Lessicografia della Crusca in rete

Query: +None - Tempo di Ricerca: 658 msec - Sono state trovate 27622 voci

La ricerca è stata rilevata in 113185 forme, per un totale di 84222 occorrenze

4° Edizione
Diz Giu. totali
109755 3430 113185 forme
82133 2089 84222 occorrenze
Ordinamento delle voci: alfabetico punteggio
60) Dizion. 4° Ed. .
LESTO
Apri Voce completa

pag.52



1) id: 8a2df34eda55436f9244c818bec29723)
Esempio: Salv. Granch. 2. 2. Dando ec. un po' di volta al canto Lesta lesta.


2) id: ad5c1dea5dc445dea68211e8acbe8bd1)
Esempio: Buon. Fier. 2. 5. 2. I marinar son lesti, astuti, scaltri.


3) id: fe6c78c864bc42559b6d54a391157035)
Esempio: Malm. 1. 11. Le scale corre lesto come un gatto.


4) id: 0f19b9fc6d3f4094a7006d08eccf57c5)
Esempio: E Malm. 1. 62. E benchè lesto ciaschedun rimiri, Non gli dà tanto tempo, ch'e' respiri.
61) Dizion. 4° Ed. .
DATIVO
Apri Voce completa

pag.56



1) id: 7ffa66a2651f47bf991241cc01dd17d1)
Esempio: Salv. Avvert. 2. 1. 15. Dativo quella del dare, e alluogania nel terzo luogo.


2) id: 75703f9441554b6990163a498bd4d673)
Esempio: E Salv. Avvert. appresso: I Latini grammatici determinano l'ablativo, e dannole questo titolo, come se ella convenga principalmente al tor via, e sia contraria al dativo.
62) Dizion. 4° Ed. .
CATTEDRALE.
Apri Voce completa

pag.594



1) id: 7c3ac1b0d15748548ce81d6cc776e428)
Esempio: Salv. Avvert. 1. 2. 12. Cotante sono le parole scolastiche, e i modi cattedrali.


2) id: 0fccb24233634873bf370b52820e4ba0)
Esempio: M. V. 6. 22. La villa, e gli uomini di Mellina in Brabante erano della Chiesa cattedrale di Legge.
63) Dizion. 4° Ed. .
DIVEZZARE.
Apri Voce completa

pag.218



1) id: 9cdb47e7a17c41f88e7624e0dd7f01df)
Esempio: Salv. Granch. 1. 2. Che È egli, ch'io la divezzai? mi pare Un dì.
64) Dizion. 4° Ed. .
PIAGNISTERO
Apri Voce completa

pag.599



1) id: c1dba5d76cf0430aa3dc72198bcfc88a)
Esempio: Salv. Granch. 1. 2. Strinsemi con tanti Preghi, con tante lagrime, con tanti Piagnisteri.
65) Dizion. 4° Ed. .
PREDOMINARE.
Apri Voce completa

pag.695



1) id: b581799b9de44b2a85ead2f70af4999d)
Esempio: Salv. Spin. 2. 6. Ma se non ch'io m'avveggo, che l'umor vi predomina.


2) id: 69c8e7e519b74defa3996460b83a6aae)
Esempio: Lor. Med. com. 126. E questo può malamente essere, se l'umor melanconico nell'amante non predomina.
66) Dizion. 4° Ed. .
COMUNICANZA
Apri Voce completa

pag.735



1) id: a551da57c35e4bab8851a43472d02c70)
Esempio: Salv. dial. Amic. 19. Farò ancora io per lo interesse della comunicanza.


2) id: 056fe53853344171b4f78093cdf1e1ab)
Esempio: E Salv. dial. Amic. 72. È il fine della vera amicizia l'onesta comunicanza.
67) Dizion. 4° Ed. .
INCALAPPIARE, e INGALAPPIARE
Apri Voce completa

pag.763



1) id: baed98f15b424669bc51ede46ac04ad2)
Esempio: Salv. Granch. 3. 11. Lascia, ch'egli È per ingalappiarsi nella ragna Da se.
68) Dizion. 4° Ed. .
SOPRACCARICO
Apri Voce completa

pag.594



1) id: 878b02a8e9524167b0a876c85e90b9b9)
Esempio: Salv. Granch. 3. 13. Fu contra Gli avvisi suoi mandato in Cartagine Sopraccarico.
69) Dizion. 4° Ed. .
IRI, e IRIDE
Apri Voce completa

pag.917



1) id: 5a00325516b74ed6820402d025ff8342)
Esempio: Salv. rim. La tua bella iri almeno N'annunzi un bel sereno.
70) Dizion. 4° Ed. .
MINCHIONE
Apri Voce completa

pag.246



1) id: be9a3d45fbf54764b2cce16f141f35f9)
Esempio: Salv. Granch. 1. 2. E non fanno divario mai da me Al munistero. F. minchioni.


2) id: e235a6d9b19b453bafa991d7194758bf)
Esempio: Malm. 2. 18. Il cuoco anch'egli poi non fu minchione.


