Lessicografia della Crusca in rete

Query: +None - Tempo di Ricerca: 507 msec - Sono state trovate 14597 voci

La ricerca è stata rilevata in 41211 forme, per un totale di 25965 occorrenze

4° Edizione
Diz Giu. totali
39700 1511 41211 forme
25103 862 25965 occorrenze
Ordinamento delle voci: alfabetico punteggio
140) Dizion. 4° Ed. .
MERDOCCO
Apri Voce completa

pag.215



1) id: 26c46f6215e0479e89ae84d2f0e1631a)
Esempio: Menz. sat. 8. Ond'egli allor gridò messo in furore: Diasi a colui, che al cul mi dà 'l merdocco.
141) Dizion. 4° Ed. .
NASTRIERA
Apri Voce completa

pag.321



1) id: 795984474dc34f789e4f46011f84e58b)
Esempio: Menz. sat. 7. Certo che la nastriera, e l'aurea sciarpa ec. Già m'abbarbaglia, e 'l buon veder mi tarpa.
142) Dizion. 4° Ed. .
TONACHINO
Apri Voce completa

pag.94



1) id: ac5a1f0bfd4a466cb6aca1b57c1fe109)
Esempio: Menz. sat. 6. Pur sotto il tonachin fia che s'appiatte Ciò, che lor grava e l'uno, e l'altro lombo.
143) Dizion. 4° Ed. .
SPIRAGLIO
Apri Voce completa

pag.672



1) id: 571ee9b6a47b4686b8d98e08c81e9ece)
Esempio: Menz. sat. 1. Non van la notte a spieggiare a zonzo Chi dia nello spiraglio, o in emisfero (quì in sentimento osceno)
144) Dizion. 4° Ed. .
RATTRAPPATO, e RATTRAPPITO.
Apri Voce completa

pag.79



1) id: c0de936d07954fd1b7d594e688a53683)
Esempio: Menz. sat. 7. E che il destino rattrappito, e monco ec. Non adoprasse ad estirparti un ronco? (quì per metaf.)
145) Dizion. 4° Ed. .
SBRACULATO
Apri Voce completa

pag.344



1) id: f3aea835e54d4fb99e31f131b9765772)
Esempio: Menz. sat. 3. Meglio era dargli un sasso Nel capo, o una pedata arcisolenne In quel corpaccio sbraculato, e grasso.
146) Dizion. 4° Ed. .
NERO
Apri Voce completa

pag.336



1) id: 642cd8a325bc459ea766b9ca3e691496)
Esempio: Menz. sat. 4. E dà 'l nero di fumo, e la vernice A chi 'n presenza diè pomata, e biacca.
147) Dizion. 4° Ed. .
RAREFATTO.
Apri Voce completa

pag.71



1) id: 49cebc30e21741dcafb91f9a5a97a2fd)
Esempio: Menz. sat. 1. Ch'egli è ben altro, che saper, se il gielo Si faccia in rarefatto, o per concreto (quì in forza di sust.)
148) Dizion. 4° Ed. .
PETULANTE
Apri Voce completa

pag.592



1) id: e624db7ab2034f74b32e8e9f4b250ad2)
Esempio: Menz. sat. 4. Ma canta, qual solea, con stile indegno Per l'antica Suburra, e pel Velabro De' Fescennini il petulante ingegno.
149) Dizion. 4° Ed. .
RABBINO.
Apri Voce completa

pag.28



1) id: 5b1416fdb25c4d57a42945ebe841b937)
Esempio: Menz. sat. 5. E pur Curculion vuol dal Coreggio Esser dipinto con un libro in mano, Com'un rabbino del Sinedrio seggio.
150) Dizion. 4° Ed. .
PARALISÍA.
Apri Voce completa

pag.486



1) id: 39d892830f8b4743b4612b68345a83f8)
Esempio: Menz. sat. 8. Ed a quel pissi pissi, a quel bisbiglio Patì paralisía la sala, e 'l trono (quì per metaf.)
151) Dizion. 4° Ed. .
STALLAGGIO
Apri Voce completa

pag.704



1) id: 9f6e80c7f845406ba581b3807867bbd2)
Esempio: Menz. sat. 4. Di più Pindaro avea nel suo stallaggio Certi cavalli generosi, e forti, Che d'erto giogo non temean viaggio.
152) Dizion. 4° Ed. .
RAZZACCIA
Apri Voce completa

pag.79



1) id: 28df2b9e10f242aa843f9c9402e7985e)
Esempio: Menz. sat. 7. Ch'e' par per Dio, ch'una razzaccia sgherra Pretenda sol co' suoi costumi indegni Muovere al valor prisco ignobil guerra.
153) Dizion. 4° Ed. .
SATIRESCO
Apri Voce completa

pag.329



1) id: d0d5ef3dcd354b4db7379006286b144e)
Esempio: Menz. sat. 3. Pur tenterò con satiresca avena, Mentr'io bagno nel fiele il labbro secco, Far sentire una zolfa orrenda, e piena.
154) Dizion. 4° Ed. .
SCOLATOIO.
Apri Voce completa

pag.402



1) id: 77b73ff6c1344367bed33afdbed389e9)
Esempio: Menz. sat. 9. Tanta feccia non han gli scolatoi D'ogni più immonda, e fetida cloaca, Quanta, o buon Giove, esti sodali tuoi.
155) Dizion. 4° Ed. .
TRAVICELLO
Apri Voce completa

pag.148



1) id: 2cfee88c1c004892ac6b5cfd2aa83f3d)
Esempio: Menz. sat. 4. Oh boia, un giorno il canapale addoppia, Ed appicca costoro a un travicello De' traditori della patria in coppia.
156) Dizion. 4° Ed. .
SGARRARE.
Apri Voce completa

pag.513



1) id: 4106e810af4649a1a7dc69ee3e7a3b28)
Esempio: Menz. sat. 6. Meglio sarebbe il dir, s'io non la sgarro, Che contra il padre crudeltà gl'inspira D'un tal bargello il sudicio tabarro.


2) id: 1637d314fd234e1ca323c8e4f136c93e)
Esempio: Salvin. pros. Tosc. 1. 147. Essendosi tanto corso oltre, e per così dire, sgarrato da quella semplice, e schietta originale eguaglianza, bisognava in certo determinato tempo dell'anno in quella restituirsi.
157) Dizion. 4° Ed. .
SCIUPARE
Apri Voce completa

pag.400



1) id: 4c191a2bd7494a09a1447b476c18d935)
Esempio: Menz. sat. 4. Vi par, canaglia, di dover sciupare Il bel Parnaso, e quella sacra fronde, Ch'è degno premio all'alme illustri, e chiare?
158) Dizion. 4° Ed. .
GIULECCO.
Apri Voce completa

pag.623



1) id: abe395e7b85e43e69f8c911c3c0ffad8)
Esempio: Menz. sat. 3. Dunque a Curculion testa di becco Apprestate, o schiavacci, al ponte a mare In luogo della toga un vil giulecco.
159) Dizion. 4° Ed. .
POPPACCIA
Apri Voce completa

pag.661



1) id: 06b49578b102449da013913d877a36e0)
Esempio: Menz. sat. 4.Adunque Erato, e Clio saranno oneste Di quelle men, che mostrano in Gualfonda Certe poppacce, come un par di ceste?


2) id: 5cfc18c65d894969a0cdc1f4a808e088)
Esempio: E Menz. sat. 12. Che le poppacce sue pendenti, e flosce Mostran, che questa nuova Polissena Fin d'undici anni ell'allargò le cosce.