Lessicografia della Crusca in rete

Query: +None - Tempo di Ricerca: 641 msec - Sono state trovate 24740 voci

La ricerca è stata rilevata in 99011 forme, per un totale di 73037 occorrenze

4° Edizione
Diz Giu. totali
96119 2892 99011 forme
71379 1658 73037 occorrenze
Ordinamento delle voci: alfabetico punteggio
100) Dizion. 4° Ed. .
FARFALLA
Apri Voce completa

pag.404



1) id: 91c47e90d8ef4d2c92b7330f9b8be55f)
Esempio: Petr. son. 110. Semplicetta farfalla al lume avvezza.


2) id: 84ce3503d2594a88bf2b677e3864604d)
Esempio: Salv. Granch. 1. 2. Io ne potrei bello E essere tenuta una farfalla.
101) Dizion. 4° Ed. .
ORECCHIO, e ORECCHIA.
Apri Voce completa

pag.423



1) id: 6cd874a1266549e587a0344aa767e840)
Esempio: Petr. son. 182. Amor par, ch'all'orecchie mi favelle.


2) id: b13611e23d024cfeb73446eece4b0bab)
Esempio: E Petr. son. 253. Che piangon dentro, ov'ogni orecchia è sorda.


3) id: bcbdd288a3bf4b77bddd3e8cc6339036)
Esempio: E lett. donn. Prat. 333. E' m'è stato zufolato anche negli orecchi un'altra cosa, che non importa poco, che ec.


4) id: fc42e60d57fb4326988eff500c932bf6)
Esempio: Buon. Fier. 1. 2. 4. Sta! ch'io n'ho vedut'uno Far capolino, e porgerci l'orecchio.


5) id: 8d648457186a4ce6b819f6943f6df073)
Esempio: Boez. Varch. 3. pros. 1. Stava cogli orecchi tesi, a bocca aperta, per ascoltarla.


6) id: 7397c34df19b4812bd87fa13259e0660)
Esempio: Segr. Fior. Cliz. 3. 1. Perchè io voglio esser io signore di casa mia, ed ognuno se ne sturi gli orecchi.


7) id: 011a49f4b56a4c0e876688009af8e162)
Esempio: Bern. rim. 1. 65. Provai un tratto a scriver elegante ec. Ma messer Cintio mi tirò gli orecchi, E disse: Bernia, fa' pur dell'anguille.


8) id: 4dccbdaf99914ab4b59c8aacd4640c62)
Esempio: Bern. rim. 1. 30. Direte a Monsignor de' Carnesecchi, Ch'io non gli ho invidia di quelle sue scritte, Nè di color, che gli tolgon gli orecchi.


9) id: 76b43f729b744a559c771c88470e2af6)
Esempio: Bellinc. son. 152. Ma un secchion vi porse ben l'orecchio, E intese come al fonte di Parnaso I piè vi si lavava un ferravecchio (quì in sentim. equivoco)


10) id: 3361d06e438e4621942dced4678574ed)
Esempio: E Bocc. nov. 42. 12. Le quali cose venendo ad orecchie a Martuccio Gomito ec.


11) id: d17da4f6a183454fbcb79dd95e9c82b6)
Esempio: Capr. Bott. 2. 11. Chi è là? (dich'io) ch'è questo, che mi zufola negli orecchi?


12) id: 7c84358d0e5b4c03876576c39207ad00)
Esempio: Vit. SS. Pad. 2. 217. Disse pianamente all'orecchie del suo dispensatore, che gli dovesse dare XV. libbre d'oro.


13) id: e6f732bde4d344ddbca28d6df5750141)
Esempio: Segr. Fior. Mandr. 3. 2. Da quel tempo in quà ella sta in orecchi, come fa la lepre.