3) id: d08d97afe0934f06a7ce2743d4891953)
Esempio: Bern. Orl. 1. 29. 49. E l'assicura, che seco ragioni, Ch'Orlando in questo è il conte de' minchioni.


4) id: d7c648ae94ca4d63a7ae6665e6fbc3e7)
Esempio: E Malm. 5. 1. Un altro è poi sì tondo, e sì minchione, Che se le beve tutte, e a ognun da fede.
71) Dizion. 4° Ed. .
DRETO, e DRIETO
Apri Voce completa

pag.252



1) id: 95131136f73a410087c3beb739cf7384)
Definiz: Voce piuttosto dell'uso popolare. E vale lo stesso, che Dietro. v. Salv. Avvert. 1. 2. 16.


2) id: 40a81d44c90a4a47aed322a59cc1ca5d)
Esempio: Bern. rim. Anzi un Orfeo che sempre aveva drieto.
72) Dizion. 4° Ed. .
DINOTARE
Apri Voce completa

pag.132



1) id: 2490dadb271641989a9db3954c7de7a6)
Esempio: Salv. Granch. 2. 5. Il granchio poi Dinota gravità; questa è mia propria Virtù.
73) Dizion. 4° Ed. .
RIANDARE.
Apri Voce completa

pag.122



1) id: 3ed60f65346c4f53b78a36e8fc0d3dd5)
Esempio: Salv. Granch. 2. 5. Rianda Le cose, che tu gli hai dette di me.


2) id: b9bf6166e3da488593f72841a38eae5f)
Esempio: E Boez. Varch. 2. 4. Comincia un poco a riandare con esso meco di quanti ben tu abbondi, e di quanto grandi.


3) id: 2a09b0727ed04f058a4f3444d7bdf172)
Esempio: Tac. Dav. stor. 2. 280. Ma il riandare i vecchi, e' nuovi costumi mi ha traviato.


4) id: ebef8265c6564ae9b489e4a65b344df9)
Esempio: Boez. Varch. 1. 1. Mentre che tacito meco medesimo queste cose riandava ec.
74) Dizion. 4° Ed. .
SCALARE
Apri Voce completa

pag.351



1) id: a2a6d32393c04dc8ad89e1c5dd3ed70e)
Esempio: Salv. Spin. 4. 12. Un per mia fe, che scala la casa di Bernabò.


2) id: 9a4322384526493b89ba1bdd15b43b16)
Esempio: Ciriff. Calv. 1. 23. Che si poteva Ascalona scalare Da quella parte, che non vede il mare.
75) Dizion. 4° Ed. .
ALLOPPIARE.
Apri Voce completa

pag.129



1) id: a9e31b41cd714fe5841b61f21f97dbf3)
Esempio: Salv. Granch. 2. 2. Il gaglioffaccio si cred'ora Darmi la soia, e volere alloppiarmi Colle moine.
76) Dizion. 4° Ed. .
FINESTRINO
Apri Voce completa

pag.465



1) id: 17b1be8ad21c4ff6967460756234083b)
Esempio: Salv. Granch. 2. 2. Con una scala di seta condursi Al finestrin della camera della Fanciulla.
77) Dizion. 4° Ed. .
SCAPPUCCIARE
Apri Voce completa

pag.362



1) id: 45befc29ccc5479faf7b7998d1801381)
Esempio: Salv. Granch. 2. 2. Ognuno ha a scappuciare una Volta, e sciorre un tratto i bracchi.


2) id: 13fe32e7f4c8498d84a4882fe187b8f9)
Esempio: Matt. Franz. rim. burl. 2. 156. Scappucciò quella, questa assai ben corse.


3) id: 83dd57c9727946bea771f53c7f29e140)
Esempio: Car. lett. 1. 13. Nello scrivere con quelle terze persone mi viene spesso scappucciato, e dato del voi alla signoría vostra con altre discordanze.
78) Dizion. 4° Ed. .
GUITTO
Apri Voce completa

pag.701



1) id: a6835bcf9e654d1f9544687072785c11)
Esempio: Salv. Granch. 3. 11. O guitto di Tofano, O furfante di Tofano, o ribaldo.


2) id: fb09d161f32045819f9e0fc62e2cd34c)
Esempio: Buon. Fier. 4. 1. 1. E co' provvisatori Briachi in chiocca, e mandriacchiole, e guitti.


3) id: 5122570a567e49648964cacb33cae825)
Esempio: Malm. 3. 9. Tra questi guitti ancora sono assai, Oltre a' marchesi, principi, e signori, Uomin di conto, e grossi bottegai ec.


4) id: a75223e094814f438f33087241dc951f)
Esempio: E Malm. 11. 54. Talchè morendo dolcemente il guitto, Addio cucina, dice, ch'i' ho fritto.
79) Dizion. 4° Ed. .
SBOTTONEGGIARE.
Apri Voce completa

pag.343



1) id: c6df2d9c4d4040fca516ed30037776f5)
Esempio: Salv. Granch. 3. 9. Per isdegno dovè contra questi asini Sbottoneggiare non so che.