Lessicografia della Crusca in rete

Query: +None - Tempo di Ricerca: 482 msec - Sono state trovate 12964 voci

La ricerca è stata rilevata in 43854 forme, per un totale di 30439 occorrenze

4° Edizione
Diz Giu. totali
42702 1152 43854 forme
29738 701 30439 occorrenze
Ordinamento delle voci: alfabetico punteggio
200) Dizion. 4° Ed. .
INNORARE
Apri Voce completa

pag.847



1) id: fa79296e2cd1472092eb30365fa8e19c)
Esempio: Rim. ant. Dant. Maian. 72. Che non affreno di voler gran dire, E d'innorar lo vostro gentil core.


2) id: 5de23bab6f304334a85d3edefdc77507)
Esempio: Nov. ant. 100. 11. Perciocchè tale è natura di femina, che mai bene non fa, se non infintamente a chi l'ama, e a chi la innora.


3) id: dbdb2b3305514ff7b644dcb75d1d3591)
Esempio: Gr. S. Gir. 9. Questo popolo me innora delle labbra, ma li lor cuori sono lungi da me.
201) Dizion. 4° Ed. .
INDIVINARE
Apri Voce completa

pag.798



1) id: b5d5e92aacd740fcbf2b40f1d5d05c38)
Esempio: Rim. ant. Dant. Maian. 75. E sol per questo indivinar vorría Ciò, che piacesse a voi, gioiosa gioia.
202) Dizion. 4° Ed. .
ALLEGRARE.
Apri Voce completa

pag.124



1) id: 02f2bbedd3d24c9482c05201a45aa5a1)
Esempio: Rim. ant. Dant. Maian. 73. O fresca rosa, a voi chero mercede, Che la mia vita deggiate allegrare.


2) id: eaff69a932514b60be6e11d07a3245c9)
Esempio: E Rim. ant. Dant. Maian. 77. Lo qual m'incora, che io deggia allegrare Lo core, e lo talento a ciascun'ora.


3) id: 70ebc85ac18547e195117e062a477581)
Esempio: Rim. ant. Guitt. 94. Dolcezza alcuna o di voce, o di suono Lo meo cuore allegrar non può giammai.


4) id: 3232788cb9e34b33a1bcb16e6d5932f6)
Esempio: Dant. Inf. 7. Fitti nel limo dicon: tristi fummo Nell'aer dolce, che dal sol s'allegra.


5) id: 1b90b9c754ee48a8b6bcbdcc91900907)
Esempio: Dant. Inf. 26. Noi ci allegrammo, e tosto tornò in pianto, Che dalla nuova terra un turbo nacque.
203) Dizion. 4° Ed. .
ARMA
Apri Voce completa

pag.261



1) id: f2da24a4ea454bea88d139b7f62bf90c)
Esempio: Rim. ant. Dant. Maian. 76. E non porria mancar, che 'n Paradiso Non gisse la mia arma veramente.


2) id: 9f590821c31244fba2445cd8cc7b2cf7)
Esempio: Rim. ant. F. R. Chiar. Dav. E la mea arma in Paradiso andare, Bon'ella spera con vostra vollienza.


3) id: c77583c47f6f4f51aea4f017091098a4)
Esempio: E Rim. ant. Dant. Maian. 80. Ed eo amando voi dolce mia intenza, In cui donata ho l'arma, e 'l corpo, e 'l core.


4) id: ddee7fb2057d4e2da83807ffe1044925)
Esempio: Rim. ant. Guid. Orl. 141. E sai, che l'arma ha 'l corpo a defensione, Reggelo, tralo, come 'l pesce lenza.
204) Dizion. 4° Ed. .
MISPRESA
Apri Voce completa

pag.258



1) id: c3766d655ead4403b6fc6917a16f3ce2)
Esempio: Rim. ant. Dant. Maian. 77. Forte s'adasta ver la mia mispresa Amor, che sempre vuol ver me pugnare.


2) id: 890c26d4e3f94650ae9c43b21fd42506)
Esempio: E Rim. ant. Dan. Maian. 81. Saver dovete ben, che la mispresa, Onde colpate me senza fallanza ec.
205) Dizion. 4° Ed. .
CIAUSIRE.
Apri Voce completa

pag.657



1) id: 51a7e634bba84711be988751cbd740e2)
Esempio: Rim. ant. Dant. Maian. 72. Che lingua d'omo, o pensiero di core, O guardo d'occhi possan ben ciausire.


2) id: c3ad3504553841fcb8c0bb288803f4ee)
Esempio: E Rim. ant. Dant. Maian. 87. E qual, che ciausisse mio dolore, Non credo, che in amore Fermasse mai sua voglia.
206) Dizion. 4° Ed. .
RIMPOLPARE
Apri Voce completa

pag.185



1) id: 3f02b98c468d46aa88f46c36f388c20d)
Esempio: Dant. rim. 16. Onde la piaga del mio cuor rimpolpo.
207) Dizion. 4° Ed. .
FRALE
Apri Voce completa

pag.513



1) id: e5020ee4610148bf813bca7782425cc8)
Esempio: Dant. rim. 6. Mentre io pensava alla mia frale vita.
208) Dizion. 4° Ed. .
GAIAMENTE.
Apri Voce completa

