Lessicografia della Crusca in rete

Query: +None - Tempo di Ricerca: 757 msec - Sono state trovate 24740 voci

La ricerca è stata rilevata in 99011 forme, per un totale di 73037 occorrenze

4° Edizione
Diz Giu. totali
96119 2892 99011 forme
71379 1658 73037 occorrenze
Ordinamento delle voci: alfabetico punteggio
200) Dizion. 4° Ed. .
DIFETTO
Apri Voce completa

pag.104



1) id: 77931d9f84db49e4b5a6a78c4aa70b43)
Esempio: Petr. son. 54. Colpa d'amor, non già difetto d'arte.


2) id: 33f420b7c294429c9b025f59d2159029)
Esempio: Segr. Fior. As. 1. A costui venne crescendo un difetto, Ch'in ogni luogo per la via correva.


3) id: 55e163fa5b654a098703abd153d86c9d)
Esempio: E Bocc. nov. 99. 2. Se noi quì per dover correggere i difetti mondani, o pur per riprendergli fossimo.
201) Dizion. 4° Ed. .
GREMBO
Apri Voce completa

pag.669



1) id: 1dd6a4fe14e7459a8165b442cf370947)
Esempio: Petr. son. 317. Verresti in grembo a questo sconsolato.


2) id: 1acb0419d85d4f3c9d38533c924c66a1)
Esempio: Petr. son. 152. Fama nell'odorato, e ricco grembo D'Arabi monti lei ripone, e cela.


3) id: c892015213a74a3aa370a2e1142795e2)
Esempio: Dant. Inf. 12. Dicendo: colui fesse in grembo a Dio Lo cuor, che 'n su Tamigi ancor si cola.
202) Dizion. 4° Ed. .
FERMARE
Apri Voce completa

pag.433



1) id: 8f84c01c49344dbaa7fc4fda2db1755d)
Esempio: Petr. son. 13. Fermo le piante sbigottito, e smorto.


2) id: 7d366598d585449fb730fc3eaa372a41)
Esempio: Petr. canz. 44. 7. Che vostra vista in lui non può fermarse.


3) id: be7dcb1c0f9e4e508bf256e125c8b284)
Esempio: Stor. Eur. 1. 2. Tuttavolta egli era naturalmente feroce, e d'ingegno tanto gagliardo, che dove e' fermava l'animo un tratto, non ci aveva luogo il consiglio.


4) id: e6451c3997e5479887577c9d86624f10)
Esempio: Bern. Orl. 1. 21. 18. Perchè così Rinaldo ha fermo il chiodo, Onde danno alla guerra ordina, e modo.


5) id: 1c07c175f2464930bec7ac25a7a217f0)
Definiz: §. X. Fermare le carni, si dice del Dar loro una prima cottura, quando son vicine a patire, perchè conservino.


6) id: 876ce008cc8b496e968d1c15209ab694)
Esempio: Nov. ant. 22. 2. Fatelmi venire dinanzi, e non li fermate porta.
203) Dizion. 4° Ed. .
INCENDERE
Apri Voce completa

pag.771



1) id: 6cdf6ab06ede4b7e960a319a608ac1a4)
Esempio: Petr. son. 17. Provan l'altra virtù, quella, che 'ncende.


2) id: fd2b64a617fa497ea0c9755bd448e4d2)
Esempio: E Cr. cap. 22. 1. Ne' boschi dell'alpi si sega del mese di Maggio, e di Giugno tutti i ramucelli degli arbori, e seccansi, e poi del mese d'Agosto s'incendono.


3) id: e945ad05402748268417e16d477b4402)
Esempio: Cr. 6. 49. 1. A far cauterio sanza fuoco pestisi la flamula, e pongasi sopra 'l luogo, che si vuole incendere, e vi si lasci un giorno, e troverassi la buccia arrostita, e arsa.
204) Dizion. 4° Ed. .
LITO
Apri Voce completa

pag.78



1) id: 8ff7970135274ed6b652408643c4134c)
Esempio: Petr. son. 175. Nè dal lito vermiglio all'onde Caspe.


2) id: 89d26b4caec74852a87a543e10990e05)
Esempio: Dant. Par. 2. Tornate a riveder li vostri liti.


3) id: f78246ec17854b678e7db0e948b782e4)
Esempio: Tac. Dav. ann. 2. 37. Fracassata l'armata, perdute le armi, gremite le litora di cadaveri de' lor cavalli, e uomini.
205) Dizion. 4° Ed. .
LOCO
Apri Voce completa

pag.82



1) id: 846a421f31bd4396bb13c422104a59b7)
Esempio: Petr. son. 205. O sacro, avventuroso, e dolce loco.


2) id: 0b3f6bf3a5824eb99859e869c23a87bc)
Esempio: Bocc. canz. 7. 2. Che i' non truovo dì, nè notte loco.


3) id: 418f2d1280df487a959ca549bd5188bb)
Esempio: Bocc. canz. 5. 3. E poi, quando fia loco, Me raccomanda a lei.
206) Dizion. 4° Ed. .
MINACCIA
Apri Voce completa

pag.245



1) id: c3de5274be014b989caf21bc272d22e6)
Esempio: Petr. son. 307. Nè minacce temer debbo di morte.