14) id: ccdc9e9a123d4086875fb19a14ecf6c3)
Esempio: Vit. SS. Pad. 2. 246. Figliuolo mio, m'è venuto agli orecchi, che se' un poco austero contro agli tuoi servi.
102) Dizion. 4° Ed. .
PLACIDO
Apri Voce completa

pag.640



1) id: f0cea359d4b5411b9d3d16cc4a95f654)
Esempio: Petr. son. 314. Dolci durezze, e placide repulse.
103) Dizion. 4° Ed. .
PRESTO.
Apri Voce completa

pag.712



1) id: 37c470a5229947e1815aabc94ac1378f)
Esempio: Petr. son. 134. L'anima al dipartir presta raffrena.


2) id: 1aec866487dd46a386bb858c315ebfe8)
Esempio: Petr. canz. 44. 6. Ed acquetar i venti, e le tempeste Con voci ancor non preste Di lingua, che dal latte si scompagne (cioè sciolte)


3) id: 0c50b5803362484a9f61596e8e1a5b43)
Esempio: Cas. lett. 6. Ed averne presta confermazione, ed esecuzione dalla S. M.


4) id: c27e5fa7d5f74bfca2a1c18ee16bda8f)
Esempio: Cas. lett. 15. Perchè noi dalla parte nostra saremo sempre pronti, e presti.


5) id: eb06deb87f52416cb4a36fb4ccf99d44)
Esempio: Bern. Orl. 1. 2. 47. Ha la sua gente buona, pronta, e presta.


6) id: dd1c4c3eca424358b218ce2850e52c91)
Esempio: G. V. 7. 82. 2. In quella stanza dello assedio di Medola venne fatta a messer Gianni una presta, e notabile cavallería.
104) Dizion. 4° Ed. .
SEMPLICETTO
Apri Voce completa

pag.468



1) id: e2a1738667f142649b7a880d55360f7f)
Esempio: Petr. son. 110. Semplicetta farfalla al lume avvezza.


2) id: bfc3d4152bba414a9a43ed5930ea5f5e)
Esempio: Bocc. nov. 64. 2. Io una n'aggiugnerò da una semplicetta donna adoperata.
105) Dizion. 4° Ed. .
PERSEGUIRE
Apri Voce completa

pag.576



1) id: 7efd315b314443599280392b4876a77d)
Esempio: Petr. son. 87. Perseguendomi Amore al luogo usato.


2) id: 094cf17d94fc4c38a5fbe9c1b9ff1747)
Esempio: E Petr. canz. 29. 4. E le fortune afflitte, e sparte Perseguire, e 'n disparte Cercar gente ec.


3) id: d45770b8b7bf4c35a11e6beab1d77376)
Esempio: Boez. Varch. 1. rim. 5. A costei perseguire i miglior piace Con quella pena, che a' più rei conviensi.
106) Dizion. 4° Ed. .
REQUIE.
Apri Voce completa

pag.109



1) id: b1406819db5044cb9ba1d309bf6ea2c2)
Esempio: Petr. son. 273. Requie cercavi de' futuri affanni.


2) id: d03484c28b0248798133c6fe1caacda6)
Esempio: E Petr. son. 300. Fe mia requie a' suoi giorni e breve, e rara.


3) id: 29aefccc5fcb4448afa28e357ca0400f)
Esempio: Vit. SS. Pad. 2. 102. In ogni altra cosa, che l'uomo fa nel monistero, truova alcuna requie.
107) Dizion. 4° Ed. .
ABBORRIRE, e ABORRIRE.
Apri Voce completa

pag.11



1) id: da410fc4dfc54607982a8c04cc3982b2)
Esempio: Petr. son. 78. E 'l suo contrario aborre.
108) Dizion. 4° Ed. .
ABISSO.
Apri Voce completa

pag.17



1) id: 1132c21abf0240b7a313a7dca2bfd306)
Esempio: Petr. son. 295. Fu breve stilla d'infiniti abissi.


2) id: 1fb69734451c404c8e8c1aa7fce944ad)
Esempio: Petr. son. 38. Questi fur fabbricati sopra l'acque D'abisso.


