Lessicografia della Crusca in rete

Query: +None - Tempo di Ricerca: 518 msec - Sono state trovate 23993 voci

La ricerca è stata rilevata in 99720 forme, per un totale di 74751 occorrenze

4° Edizione
Diz Giu. totali
97128 2592 99720 forme
73135 1616 74751 occorrenze
Ordinamento delle voci: alfabetico punteggio
1) Dizion. 4° Ed. .
DISCOSTO
Apri Voce completa

pag.167



1) id: db26f9c891d44eef828defd4446c0e51)
Esempio: Vit. S. Margh. Discosto alla terra cinque miglia.
2) Dizion. 4° Ed. .
INCAPESTRATO
Apri Voce completa

pag.768



1) id: 041c137288814f5c9ea7f5a2f02933b4)
Esempio: Vit. S. Margh. Vidi quello divoratore abbattuto, e incapestrato.
3) Dizion. 4° Ed. .
TORMENTATORE
Apri Voce completa

pag.102



1) id: 5c9a3ff7542c46d7880eb3438dbada1e)
Esempio: Vit. S. Margh. Allora dice, che questi tormentatori tormentavan lo corpo suo.


2) id: 3423b2f0753f4b4b8cdfce24963f5cfb)
Esempio: Annot. Vang. Diello a' tormentatori, che 'l tormentassono.
4) Dizion. 4° Ed. .
SCIPARE.
Apri Voce completa

pag.399



1) id: 4b7ac73ec9584516b44d7c7c78a16d47)
Esempio: Vit. S. Margh. Io ho distrutte, e scipate le fatiche di molti giusti.


2) id: f0a38aef00724e59bce01c0ce542176d)
Esempio: Mor. S. Greg. Lo bue concepette, e non si scipóe; la vacca partoríe, e non fu privata del parto suo.
5) Dizion. 4° Ed. .
APPETIBILE
Apri Voce completa

pag.228



1) id: 42ae52a91e7a47c6b71aef77bace9ab5)
Esempio: Vit. S. Ant. Fuggi ogni appetibile mondano.
6) Dizion. 4° Ed. .
SONNO
Apri Voce completa

pag.588



1) id: 56013933be3d4432b98692af9c453a67)
Esempio: Vit. S. Margh. 136. Io gli svegghio dal sonno, e sollecitogli a far i furti.


2) id: 77ceb43eaeb5485b8a38beefd40f2c6e)
Esempio: Bocc. nov. 77. 20. Dove essendo stanco, e di sonno morendo, sopra il letto si gittò a dormire.
7) Dizion. 4° Ed. .
S
Apri Voce completa

pag.288



2) id: 33a3c871063b4e1aa676f3c639d73991)
Definiz: Lettera di suono veemente, come la R. Posta in composizione co' suoi primitivi ha forza molte volte di privativo, come CALZARE, SCALZARE, MONTARE, SMONTARE. Alle volte d'accrescitivo, come PORCO, SPORCO, MUNTO, SMUNTO. Alle volte di frequentativo, come BATTERE, SBATTERE. Alle volte non opera nulla, valendo lo stesso CAMPARE, e SCAMPARE, BANDITO, e SBANDITO, BEFFARE, e SBEFFARE. Appo di noi ha due varj suoni; il primo più gagliardo, e a noi più familiare, come CASA, ASSE, SPIRITO. L'altro più sottile, o rimesso, usato più di rado, come SPOSA, ROSA, ACCUSA, SDENTATO, SVENATO. In questo secondo suono non si raddoppia giammai, nè anche si pone in principio della parola, se non quando immediatamente ne segue una consonante, come SMERALDO, SDENTATO. Consente dopo di se nel principio della parola tutte le consonanti, salvo la Z. Nel mezzo della parola, e in diversa sillaba riceve dopo di se le medesime consonanti, ma più malagevolmente, e per lo più in composizione, colla preposizione DIS, o MIS, come DISDETTA, MISLEALE; ma col C, P, T s'accoppia frequentemente senza difficultà, come TASCA, CESPUGLIO, PRESTO. Quando è posta avanti al C, F, P, T, si dee pronunziare nel primo modo, cioè col suono più gagliardo, come SCALA, SFORZO, VESPA, STUDIO, CESTO, ma avanti al B, D, G, L, M, N, R, V, si pronunzia col suono più sottile, o rimesso, come SBARRARE, SDEGNO, SGUARDO, SLEGARE, SMANIA, SNELLO, SRADICARE, SVENTURA. Avanti di se ammette la L, N, R in mezzo della dizione, e in diversa sillaba, come FALSO, MENSA, ORSO. Raddoppiasi nel mezzo della parola, come l'altre consonanti, dove lo ricerca il bisogno.
8) Dizion. 4° Ed. .
SETANASSO.
Apri Voce completa

pag.495



1) id: 0ccd360005e9441aa264b35c5da152e0)
Esempio: Vit. S. Margh. Oh isvergognato cane senza senno, tu fai l'opere del tuo padre setanasso.
9) Dizion. 4° Ed. .
SOAVITÀ, SOAVITADE, e SOAVITATE
Apri Voce completa

pag.555



1) id: 032521e463794c79bd56b99ba60a3f0e)
Esempio: Vit. S. Margh. 135. E 'l corpo mio sento tutto pieno di soavità, e d'odore.
10) Dizion. 4° Ed. .
RIMBALDANZITO
Apri Voce completa

pag.175



1) id: ae3642c210744c04b29d806716621535)
Esempio: Vit. S. M. Madd. Quivi era un poco rimbaldanzita.
11) Dizion. 4° Ed. .
PRELAZIONE
Apri Voce completa

pag.699



1) id: c438f475f23c4ef094974ca6017324db)
Esempio: Vit. S. Gir. Nella quale prelazione posto ec.


