Lessicografia della Crusca in rete

Query: +None - Tempo di Ricerca: 369 msec - Sono state trovate 15396 voci

La ricerca è stata rilevata in 42223 forme, per un totale di 26394 occorrenze

4° Edizione
Diz Giu. totali
41223 1000 42223 forme
25827 567 26394 occorrenze
Ordinamento delle voci: alfabetico punteggio
100) Dizion. 4° Ed. .
FERUTO
Apri Voce completa

pag.438



1) id: 9940a0a60db94b5ba5b9bdd131b1efec)
Esempio: Rim. ant. Cin. 52. Io trovo il cuor feruto nella mente.


2) id: c179deca14ea4392aea5993964db2983)
Esempio: E Rim. ant. Cin. 56. E porto dentro agli occhi un cuor feruto, Che quasi morto si dimostra altrui.


3) id: e6d59d55dd534d02b6a7bb5e4c2b7c06)
Esempio: Dant. rim. 31. Qual io divegna sì feruto, amore Sal contar tu, non io.
101) Dizion. 4° Ed. .
DUNQUA
Apri Voce completa

pag.256



1) id: 335d4016c2f04dcaa18a83c32a723ca8)
Esempio: Rim. ant. Dant. Maian. 76. Dunqua cantando voi prego, ed amore.


2) id: bc4effc1f5634e0a9254b32e6334cef3)
Esempio: E Rim. ant. Dant. Maian. 84. Dunqua, com'è divisa Da pietà vostra altezza.


3) id: d9fcf517a97a44fd9112e3fe8aba6902)
Esempio: Rim. ant. Mazz. da Mess. Dunqua siccom'io uso ismisuranza In voi, madonna, amare.


4) id: d09d5fdc7d9547dc91225352d6815f85)
Esempio: Buon. rim. 17. Se 'l mio mal vi contenta, Mia dolce, e fiera stella, Che farà dunque colla morte mia?


5) id: b530f5f68b1943678b0d5f121fb1ec64)
Esempio: Franc. Barb. 81. 13. Che dunqua doviam dire Di quel, che più assai vien da lontano?
102) Dizion. 4° Ed. .
GEMENZÍA.
Apri Voce completa

pag.581



1) id: e7352f887f5c4c358f16ec67e2cc008e)
Esempio: Rim. ant. Ricc. Varl. 142. Sì, ch'io per gemenzía feci quistione.
103) Dizion. 4° Ed. .
DEBOLETTO
Apri Voce completa

pag.60



1) id: c491408519eb4d44b991ce335391c55f)
Esempio: Rim. ant. Giud. G. P. N. Tu voce sbigottita, e deboletta.
104) Dizion. 4° Ed. .
ARDURA
Apri Voce completa

pag.255



1) id: 7f6ff4a81aa245d8a1ea6251a468fce8)
Esempio: Rim. ant. F. R. Fa bollire el meo sen d'amor l'ardura.
105) Dizion. 4° Ed. .
NANTI, e NANZI
Apri Voce completa

pag.317



1) id: 323e2dc104bc47279fa970b08b0a6f54)
Esempio: Rim. ant. Guitt. R. Avvenne Nanti ch'amore mi ferisse il core.


2) id: 4f9fcf52618241a7b5b05be4cb750195)
Esempio: Rim. ant. Guid. Guin. Nanti che 'n terra scendesse 'l Messía.


3) id: 7a48c2864e754b4e997b9d4c6c4a5eb1)
Esempio: Amm. ant. 36. 7. 7. Nanzi alcuno lodarlo è cosa vergognosa.
106) Dizion. 4° Ed. .
SBASSANZA
Apri Voce completa

pag.338



1) id: 6872db7ef0094aa1bf202614fd8b20cc)
Esempio: Rim. ant. P. N. Salad. Ch'amor non guarda altezza, nè sbassanza.
107) Dizion. 4° Ed. .
STORNARE
Apri Voce completa

pag.755



1) id: 47651a5107004feab8455901e1031a1f)
Esempio: Rim. ant. M. Cin. 8. Perocchè forza di sospir lo storna.