3) id: 794b95b2108e4e9eb03138f96785335d)
Esempio: G. V. 11. 1. 15. L'acqua chiara surgéa d'abisso con grandi zampilli, sopra più terreni.
109) Dizion. 4° Ed. .
COMPAGNÍA
Apri Voce completa

pag.721



1) id: 3d5d8f822b4645dda20c0d2452074080)
Esempio: Petr. son. 186. Dogliose per sua dolce compagnía.


2) id: 5dc40e6ced7a494e930da192d8ee5be8)
Esempio: G. V. 2. 7. 1. Con loro Re chiamato Rotario fece lega, e compagnía contro il detto Imperadore.


3) id: deb4e1c6aa6b4f889a44e5bf236a07e9)
Esempio: E G. V. 7. 23. 1. I Ghibellini ec. co' Pisani, e' Sanesi fecero lega, e compagnía.


4) id: 46c7419e930d430ea41acec14ff1bccf)
Esempio: Segr. Fior. art. guerr. 1. Si ragunarono insieme più brigate, le quali si chiamarono compagníe, ed andavano taglieggiando le terre, e saccheggiando il paese.


5) id: c9e3b60a6d3f4ee7bba959380064fbb9)
Esempio: G. V. 7. 154. 2. Crebbe tanto lo stato di quella compagnía, ove erano la miglior parte della buona gente di Firenze, che ec.
110) Dizion. 4° Ed. .
LEGGIADRETTO
Apri Voce completa

pag.42



1) id: dcf3d88f37a84df6bfb5e84115a4c650)
Esempio: Petr. son. 166. Candido, leggiadretto, e caro guanto.


2) id: 5d67d6b04acf4efabaf87d6b687b5968)
Esempio: E Petr. 208. Fa con sue viste leggiadrette, e nuove L'anime da' lor corpi pellegrine.
111) Dizion. 4° Ed. .
TRANQUILLO
Apri Voce completa

pag.128



1) id: b2fc5ea75f714892b971905520082bda)
Esempio: Petr. son. 20. Cercate dunque fonte più tranquillo.
112) Dizion. 4° Ed. .
VISTA.
Apri Voce completa

pag.288



1) id: c07de8dfe21140259fc755b69a9fc5fb)
Esempio: Petr. son. 201. Chiar'alma, pronta vista, occhio cerviero.


2) id: fabd2bf890ab4b0b874628172411b129)
Esempio: Petr. son. 208. Fa con sue viste leggiadrette, e nuove L'anime de' lor corpi pellegrine.


3) id: 7afce04a1669408ea08527338cec9096)
Esempio: E Petr. 214. A me pur giova di sperare ancora La dolce vista del bel viso adorno.


4) id: 6f6b953ecf624a34903809fd85c20d95)
Esempio: Bocc. g. 3. p. 4. Coperte di pergolati di viti, le quali facevano gran vista di dover quell'anno assai uve fare.


5) id: 23fc9240eb884295bebb850aa0e36cfe)
Esempio: Salv. Granch. 4. 1. Faccendo 'l babbione, e 'l serfedocco, far vista d'avere Pensato ec.


6) id: fd4fcad3762c405ca11c44ba60fe5417)
Esempio: Tac. Dav. ann. 1. 2. Da lui fatti de' Cesari, e in vista di recusare ardentemente desiati (il T. Lat. ha: species recusantis)


7) id: 3887dfba0a2347a389970359e132d8b2)
Esempio: Dant. Inf. 1. Ma non sì, che paura non mi desse La vista, che m'apparve d'un lione.


8) id: 8c7240910fd54f1d8591bc7b33d69d91)
Esempio: Red. cons. 1. 142. Non è maraviglia alcuna, che ec. si lamenti ora di qualche caligine della vista.


9) id: 7ebcbeb0892c4a48b2d80e93018d6943)
Esempio: Dant. Inf. 11. Ma perchè poi ti basti pur la vista, Intendi come, e perchè son costretti.