pag.562



1) id: bfe7dea55a7f4540ae639fd9da763e61)
Esempio: Dant. rim. 13. Per prata, e per riviera Gaiamente cantando.
209) Dizion. 4° Ed. .
GABBATO.
Apri Voce completa

pag.558



1) id: ebaee55c2da74975b00acb41fc4e40e6)
Esempio: Dant. rim. 16. E mi duol forte del gabbato affanno.
210) Dizion. 4° Ed. .
CONSOLATO
Apri Voce completa

pag.776



1) id: 52aacc7c2f494acc8ca135a4b21b8e8a)
Esempio: Dant. rim. 17. Per tal ch'io mora consolato in pace.
211) Dizion. 4° Ed. .
ALGENTE.
Apri Voce completa

pag.114



1) id: 27da627f938f430eb465cd12f39d12bf)
Esempio: Dant. rim. Signor, tu sai che per lo algente freddo.
212) Dizion. 4° Ed. .
CUI
Apri Voce completa

pag.877



1) id: 640461514df84340a7a79ee6d04fb6ab)
Esempio: Dant. rim. 26. E di colei, cui son, procaccian danno.


2) id: 6c6cf3504cae4dabadaf6db68d7ea08f)
Esempio: Dant. Inf. 7. Colui, lo cui saver tutto trascende.


3) id: e29397cdaaf14ae1bb1309fd40c8ac24)
Esempio: Dant. Inf. 1. Molti son gli animali, a cui s'ammoglia.


4) id: d6cdee4428fb435da6b02c2dff816038)
Esempio: Dant. Inf. 2. Di cui la fama ancor nel mondo dura.
213) Dizion. 4° Ed. .
BALLATA
Apri Voce completa

pag.375



1) id: d422054125134f308206823d7a4a6338)
Esempio: Dant. rim. 2. Ballata, i' vo' che tu ritrovi Amore.


2) id: ebcc41a49cfc409495c698d1cebbef20)
Esempio: Franc. Sacch. rim. Tal compitar non sa, che fa ballate.


3) id: 4a2ea02d21b441a289146f70a2b22c0f)
Esempio: E Dan. rim. appresso: Tu vai, ballata, sì cortesemente, Che senza compagnia Dovresti avere in tutte parti ardire.
214) Dizion. 4° Ed. .
DISDEGNOSAMENTE
Apri Voce completa

pag.170



1) id: 2426a9380d734afbb2cad3ac8067c872)
Esempio: Rim. ant. M. Cin. 54. Sicchè si parte disdegnosamente, E lasciavi uno spirito d'amore.
215) Dizion. 4° Ed. .
FOROSETTO
Apri Voce completa

pag.502



1) id: 1fb5fb79313044a898eb0e87b95ebf76)
Esempio: Rim. ant. Guid. Cavalc. 66. Era in pensier d'amor, quand'io trovai Duo forosette nove.


2) id: 13b013bcec9a4a2cb88ffdd0c419147d)
Esempio: E Rim. ant. Guid. Cavalc. appresso: Deh forosette, non mi aggiate a vile.


3) id: e49a2b0b9edd4bf89a8e23ec0954d961)
Esempio: E Rim. ant. Guid. Cavalc. 67. Alla dura quistione, e paurosa, La qual mi fece questa forosetta, Io dissi.
216) Dizion. 4° Ed. .
DISINORE.
Apri Voce completa

pag.181



1) id: df25ee84b40e49a2ab2b06ea6e499fe4)
Esempio: Rim. ant. P. N. Mazz. da Mess. Il disinore, il pregio, e la vergogna.


2) id: a21807ba31034ef7a6578f55effe0fc5)
Esempio: Rim. ant. Guid. G. 111. Che certo non è troppo disinore, Quand'uomo è vinto da un suo migliore.


3) id: b72ad5d6465e4937ab7094d0baa07ff4)
Esempio: Nov. ant. 48. 1. Messere, a voi son già fatti diecimila disinori, e a me ne è fatto pur uno.
217) Dizion. 4° Ed. .
DISMENTIRE.
Apri Voce completa

pag.183



1) id: 449b4f7ef80048289984557f4175b731)
Esempio: Rim. ant. P. N. Ver ben, che non dismente Secondo ben terren, ch'è fastidioso.


2) id: f795f241a83d4db6840de8a29cc21d19)
Esempio: Rim. ant. Dant. Maian. 86. Che validor valente Pregio, e cortesía Non falla, nè dismente.
218) Dizion. 4° Ed. .
DISMISURARE.
Apri Voce completa

pag.184



1) id: 366c3f996bd948ca998e04026291f964)
Esempio: Rim. ant. P. N. Che se uom dismisura, Conservando leanza, Non fa dismisuranza, ec.
219) Dizion. 4° Ed. .
GIULÍO.
Apri Voce completa

pag.624



1) id: e9bc933613514011b39c09db216155a1)
Esempio: Rim. ant. F. R. Feo Belc. Dammi 'l tuo amore, che è sì giulío.


2) id: 01de94790ee44efe81798268704ae435)
Esempio: E Rim. ant. F. R. Feo Belc. appresso: Che tu mi renda il tuo volto giulío.


3) id: 02d4fdb721d6481c9a42dda6e0490110)
Esempio: E Rim. ant. F. R. Feo Belc. appresso: Spero esser fervente ec. Rendendo laude a te tutta giulía.