2) id: 1bc46d41823f47829d5fe76964a18e01)
Esempio: Boez. Varch. 2. 4. Ma dentro allegro, e fuori Colle sue scorte fide L'ira del cielo, e le minacce ride.
207) Dizion. 4° Ed. .
ORSACCHIO
Apri Voce completa

pag.434



1) id: b3a451ef29e94f30b85444a3078d2903)
Esempio: Petr. son. 82. L'orsa rabbiosa per gli orsacchi suoi.


2) id: 09aca389914240fb8ca835fe4e385612)
Esempio: Burch. 2. 67. Ed io pappava allor, com'un orsacchio.
208) Dizion. 4° Ed. .
OBBIETTO, e OBIETTO
Apri Voce completa

pag.374



1) id: 8cbc7839dcb74480b2460b11ac983506)
Esempio: Petr. son. 40. Nè lo sfrenato obietto vien perdendo.


2) id: 896ef6678f1345f4942c61bcd6984486)
Esempio: E Petr. son. 190. Non conosco Altro sol, nè quest'occhi hanno altr'obietto.


3) id: 51381c1c84da4194a3a85e3bad73180e)
Esempio: E Petr. canz. 2. 2. Ma puossi a voi celar la vostra luce Per meno obietto.


4) id: d4ce95730f6e4286bf57c402f10c8222)
Esempio: Bern. Orl. 1. 7. 2. Il secondo è berzaglio, obbietto, e segno D'odio, e d'invidia, e pien di gelosía.


5) id: f96f4246f5b24e60bf9e9fa75db02ee7)
Esempio: Bemb. Asol. 1. 47. Niuno appetito ec. con sì possente impeto all'obbietto proposto gli ci trasporta.


6) id: 4d98e3e66d824d7abc9f96685997835b)
Esempio: E Bemb. Asol. 2. 123. Nè sogliono gl'innamorati giovani con sì poco frutto mirare negli obbietti delle loro luci.
209) Dizion. 4° Ed. .
ALLENTARE.
Apri Voce completa

pag.125



1) id: 7842754bf3c0431c88dc138fc9b11c5a)
Esempio: Petr. son. 69. Piaga per allentar d'arco non sana.


2) id: 179407a2d3f946d0a146a478db40e0ac)
Esempio: Petr. canz. 4. 2. Fatto avean quasi adamantino smalto, Ch'allentar non lasciava il duro affetto.


3) id: 331b88d9883f4deb895408bdd05cbe43)
Esempio: Boez. Varch. 1. 5. O qualunque tu sii, signor gentile, Ch'allenti, e strigni delle cose il freno, Volgi alla terra omai gli occhi pietoso.


4) id: abb59a78179b4629b7dc0d7a80c47427)
Esempio: Buon. Fier. intr. 2. 2. Sbracciatevi, allentatevi, Le veste al fianco alzatevi.
210) Dizion. 4° Ed. .
CATENA.
Apri Voce completa

pag.592



1) id: 1999b037eca64d209b1279f4b9615633)
Esempio: Petr. son. 56. Delle catene mie gran parte porto.
211) Dizion. 4° Ed. .
ACCOMPAGNATO.
Apri Voce completa

pag.36



1) id: 196c76ecfdb14bd0863159c19bb15766)
Esempio: Petr. son. 186. Liete, e pensose, accompagnate, e sole.


2) id: 8ea3bd1cae134fb7a87c1cc2846100b9)
Esempio: Bocc. Introd. n. 35. E soli, e accompagnati, e di dì, e di notte.


3) id: baf19304ec79402a9f7b92aba8fc2718)
Esempio: Cr. 1. 3. 2. I venti settentrionali, ec. sono secchi, perchè non sono accompagnati di molti vapori.
212) Dizion. 4° Ed. .
LI
Apri Voce completa

pag.61



1) id: b84d969303e74cda9642d6c8f70ea8b2)
Esempio: Petr. son. 214. O li condanni a sempiterno pianto.
213) Dizion. 4° Ed. .
MAI
Apri Voce completa

pag.123



1) id: fb165d71a6004916b37a1194dfdf27be)
Esempio: Petr. son. 201. Quanto mai piovve da benigna stella.


2) id: 984f9ce8a85040e0ab5c89db1b1cbf39)
Esempio: E Petr. son. 212. Non sperar di vedermi in terra mai.


3) id: b8cd641ab0e3490fbcbf3875abbb2037)
Esempio: Petr. son. 125. Per far sempre mai verdi i miei desiri.


4) id: ab66688b76e14bbb84bce0230c48f75e)
Esempio: Petr. canz. 6. 7. Ove non spira folgore, nè indegno Vento mai, che l'aggrave.


5) id: a7598f350a79497bb715d418397bf64c)
Esempio: E Petr. son. 125. Nè lagrime sì belle Di sì begli occhi uscir mai vide il sole.


