Lessicografia della Crusca in rete

Query: +None - Tempo di Ricerca: 429 msec - Sono state trovate 3380 voci

La ricerca è stata rilevata in 12424 forme, per un totale di 9044 occorrenze

5° Edizione
Diz Giu. totali
12424 0 12424 forme
9044 0 9044 occorrenze
Ordinamento delle voci: alfabetico punteggio
1) Dizion. 5° Ed. .
N,
Apri Voce completa

pag.1



2) id: fbaad8b45c2c4111adf3a41148477d28)
Esempio: Cavalcant. B. Retor. 263: Più di grandezza dà lo M, lo N, innanzi al P, al T ec. Bemb. Pros. 63: Molle e dilicata e piacevolissima è la L.... Allo 'ncontro la R aspera, ma di generoso spirito. Dimezzano poi tra queste due, la M e la N.


3) id: 197125a4738845c9809c10d3690d1f1e)
Esempio: Borgh. V. Disc. 2, 469: Io credo che nelle sopraddette parole sia scorso un piccolo errore.... che chi copiò, scambiasse dallo N all'V, e ch'egli abbia a dire ante vos.


4) id: 600ee7527d924e39bec71bd65f3f766c)
Definiz: lettera tredicesima dell'alfabeto, e una delle consonanti che i Grammatici dicono liquide. Chiamasi Enne, ed è più spesso di gen. femm. Ammette dopo di sè, nel mezzo delle parole in diversa sillaba, il C, il D, l'F, il G, il Q, l'S, il X il V, la Z, ed anche sè stessa; come in Ancora, Andare, Infondere, Angoscia, Dunque, Insano, Intero, Invocare, Inzuppare, Annuale, Rinnovare. Ammette pure la L nei composti del pronome lo con persone verbali, come Amanlo, Diconlo, Pregaronlo. In pochi casi ammette anche l'R come nel nome Enrico, e negli usi poetici di Onrato, sincope di Onorato, e simili voci. Si unisce nella medesima sillaba con G precedente, e forma un unico suono, come in Gnaulare, Gnomo, Regno, Ignorante, Ognuno. Si unisce pure nella medesima sillaba con S precedente, come in Snello, Snodare, e nei composti di Dis, come Disnodare (benchè i vecchi grammatici mantengano in tali voci separata la S dall'N). In parole forestiere si unisce pure in una stessa sillaba con M precedente, come in Mnemonico. Davanti a B e P, si cangia generalmente in M, come in Imbroglio, Imbevere, Impasto, Impigliare; e davanti ad L, M ed R, si assimila con queste lettere, come in Immenso, Irragionevole, Impersonale, Immedesimare, Irreligione, Irriveverente, Illogico, Collazionare, Combaciare. In fine di parola, dinanzi ad altra parola che cominci per consonante, sia in composizione, sia in due parole separate, trovasi negli antichi, secondo la volgare pronunzia vivente anche oggi, sostituita N ad M nelle prime persone di numero plurale, come: Passiàn di qui, Andiàn via, Credevàn certo, Sapessin tutto, Vedessin meglio, e simili; sostituzione che non si è poi conservata, per fuggire equivoci; e così in Mettianlo, Dicianlo, Levianci, Andianci, per Mettiamolo, Diciamolo, Leviamoci, Andiamoci, sincopati in Mettiamlo, Diciamlo, ec. –
2) Dizion. 5° Ed. .
CRISTIANISSIMAMENTE.
Apri Voce completa

pag.999



1) id: 460355b869de4ad7a40bc27714598ed4)
Esempio: Arrighett. N. Oraz. I, 3, 304: Cristianissimamente di questa vita si dipartì.
3) Dizion. 5° Ed. .
AGGRADUIRE e AGGRATUIRE
Apri Voce completa

pag.300



1) id: d4b610644b7c468dbb114009a2e2033a)
Esempio: Arrighett. N. Oraz. I, 3, 277: Altri colle cortesie aggratuì, altri col donare ampiamente.
4) Dizion. 5° Ed. .
AGGRADIMENTO.
Apri Voce completa

pag.299



1) id: 236dba9e44af4a4ba6267d46cc926fdf)
Esempio: Arrighett. N. Oraz. I, 4, 147: Lasciamo in disparte il favore, l'aggradimento de' nostri giuochi usitati.
5) Dizion. 5° Ed. .
EBRAISMO.
Apri Voce completa

pag.7



1) id: 3ae71e32b38e4c0aba88d79ed7be55b2)
Esempio: Arrighett. N. Oraz. 1, 2, 153: Per essere in quei tempi ogni sentor d'ebraismo odiosissimo ad ogni nazione.
6) Dizion. 5° Ed. .
DIBOSCATO.
Apri Voce completa