2) id: 303f921df5324d84a7283df4abc08fcf)
Esempio: Rim. ant. Guid. Cavalc. 70. Muove cangiando core, e riso, e pianto, E la figura con paura storna.


3) id: 49920aeac95e48688d46044ed5a81894)
Esempio: Valer. Mass. Combattendo a piede, sanza alcuno stornare, sopra un grande strazio di gente, ch'avea fatto, cadde.


4) id: d94f29dfe181448898b119c2ffcac5cd)
Esempio: Nov. ant. 51. 7. Almeno non se ne parta, se altrimente non la puote stornare.
108) Dizion. 4° Ed. .
SOFFRENTE.
Apri Voce completa

pag.564



1) id: ff93338a12a44f50975ba6420ac9548e)
Esempio: Rim. ant. Dant. Maian. 76. Serviraggio anco del mal più soffrente.
109) Dizion. 4° Ed. .
QUISTIONEGGIARE.
Apri Voce completa

pag.25



1) id: 0008224d241c4e99a82eb3f04ff3304a)
Esempio: Rim. ant. Dant. Maian. 137. E ciò non movo per quistioneggiare.
110) Dizion. 4° Ed. .
FINAMENTE
Apri Voce completa

pag.463



1) id: 9102b8d656a141d2bc6754d0c5dd91b0)
Esempio: Rim. ant. P. N. Re Enz. Sì finamente amor m'ha meritato.
111) Dizion. 4° Ed. .
LANGUEGGIARE.
Apri Voce completa

pag.17



1) id: 49d58215775d4673b5e6dc691ed90f4b)
Esempio: Rim. ant. Guitt. R. Per gran doglienza mi langueggia 'l core.
112) Dizion. 4° Ed. .
SCONVENIRE
Apri Voce completa

pag.414



1) id: d253eebdb33340bc933cf0a393ef07e8)
Esempio: Rim. ant. Guid. G. 111. Troppa alterezza è quella, che sconvene.
113) Dizion. 4° Ed. .
SORBONDARE.
Apri Voce completa

pag.605



1) id: 2876d56b350546aa8a74e172f24093f7)
Esempio: Rim. ant. Guitt. R. Che la pena d'amore in me sorbonda.
114) Dizion. 4° Ed. .
BRAMITO
Apri Voce completa

pag.463



1) id: 1b4e4723582342749b1475fb78959124)
Esempio: Rim. ant. Guitt. R. Ascolta Il bramito crudel di quella fiera.


2) id: c37554600ddc42789e0f7d2c1c0f70b8)
Esempio: E Rim. ant. Faz. Ubert. E de' serpenti il bramito tremendo.
115) Dizion. 4° Ed. .
A RAGIONE
Apri Voce completa

pag.245



1) id: a5984a1d1070445bbb8f7b2c5a0e0a9b)
Esempio: Rim. ant. Guitt. 93. A gran ragion mi movo a lamentanza.
116) Dizion. 4° Ed. .
ASPRO
Apri Voce completa

pag.292



1) id: 4b8681baab0f4b959fbc710cd32028ed)
Esempio: Rim. ant. Dant. 23. Così nel mio parlar voglio essere aspro.
117) Dizion. 4° Ed. .
CANTARE.
Apri Voce completa

pag.539



1) id: a1273e615edb4d728225f1a0132928f3)
Esempio: Rim. ant. Dant. Maian. 76. Dirol come savraggio, ma in cantare.
118) Dizion. 4° Ed. .
LENTEZZA
Apri Voce completa

pag.48



1) id: 871c32965c974896ad1d3fb7f397bed6)
Esempio: Rim. ant. Guitt. 94. Ma per lentezza sì lo lassa gire.
119) Dizion. 4° Ed. .
LANDA
Apri Voce completa

pag.16



1) id: 6531d3ee153c4d569001599645842c33)
Esempio: Rim. ant. Inc. 116. Vidi una donna andar per una landa.