Lessicografia della Crusca in rete

Query: +None - Tempo di Ricerca: 533 msec - Sono state trovate 20756 voci

La ricerca è stata rilevata in 66301 forme, per un totale di 44610 occorrenze

4° Edizione
Diz Giu. totali
64148 2153 66301 forme
43392 1218 44610 occorrenze
Ordinamento delle voci: alfabetico punteggio
1) Dizion. 4° Ed. .
GUAZZA
Apri Voce completa

pag.695



1) id: 5845f9dd58ae427ba50c3d11ad05dd69)
Definiz: Rugiada. Lat. ros. Gr. δρόσος.
2) Dizion. 4° Ed. .
SENTENZIOSO
Apri Voce completa

pag.477



1) id: cc1bab6979d74a209f6e882814602ade)
Esempio: Ros. Vit. F. P. cap. 77. Ottimo parlatore è quello, che dice in poche parole molte cose sentenziose.
3) Dizion. 4° Ed. .
SCIALACQUATORE
Apri Voce completa

pag.390



1) id: c7b6be422b934fe7ad5f949b95920a10)
Esempio: Ros. Vit. F. Pand. cap. 32. Non si debbe appellar giusto, nè liberale uno scialacquatore, e donatore sanza ordine, e misura.
4) Dizion. 4° Ed. .
BERLINGATORE
Apri Voce completa

pag.421



1) id: c096e4c99de44ec5be0baee01ebe700b)
Esempio: Ros. Vit. Sogliono questi cotali berlingatori scoprire molti segreti, che fedelmente sono stati loro detti.
5) Dizion. 4° Ed. .
NOTEVOLE.
Apri Voce completa

pag.361



1) id: 4263cd1c0df64007a4df2436b06fb3f4)
Esempio: Ros. Vit. F. P. proem. Rosaio dico, perchè in esso sono ridotte brevissime, e odorifere sentenzie colte dalli più notevoli autori del mondo.


2) id: 34797a0630334ad2ada22697b2b357e9)
Esempio: Bocc. vit. Dant. 234. Sanza avere niuna notevole cosa operata, lo 'mperadore partitosi quasi disperato, verso Roma drizzò suo cammino.
6) Dizion. 4° Ed. .
TIRIACA
Apri Voce completa

pag.88



1) id: 16f8af3513fc442ab03d11efedd7894b)
Esempio: Ros. Vit. F. P. cap. 19. Il quale desiderio per infrenarlo ci ha Iddio dato buona tiriaca, come è il pensiero della morte (quì figuratam.)
7) Dizion. 4° Ed. .
AVVINAZZARE
Apri Voce completa

pag.353



1) id: 4b3595c5f5da412dabb03e6b04a2857a)
Esempio: Ros. Vit. Confortò molto Oloferne al godere a tavola, e avvinazzarsi, per la letizia di costei.
8) Dizion. 4° Ed. .
RIPOSTA
Apri Voce completa

pag.212



1) id: 2bcf94ef7fca470091ecc87d8ecbf58a)
Esempio: Ros. vit. Fil. Pand. cap. 21. Va', o ignorante, alla formica, e piglia esemplo da lei, che di state, quando ha l'abbondanza del grano, fa la riposta per lo verno.
9) Dizion. 4° Ed. .
SPAVENTOSO
Apri Voce completa

pag.641



1) id: 7e921fff2b2a458883a53ee696383c55)
Esempio: Vit. S. Ant. F. R. Aveano ceffi deformi, e spaventosi.
10) Dizion. 4° Ed. .
SEDERE
Apri Voce completa

pag.452



1) id: 4005125bbf6147609ae1474de0280c07)
Esempio: Vit. Crist. Seggendo ambodue insieme.


2) id: 47887e1bc5024a20afdfe97400a950f3)
Esempio: Bocc. vit. Dant. 234. Arrigo conte di Luzzimborgo con volontà, e mandato di Clemente Papa quinto, il quale allora sedea, fu eletto in Re de' Romani, ed appresso coronato Imperadore.


3) id: bb79ef097bf54625a7dce506c1c75de5)
Esempio: Bocc. g. 5. p. 3. Ed essendosi la Reina a seder posta pro tribunali ec.


4) id: b6847affb27c4e3c9b3b814bbf29af3f)
Esempio: Salv. Granch. 1. 1. In fatti spesso chi ben siede, mal pensa.


5) id: 1e6ff7cd928d465292d2c2878d1d4ce8)
Esempio: Cavalc. Frutt. ling. Per lo sedere s'intende la quiete della mente, come per lo discorrere s'intende la 'nquietudine.
11) Dizion. 4° Ed. .
NUTRICE
Apri Voce completa

pag.370



1) id: 473b16ad599e41c39cf4650720d47344)
Esempio: Vit. Plut. P. S. 56. Erano molti maestri, e nutrici d'Alessandro.


2) id: fe00675501d44ae3aa214c9f78e61229)
Esempio: E Vit. Plut. appresso: Per questo non degnava d'esser chiamato nutrice.


