Lessicografia della Crusca in rete

Query: +None - Tempo di Ricerca: 428 msec - Sono state trovate 7449 voci

La ricerca è stata rilevata in 24219 forme, per un totale di 16770 occorrenze

5° Edizione
Diz Giu. totali
24219 0 24219 forme
16770 0 16770 occorrenze
Ordinamento delle voci: alfabetico punteggio
120) Dizion. 5° Ed. .
CAMATO
Apri Voce completa

pag.414



1) id: cc3f6140f4ce4b468ad1349a53da9a8a)
Esempio: Grazz. Rim.: Varchi, tu ha' nel fodero un camato.
121) Dizion. 5° Ed. .
BANCHETTO
Apri Voce completa

pag.48



1) id: da17c2237d8f4ed3825fa8ace699c023)
Esempio: Allegr. Rim. Lett. 107: Mi fece un solennissimo banchetto.
122) Dizion. 5° Ed. .
CASTRAPORCELLI e CASTRAPORCI.
Apri Voce completa

pag.653



1) id: 47b96a92349f417883f21c5f442d2755)
Esempio: Cas. Rim. 1, 12: Barbier, o castraporci, o cavadenti.


2) id: 9dbcfc5a353e434e92e29b3007462a96)
Esempio: Bern. Rim. burl. 1, 255: Infino a' castraporci e castracani.


3) id: 7f208cbb670641f583eb9017c7aa31ad)
Esempio: Grazz. Rim. 2, 199: Ma gran cosa ci pare Che voglin medicare Certi, che non aperser libro mai, Castraporcelli, o piuttosto beccaj.
123) Dizion. 5° Ed. .
CASTRARE.
Apri Voce completa

pag.654



1) id: 799d8cac3b8a472da98020bd929e219f)
Esempio: Alam. A. Rim. 77: Castagne ti darò senza castrare.


2) id: c8ec6ef079144dca95ed35feb20cf520)
Esempio: Grazz. Rim. 2, 68: Qui vogliono esser grossi e bei marroni Senza castrargli.


3) id: aab6af7638bf4cb2a68b27c186467cbd)
Esempio: Fag. Rim. 4, 15: Gliel'han castrata Senza garbo e a capriccio, e poi di più Con la stampa gliel'han trasfigurata.


4) id: c6fe3e08fb7b4b1f82b4325d765d8b0a)
Esempio: Fag. Rim. 4, 21: Perchè s'io sono stato un malcreato In non vi ringraziar nè in ubbidirvi, Fatela col destin che m'ha castrato. Castrato idest, voglio venire a dirvi, Ch'ei non mi ha dato quel cervello intero, Ch'e' mi poteva dar per ben servirvi.
124) Dizion. 5° Ed. .
BRANDIRE
Apri Voce completa

pag.262



1) id: 7a40f0b35127431598e4b535a30185de)
Esempio: Bellinc. Rim. 105: E Marte che brandiva una granata.
125) Dizion. 5° Ed. .
BASCIÀ e BASSÀ.
Apri Voce completa

pag.82



1) id: afd32f4ab9434bcf9cf5fa6aaa9015f9)
Esempio: Bern. Rim. burl. 2, 5: D'esser bascià grand'appetito aveva.


2) id: a220084082b44d05a43e4636d29b7c28)
Esempio: Firenz. Rim. 2, 417: Vedete ora in Turchia com'usan fare Quei gran bascià.


3) id: 62cf05f86706470c9b324ece8a33a78c)
Esempio: Fag. Rim. 1, 108: Il bassà di Belgrado, il poveraccio, Ebbe di catti di baciargli i piedi.
126) Dizion. 5° Ed. .
CHINEA.
Apri Voce completa

pag.858



1) id: 40f64fc7f3074741af30b17a441dce3c)
Esempio: Bellinc. Rim. 121 t.: Questa chinea mi par gentile.
127) Dizion. 5° Ed. .
MANDORLA, con l'accento sulla prima sillaba
Apri Voce completa

pag.784



1) id: c6c25bd0d3f24b76b8a51e78e22e7d93)
Esempio: Bocc. Rim. 132: Ti serbo gelse, mandorle e susine.


2) id: ff0170a3e5b34f83a9501092dc498661)
Esempio: Capor. Rim. 280: Incontro a cui, per darn'essempio a noi, La mandorla sorgea, non così presta Forse al fiorir, quanto al partirsen poi.
128) Dizion. 5° Ed. .
LUNGO.
Apri Voce completa

pag.523



1) id: a1e4333f00444889813150d503f9c7f6)
Esempio: Petr. Rim. 1, 27: Così lungo l'amate rive andai.


2) id: 791c9a94128042258d089e85a8dfdca0)
Esempio: Fr. Guitt. Rim. 1, 56: E m'aggrada gli agnelli Lungo i lupi veder pascere ad agio.