10) id: a9bb52a940834988a4dcb584f7fd087f)
Esempio: M. V. 7. 2. E dando vista il detto Re di grande apparecchiamento, avvenne ec.


11) id: d63b2a87b80c4f318d29b066d4fa98b8)
Esempio: Nov. ant. 58. 2. Giunsero alla casa sua, la quale non era di non gran vista.
113) Dizion. 4° Ed. .
CONGIURATO
Apri Voce completa

pag.764



1) id: 238a0b8a92384382a77c0783711c710f)
Esempio: Petr. son. 285. O stelle congiurate a 'mpoverirme.


2) id: 087d2c12a9df45fda7d87957080edcf7)
Esempio: Din. Comp. 1. 12. Rimasono quivi i congiurati contro a Giano, i quali furono messer Palmieri di messer Ugo Altoviti, ec.
114) Dizion. 4° Ed. .
ATTORNO
Apri Voce completa

pag.321



1) id: d846cb2ca5284c0686dbb64e4208e98b)
Esempio: Petr. son. 207. E stringendo ambedue, volgeasi attorno.


2) id: 2d574a60c17b472882bf1149b99739ee)
Esempio: Petr. son. 108. Il cuor, che mal suo grado attorno mando, È con voi sempre.


3) id: cf7b9d21c5bb43c78646af2b7bfc09ba)
Esempio: Cas. lett. Credo, che il Provveditore non mandi galere attorno.


4) id: 4febda67d562437cabe4188e8fcf6440)
Esempio: Bocc. p. 7. A loro volendo essi, non manca l'andare attorno.


5) id: bbff20b60cb94f7d815589a3f03b5dae)
Esempio: Cr. 4. 12. 4. Da lasciar sono i sermenti, ma non attorno al duro, nè in sommo; perocchè questi, come pampinarii men fanno frutto.


6) id: b4d0ba1ae1a8482299c6a2a58ede0a2e)
Esempio: G. V. 12. 83. 4.Si cominciò un fuoco uscito di sotterra, ovvero che scendesse da cielo ec. vennesi stendendo più di quindici giornate attorno.
115) Dizion. 4° Ed. .
AVVEZZO
Apri Voce completa

pag.352



1) id: fd793e0ec1764bb8935356b5b78ddf45)
Esempio: Petr. son. 111. Semplicetta farfalla al lume avvezza.
116) Dizion. 4° Ed. .
BISANTE
Apri Voce completa

pag.436



1) id: 7bab9d4019af4c2688490d262b5f96b9)
Esempio: Petr. Frott. Così sparso il sacchetto de' bisanti.
117) Dizion. 4° Ed. .
TASCA.
Apri Voce completa

pag.19



1) id: 2fb4b2fce7a141a4b0c8d9efd1e11fa5)
Esempio: Petr. Frott. Rade volte l'alchimia empie la tasca.


2) id: 9eabb3e54119446ca8932230bd032b45)
Esempio: Salvin. pros. Tosc. 1. 103. Non cura il più fulgido pianeta, il pianeta delle fortune, della giustizia, della liberalità, e de' dominii; in somma ha in tasca Giove.
118) Dizion. 4° Ed. .
FRENESÍA
Apri Voce completa

pag.527



1) id: e015eb8be78b4cf2b644910cc07ad0b3)
Esempio: Petr. son. 206. Ch'i' son entrato in simil frenesía.
119) Dizion. 4° Ed. .
LUNGE.
Apri Voce completa

pag.99



1) id: 817368ff1df1485584d3e357bdeb764f)
Esempio: Petr. son. 131. Tanto dalla salute mia son lunge.


2) id: bc3cde8ba71a455b843a6f01d21430ae)
Esempio: E Petr. son. 265. Ma suoi santi vestigj ec. Veggio lunge da' laghi Averni, e Stigj.