2) id: 8f81fa77a48e459bb969d80c13e14a93)
Esempio: Serm. S. Ag. Imperocchè ogni prelazione sarà tolta via.


3) id: 52e9cc18dcd54ee4ab9edeb279658ae2)
Esempio: Mor. S. Greg. La 'mpazienza è congiunta con la signoría, ovvero con la prelazione.
12) Dizion. 4° Ed. .
QUINCIOLTRE.
Apri Voce completa

pag.21



1) id: 49b3f3e5a8f140aaa306beaa1748fb60)
Esempio: Vit. S. Gio. Bat. E quincioltre s'andrà sollazzando.
13) Dizion. 4° Ed. .
AMMASSICCIARE.
Apri Voce completa

pag.156



1) id: b2b2e6f5d7c64364a4bb2a93bb49f603)
Esempio: Vit. S. Ant. Tu ammassicci peccati sopra peccati.
14) Dizion. 4° Ed. .
BATOSTARE
Apri Voce completa

pag.397



1) id: 71ab3efa74f24c998817f628e823c970)
Esempio: Vit. S. Ant. Mentre egli con satanasso batostava.
15) Dizion. 4° Ed. .
BORGHETTO
Apri Voce completa

pag.453



1) id: 48683b68a02b43389679861d4bce89f0)
Esempio: Vit. S. Ant. Abitavano in un borghetto vicino.
16) Dizion. 4° Ed. .
PULZELLA
Apri Voce completa

pag.769



1) id: b8b5f547df3f42f988f45325ad8e6806)
Esempio: Vit. S. Margh. 142. Chi vuole ascoltare, e udire Una leggenda molto bella D'una santissima pulzella.


2) id: 0c27d935e4484cca91c2957e26c3b569)
Esempio: E Vit. S. Margh. 145. Or mi di' tu, nobil pulzella Ove nascesti.
17) Dizion. 4° Ed. .
INIQUITOSO
Apri Voce completa

pag.841



1) id: 1607929cb3b1438ca130f7044b42fcdc)
Esempio: Vit. S. Margh. S'adirò Olibrio iniquitoso, e comandò, che la beata Margherita fosse rinchiusa nella carcere.
18) Dizion. 4° Ed. .
TENERO.
Apri Voce completa

pag.55



1) id: e9edce8217024a229b0c52f98511e295)
Esempio: Vit. S. Margh. 136. Molto mi contristo, quando da così piccola, e tenera pulcella sono vinto.


2) id: 7ad4f2ef51a2463b88e0bd35c13958d7)
Esempio: Boez. G. S. 9. Perchè essendo nel glorioso fiore Di me felice, e di mia giovanezza Non obliate del tenero amore ec.


3) id: 023c1b5051e24ffb9d04129499cae636)
Esempio: M. V. 3. 40. Il Re vedendo ancora il reame tenero sotto la sua signoría, e il Provenzale baldanzoso, temeva di muovergli guerra.


4) id: 8a7c4a09f49d4521ae8110122506dd50)
Esempio: Cavalc. Specch. cr. Comincia un poco a dolersi, e dispiacersi, ed esser meno tenero.


5) id: 9bb6ad17dacf406b9257d80263ce8e31)
Esempio: Stor. Aiolf. La novella ne andò a madonna Isabetta, come il Re si armava, ed ella corre tenera del fratello.


6) id: 25307af5479c4957998c19676abaac51)
Esempio: Ambr. Cof. 1. 3. I casi degli stati sì son teneri; Piston, bisogna girar largo a' canti, E non si fidar troppo.


7) id: e390b69777ba4afd9b7ba63148078567)
Esempio: Ar. Cass. 1. 3. Che credería, che quì, dove è sì splendida Corte, ove sono sì galanti giovani, Non si dovesse a due fanciulle tenere, Più che latte, trovar mille ricapiti?


8) id: 2e621264b32f4d589dea35d2f2435021)
Esempio: E Med. cuor. Il potente in ciò ha peggio, che l'uomo di bassa mano, che è sì tenero per la superbia, che se ogni cosa non hae a suo modo, sì gli è grande crepacuore.
19) Dizion. 4° Ed. .
SPAVENTOSO
Apri Voce completa

pag.641



1) id: 7e921fff2b2a458883a53ee696383c55)
Esempio: Vit. S. Ant. F. R. Aveano ceffi deformi, e spaventosi.


2) id: f091c27c747441a2b2b4da984edd0187)
Esempio: Ar. Fur. 23. 90. La bestia, ch'era spaventosa, e poltra, Senza guardarsi a' piè corre attraverso.
20) Dizion. 4° Ed. .
RIFIORIRE
Apri Voce completa

pag.158



1) id: 3febba0085fa4122b22a9f1ae0b2377a)
Esempio: Vit. S. Margh. Vidi lo segno della croce di Cristo rifiorire, e vidi la mia fede germinare.