3) id: 3f9fad45953f4bda9e80c8365a9f5f80)
Esempio: E Vit. Plut. appresso: Era tenuto appresso a Leonida, e principale de' nutrici (il T. Gr. ha τροφεύς)
12) Dizion. 4° Ed. .
VITUPEROSISSIMO.
Apri Voce completa

pag.294



1) id: 8db22a649b1d4495a712ee3b93db084c)
Esempio: Vit. Crist. P. N. Di morte così vituperosissima, e così amara.
13) Dizion. 4° Ed. .
ZUFOLO
Apri Voce completa

pag.369



1) id: 51827bc5decb49ca9643135c5023a11d)
Esempio: Ros. Vit. F. P. cap. 16. La fortuna fa con esso noi la vendetta de' fanciulli, a' quali mostriamo il zufolo, ed egli crede, che sempre gli duri; quando s'avvede, che gli manca il suono, ed egli lo rompe.


2) id: 57c4bd524c1d46ca992a753fe67c7b11)
Esempio: Vit. Plut. Addottrinava li suoi discepoli, come si conveniva sonare il zufolo.


3) id: db4a958f99074467b5727d3710695c5a)
Esempio: Morg. 18. 151. E che tu intenda a un fischiar di zufolo.


4) id: c5b56ed4244a4fdbae41723dcd4604c2)
Esempio: E Morg. 18. 160. E non voglio, oste mio, come 'l gigante, Far degli orecchi zufoli a rovaio.


5) id: 49609f6efda846cb9a7b4929bd92e336)
Esempio: Cecch. Inc. 1. 2. Sì che tu resterai zufolo zufolo.
14) Dizion. 4° Ed. .
RIVELAZIONE
Apri Voce completa

pag.248



1) id: 95bf8437fe6a4e428e246c35455a67ba)
Esempio: Vit. Plut. Anzi era manifestamente rivelazione.


2) id: f2b4929dcd074b90a31eec1201503949)
Esempio: Tes. Br. 1. 12. Ciò, che possono sapere delle cose future (gli Angeli) sì è in due maniere; o per isperanza del tempo, o per rivelazione di podestade.


3) id: 60f7c2a4cea6438a9719851948d0aa85)
Esempio: But. Inf. 2. 1. Ad uomo, che intenda, non pare cosa non degna, che Dio fusse cortese ad Enea di lasciarlo descendere allo 'nferno, e vedere le cose secrete, ed aver rivelazione delle cose future.
15) Dizion. 4° Ed. .
F
Apri Voce completa

pag.327



2) id: d128a9d2d4eb405bb66169370c549f0f)
Definiz: Lettera, la quale nel pronunziarsi è assai simile all'V consonante, per essere amendune molto aspirate. Riceve dopo di se nel mezzo della parola, e nella stessa sillaba le consonanti L, e R, e vi perde alquanto di suono, come AFFLITTO, FRESCO; ma riceve la L molto più di rado, come suono alquanto malagevole alla nostra pronunzia. Ammette avanti di se le L, N, R, S in mezzo della parola, e in diversa sillaba, come ALFIERE, FORFORA, DISFATTO, ma la S se le pone avanti molto più frequentemente nel principio, come SFERZA, SFORZO, e pronunziasi la S avanti alla F nel primo modo, e più comune, come nella voce CASA, conforme a quello, che si dirà nella lettera S. Nel mezzo delle dizioni si può raddoppiare, dove fa mestiere, come EFFETTO, BUFFONE.
16) Dizion. 4° Ed. .
INCORRIGIBILE, e INCORREGGIBILE
Apri Voce completa

pag.788



1) id: e9bbd82d2d7742ddbf030bbbd1c980c3)
Esempio: Vit. Plut. P. S. 5. Perchè lo vedeva incorrigibile, aveva gran dolore.


2) id: 42b0c6eaacd9425db8e3c54116ae6f7e)
Esempio: Segr. Fior. art. guerr. 12. Parte sogliono essere nimici della guerra, parte incorreggibili.
17) Dizion. 4° Ed. .
SINGULARISSIMAMENTE, e SINGOLARISSIMAMENTE
Apri Voce completa

pag.537



1) id: d0b501ea9bb4490887c177a4aa195f42)
Esempio: Vit. S. Gio. Bat. P. N. Anzi in questo si dilettavano singularissimamente.
18) Dizion. 4° Ed. .
P
Apri Voce completa

pag.454



2) id: e5a0252a79bc40a79360c815634551a9)
Definiz: Lettera assai simile al B, e all'V consonante, col quale molte voci si pronunziano scambievolmente; siccome COPERTA, COVERTA, SOPRANO, SOVRANO. Consente dopo di se delle consonanti nella medesima sillaba la L, e la R, e ne perde alquanto di suono; come PLACARE, APPLICAZIONE, PRATO, GINEPRO; quantunque colla L più di rado si truovi. Nel mezzo della parola, ma in diversa sillaba, ammette avanti di se la L, M, R, S, come ALPE, TEMPO, CORPO, ASPIDO; benchè la S gli si ponga avanti ancora nel principio di dizione, come SPADA, SPINTA. La S avanti al P si proferisce nel modo più comune, cioè col suono più intenso, quale è nella voce CASA, di che vedi nella lettera S.
19) Dizion. 4° Ed. .
TESORERÍA
Apri Voce completa

pag.67



1) id: 6025c35ddcd841b18c30c7be13b864dc)
Esempio: Vit. Plut. Facea l'uficio della tesorería molto bene.
20) Dizion. 4° Ed. .
VICINITÀ, VICINITADE, e VICINITATE
Apri Voce completa

pag.267



1) id: a564a7adda0a494aa4201f7ead57bdb2)
Esempio: Vit. Plut. Avevano paura della vicinità de' Cartaginesi.