pag.264



1) id: 19a68c93d4d44d85812799420df12153)
Esempio: Arrighett. N. Oraz. I, 4, 137: Vedemmo, non solamente diboscate e coltivate le montagne più sterili,... ma ec.
7) Dizion. 5° Ed. .
ALTISSIMO.
Apri Voce completa

pag.402



1) id: f0e1fb25efe44a8bbce0b14b18145afa)
Esempio: Dat. Oraz. Cr. 24: Mancarono potentissime repubbliche, altissime monarchie.
8) Dizion. 5° Ed. .
EVIDENTISSIMAMENTE.
Apri Voce completa

pag.441



1) id: ea5e8bf43b1b4e0598e2290c70d3f3aa)
Esempio: Giacomin. Oraz. 61: Nell'irato evidentissimamente questo rapimento si scorge.
9) Dizion. 5° Ed. .
CONVENEVOLISSIMO.
Apri Voce completa

pag.674



1) id: fca51db1d2a2446fb85a0ca22b0f1dc9)
Esempio: Giacomin. Oraz. 68: Somministra la grandezza dell'affetto concetti convenevolissimi.
10) Dizion. 5° Ed. .
BALDANZOSAMENTE
Apri Voce completa

pag.28



1) id: 406d4f4e8aa74aacbb4f5e4f930ee75f)
Esempio: Dat. Oraz. Cr. 26: Oh quanti adesso baldanzosamente c'insulteranno!
11) Dizion. 5° Ed. .
INSULTARE.
Apri Voce completa

pag.954



1) id: 1c34f2af56e04257bb14685006cd32fe)
Esempio: Dat. Oraz. Cr. 26: O quanti adesso baldanzosamente c'insulteranno!
12) Dizion. 5° Ed. .
CORTESEGGIARE.
Apri Voce completa

pag.862



1) id: 0212064988dd4a71853798905ebd3b8b)
Esempio: Arrighett. N. Oraz. I, 3, 282: Onde, se egli donò, se egli beneficò e corteseggiò sempre mentr'egli visse, ec.
13) Dizion. 5° Ed. .
DEBELLAZIONE.
Apri Voce completa

pag.63



1) id: 98d750e0dfc44988a101ac7e2a1380e6)
Esempio: Arrighett. N. Oraz. I, 4, 135: Segnalata vittoria che.... colla debellazione dell'antichissima Ippona, riportarono a' nostri liti l'armi tirrene.
14) Dizion. 5° Ed. .
DISAVVENTURA.
Apri Voce completa

pag.475



1) id: c2077eaa7ab64c369d1da66dff784202)
Esempio: Arrighett. N. Oraz. I, 4, 129: Forse che la Fortuna.... contraria.... a così spesse disavventure giusto termine alfin prescrisse?
15) Dizion. 5° Ed. .
GRANO.
Apri Voce completa

pag.515



1) id: 26fccdadbb1549da92fb679767f5a48f)
Esempio: Arrighett. N. Oraz. I, 3, 295: In quella guisa, che di un picciol grano veggiamo nascere l'altissimo abete, ec.


2) id: dea7faf1af7445b382d51d8bb79f6532)
Esempio: Dat. Oraz. Cr. 27: Imitiamo in ciò la somma prudenza del nostro serenissimo Principe, che per non alterare d'un grano la buona lega della zecca fiorentina in tempo che, per esser salito il pregio dell'argento e dell'oro, ella non si può mantenere, batte la sua moneta sott'altro conio.
16) Dizion. 5° Ed. .
ESPRESSO.
Apri Voce completa

pag.331



1) id: 90f3c14f90c44f39aa0eaa7353048cc0)
Esempio: Giacomin. Oraz. 58: La poesia è favola espressa in versi.
17) Dizion. 5° Ed. .
OSSEQUIO.
Apri Voce completa

pag.727



1) id: a5000a5a3e3f4bc28b03e71604ee2690)
Esempio: Segner. Sentim. Oraz. 77: Ognuno ambisce vederlo, conoscerlo, fargli ossequio.
18) Dizion. 5° Ed. .
CAVARE
Apri Voce completa

pag.711



1) id: d9edf98b6695464681b08ba955f6aa25)
Esempio: Salv. Oraz. 55: E non ne cavo la morte stessa.
19) Dizion. 5° Ed. .
INOSPITE e INOSPITO.
Apri Voce completa

pag.884



1) id: 10508e6b6e5a4a5892376898582d70c6)
Esempio: Strozz. Oraz. 90: Cercò le remote provincie e le inospiti.
20) Dizion. 5° Ed. .
ABITUDINE
Apri Voce completa

pag.64



1) id: 85d927c3656c42fe8b26e746c1d276d2)
Esempio: Arrighett. N. Oraz. I, 3, 294: Colla scorta dello stesso Archimede trapassò alle speculazioni delle naturali abitudini de' corpi gravi.