6) id: 2871d8a1ab4b47f6b4d6d66e3c44ec8d)
Esempio: Petr. canz. 5. 4. Popolo ignudo, paventoso, e lento, Che ferro mai non strigne, Ma tutti i colpi suoi commette al vento.


7) id: 7532676a71a2453ea53379db59c97409)
Esempio: G. V. 9. 12. 1. E in questo mezzo l'arti, e la mercatanzía non istetter mai peggio in Firenze.


8) id: fec3ca45a4ce40f185e92c0844cb4c6f)
Esempio: E Bocc. nov. 54. 2. Che mai ad animo riposato per lo dicitor si sarebber sapute trovare.
214) Dizion. 4° Ed. .
MAIESTÀ, MAIESTADE, e MAIESTATE
Apri Voce completa

pag.124



1) id: 3985f3a4a5494ef1b31b474cee076a54)
Esempio: Petr. son. 98. Con tanta maiestade al cuor s'offerse.


2) id: 42950a43a00e4273937416163d94ca5e)
Esempio: Cas. lett. 61. Avendo rapresentato in loro azione pubblica la maiestà del loro inclito stato.
215) Dizion. 4° Ed. .
MIRACOLO
Apri Voce completa

pag.252



1) id: d5b698b3425248c78942ddcb615bcc5b)
Esempio: Petr. son. 254. O miracol gentile, o felice alma.


2) id: aaf5500b60c5419aa57f66b28af76796)
Esempio: Buon. Fier. 2. 4. 15. Al ciel ne vanno le misericordie, E i miracol del volgo.
216) Dizion. 4° Ed. .
SGUARDO
Apri Voce completa

pag.521



1) id: 308d36df8688474f90e9436a044c9ad8)
Esempio: Petr. son. 215. O dolci sguardi, o parolette accorte.


2) id: 5b337ac863624f2f87cc15081c9387c9)
Esempio: E Petr. son. 256. E 'l dolce sguardo, Che piagava il mio core, ancor l'accenna.


3) id: e14da14623514bbbba1566a7bd0b373b)
Esempio: Tes. Br. 1. 16. Non fanno altro, che seguire la lor volontà, sanza niuno sguardo di ragione.
217) Dizion. 4° Ed. .
SIGNOREGGIARE
Apri Voce completa

pag.529



1) id: 7acbc59099864e3aa3c3a6cae53e2dd5)
Esempio: Petr. son. 237. Indi mi signoreggia, indi mi sforza.


2) id: 2f21435ac5b84839901ceef3c3dc242b)
Esempio: Bocc. g. 3. p. 3. Sopra una loggia, che la corte tutta signoreggiava (cioè: soprastando scopriva)


3) id: eb86908f6d30470d93730b3ce35fae20)
Esempio: G. V. 1. 7. 3. Per le stelle, che signoreggiano sopra quello luogo.


4) id: a35f6ac156fc489cb80c9da5f11b4d98)
Esempio: Albert. cap. 56. Meglio è l'uomo sofferente, che l'uomo forte; e che signoreggia all'animo suo, del vincitor di cittade.


5) id: 84baa1fd4cf14e9c8878b8627ac4335a)
Esempio: Tes. Br. 2. 32. L'una è verde, o rossa, l'altra bianca, o nera secondo il colore degli elementi, o degli umori, che signoreggiano nella cosa.
218) Dizion. 4° Ed. .
SEDE.
Apri Voce completa

pag.452



1) id: 9875e2ec06c24125a67e1a9e55220c48)
Esempio: Petr. son. 303. Assisa in alta, e gloriosa sede.
219) Dizion. 4° Ed. .
FIORIRE
Apri Voce completa

pag.471



1) id: a8bcd03a7b6e42b2812c196e5419f554)
Esempio: Petr. son. 269. E cantare augelletti, e fiorir piagge.


2) id: 9a8af9008d2b40d2979385878b0048d7)
Esempio: Petr. canz. 38. 2. Ch'amor fiorisca in quella nobile alma.


3) id: 9beb89343d274b8cb7c9cf484e779e74)
Esempio: E Petr. 247. Ch'avendo in mano Mio cuore in sul fiorire, e 'n sul far frutto, È gita al cielo.


4) id: 4ab42a4be25f4219a871fd7fd7c3f602)
Esempio: Petr. son. 175. Non s'accorge Del fiorir queste innanzi tempo tempie (cioè: imbiancare il pelo, incanutire.)


5) id: 7865e4e6de394175b445d4b2c1fbe362)
Esempio: E Petr. 40. 5. Che pur morta è la mia speranza viva, Allor ch'ella fioriva.


6) id: 86d8888a04994f5e938d830ebc0c850d)
Esempio: E Petr. canz. 42. 3. In un boschetto nuovo i rami santi Fiorian d'un lauro giovenetto, e schietto.


7) id: 3e55b176a7614dc3bfc56a3be35d83be)
Esempio: Red. cons. 1. 8. A tutti questi malori particolari degli occhi si aggiugne una scarsezza notabile di quelle evacuazioni, che ogni mese soglion fiorire alle donne.