141. Mi contento, che mi faccia anco ingiustizia, e torto espresso, purchè una volta se ne venga a fine.
162) Dizion. 4° Ed. .
ROTOLONE.
Apri Voce completa

pag.272



1) id: 1e59e1026a514bdf8de021e56baabd01)
Esempio: Matt. Franz. rim. burl. 2. 112. La salsiccia fregando rotoloni, Da se a se la cuoce in poco d'otta.
163) Dizion. 4° Ed. .
IMBECCATA
Apri Voce completa

pag.718



1) id: 7359c3fb905749e4950f710ae0187109)
Esempio: Bronz. rim. burl. 2. 272. Perchè si piglia spesso una imbeccata, O qualche doglia, che ti dura gli anni.
164) Dizion. 4° Ed. .
PIZZICARE
Apri Voce completa

pag.639



1) id: b5457c220a814c7f93b5a593059d1a98)
Esempio: Matt. Franz. rim. burl. 2. 200. Il mio con voi bazzarro, non so come, Ha pizzicato anch'ei di simonía.


2) id: 8f917dfeb9dc41e2a4669037eef0dc71)
Esempio: Red. lett. 2. 36. Ha un appetito così grande, che pizzica di fame.
165) Dizion. 4° Ed. .
PUTTACCIO.
Apri Voce completa

pag.782



1) id: 76fa4e63420d47388aa2f302d7dee776)
Esempio: Matt. Franz. rim. burl. 2. 172. Fanno del spago ancor questi puttacci ec. Scaglie, sferze, zimbelli, e varj lacci.
166) Dizion. 4° Ed. .
TASTAME.
Apri Voce completa

pag.20



1) id: f02087b334204d9bbfbab109afe8fc2a)
Esempio: Bronz. rim. burl. 2. 247. La musica vi tiene il luogo primo, E massime di corde, e di tastame.
167) Dizion. 4° Ed. .
INGRATACCIO
Apri Voce completa

pag.838



1) id: 9f6891925cb84954b024955cf0c6ddea)
Esempio: Fir. Luc. 4. 2. Col darti dello ingrataccio, e sconoscente.


2) id: 868c8d8513dc4eddb8140ba5bcaedb8f)
Esempio: Salv. Spin. 2. 3. E voi, ingrataccio, ch'avete voi mai fatto per me?
168) Dizion. 4° Ed. .
EPITETO.
Apri Voce completa

pag.290



1) id: b297199e2380420ca07804ed8714e812)
Esempio: Matt. Franz. rim. burl. Or ripigliando quanto in se contiene Degli epiteti detti ad uno ad uno.
169) Dizion. 4° Ed. .
DISEMBRICIARE
Apri Voce completa

pag.173



1) id: d36cb56715d74813891a9d40bbf00d83)
Esempio: Matt. Franz. rim. burl. E se bene e' disembricia, e smattona Li tetti, e i muri, ec.
170) Dizion. 4° Ed. .
STRAPIOVERE
Apri Voce completa

pag.768



1) id: c7630808337441c58226bacfd36832f2)
Esempio: Cas. rim. burl. 1. 7. Dovechè l'altre l'han sempre muffato, Che vi strapiove loro in venti lati.
171) Dizion. 4° Ed. .
SPELLICCIATURA
Apri Voce completa

pag.650



1) id: 1ab28491d0b04c768ff587b88dadea2f)
Esempio: Varch. rim. burl. 1. 33. Ma glien'ho data una spellicciatura, Che tappeto mai tanto non si scosse.
172) Dizion. 4° Ed. .
IMPIAGATURA
Apri Voce completa

pag.744



1) id: 3eeaa88e7248499a87689c68964ce96a)
Esempio: Bin. rim. burl. 1. 210. Quanti scorticamenti, e impiagature, Se per disgrazia l'uom si gratta un poco.
173) Dizion. 4° Ed. .
INFINGARDACCIO
Apri Voce completa

pag.816



1) id: 183f78a7016947838271b10ea5568bf9)
Esempio: Matt. Franz. rim. burl. 107. Io conobbi un tra gli altri più valenti Infingardacci come sono anch'io.
174) Dizion. 4° Ed. .
IN BARBAGRAZIA
Apri Voce completa

pag.763



1) id: 0115b702afab468194081bd190db7467)
Esempio: Matt. Fran. rim. burl. 3. 94. Non vuol, se non vivande delicate, Certi vinetti avuti in barbagrazia.
175) Dizion. 4° Ed. .
ADDOSSARE.
Apri Voce completa

pag.58



1) id: 0f5d5e13678d458cbdbbf9284106034e)
Esempio: Matt. Franz. rim. burl. Bisogna sopportar qualche disagio, Per addossarsi un così fatto bene (quì per metaf.)
176) Dizion. 4° Ed. .
SOLLUCHERARE
Apri Voce completa

pag.574



1) id: 3f5041dfe2b94a9d8c79572923157fcb)
Esempio: Fir. rim. burl. 124. Solo a sentir quel battaglio in buon anno Non vi sentite voi sollucherare?
177) Dizion. 4° Ed. .
CICALECCIO.
Apri Voce completa

pag.658



1) id: 3dcb4f46c783494bb6cf0e7138836a00)
Esempio: Matt. Franz. rim. burl. E 'nfino a tanto il sonno non l'assaglie, Si trattien con diversi cicalecci.
178) Dizion. 4° Ed. .
BURBERO
Apri Voce completa

pag.487



1) id: 76f55ed169dc45c3b4b2f8af0753e98a)
Esempio: Fir. rim. burl. 54. E con quel guardo burbero le avviene, Ch'ognun la mira, come cosa rara.


2) id: 261a28bf2980433cba85e845b1206b19)
Esempio: Sen. ben. Varch. 2. 13. Mostreremo loro, che i benifizj non siano maggiori per darli col viso più burbero.
179) Dizion. 4° Ed. .
BACCELLONE
Apri Voce completa

pag.363



1) id: 3c14618d2cff4106856a78a0629c02d1)
Esempio: Matt. Franz. rim. burl. Ci portò le più belle fave grosse, Che fanno l'anno quei bei baccelloni.