3) id: a18f70334e134d54986729dde3f710af)
Esempio: Poliz. Rim. C. 41: Lungo le rive e' frati di Cupido.... Aguzon lor saetta a una cota.
129) Dizion. 5° Ed. .
LEALTÀ, LEALTADE e LEALTATE.
Apri Voce completa

pag.165



1) id: f7cf1ac888ae48afa16471dee29089ed)
Esempio: Petr. Rim. 2, 173: Perfida lealtate e fido inganno.


2) id: 554df0d878cb437799ae281bd3c1612a)
Esempio: Dant. Rim. 198: Piena (l'anima) d'amore e di cortese lode, E solo in lealtà far si diletta.


3) id: 548138b067be4e8b8925de7bc60343a4)
Esempio: Sacch. Rim. G. 65: Se tutte virtù compiutamente Fossono in uno, e lealtà non fosse, Ciascun Io schifa e tienlo da niente.
130) Dizion. 5° Ed. .
LEZZO
Apri Voce completa

pag.305



1) id: 3d5e8b1289c5496689e243e433b6f5b6)
Esempio: Sacch. Rim. G. 2 t.: Gittar lezzo di becco.


2) id: 95c1fc83bda44f2e9eee0a2b11c0b8c7)
Esempio: Petr. Rim. 2, 272: Già non fostù nudrita (apostrofa la Corte pontificia) in piume al rezzo; Ma nuda al vento, e scalza fra li stecchi: Or vivi sì, ch'a Dio ne venga il lezzo.


3) id: 7cd69428024c4ae886a3e342968ceb99)
Esempio: Sacch. Rim. G. 36: Faenza, quale ài fatta sì tapina, A barberi impegnasti; ed in quel prezzo S'inchiuson gli adulterj e la rapina. E tu, che se' pel ciel vicario in terra, Non pensi che a Lui ne vegna lezzo; Chè per lo tuo difetto, sente e vede Il popol suo cercar l'altrui merzede?
131) Dizion. 5° Ed. .
LANA
Apri Voce completa

pag.54



1) id: bfda3f02f25943a48721bcc63b66d868)
Esempio: Sacch. Rim. 42: Così una lana fa diversi panni.


2) id: 5371a0fde6b046c28dae3957a624a57e)
Esempio: Bern. Rim. burl. V. 74: Mi vien veduto a traverso a un desco Una carpita di lana di porco (qui in ischerzo).
132) Dizion. 5° Ed. .
LARGITÀ, LARGITADE e LARGITATE.
Apri Voce completa

pag.85



1) id: c50ae1333266410f94c41c54ca41065a)
Esempio: Bracc. B. Rim. 123: Piange e s'attrista ancora Largitade.


2) id: 9bc55c12985d4f06b477f6404835d126)
Esempio: Buonarr. M. V. Rim. G. 304: Largità larga, onor, virtù del cielo.


3) id: fb784e0cbb0143f395c6e55e07884491)
Esempio: E Bracc. B. Rim. appr.: Speranza e carità li fan compagna; Nel tuo fonte si bagna La Largità.


4) id: d5d2cec0c13a49e38dae8436ab82e67b)
Esempio: Petr. Rim. 2, 91: Natura non voi, nè si convene, Per far ricco un, por gli altri in povertate: Or versò in una ogni sua largitate.
133) Dizion. 5° Ed. .
MORIGERATO
Apri Voce completa

pag.540



1) id: 19b0e6bf5ea147f0b427b98d53a4109d)
Esempio: Fag. Rim. 4, 259: Dic'egli: Oh che morigerato infante!
134) Dizion. 5° Ed. .
ILLEGIADRIRE e, con forma oggi non comune, anche INLEGGIADRIRE.
Apri Voce completa

pag.46



1) id: 50acb05ce5464ca4941ec218aa36724c)
Esempio: Chiabr. Rim. 2, 393: Amore i rozzi spirti illeggiadrisce.


2) id: 31550cf97a1b40f0b9a1a54b14a1f46b)
Esempio: Fr. Guitt. Rim. 2, 168: Chè mentre fuste povero com'io, Non già parlarmi vi sembrava affanno, Ma tanto poi riccor v'inleggiadrio, Lettere mie da voi non risposta hanno.
135) Dizion. 5° Ed. .
INGORDO.
Apri Voce completa

pag.814



1) id: 4e0a3781280247708fcedaed7574d747)
Esempio: Capor. Rim. 319: Corre la turba ingorda alla pagnotta.


2) id: 3bdd8923df384288bb069e7d03029256)
Esempio: Fag. Rim. 4, 223: Si messero a giocar, non all'ingorda Per rovinarsi, come spesso avviene, Ma ec.


3) id: e79cf80532054bd4a2c34a3be34c5f37)
Esempio: Buonarr. M. V. Rim. G. 11: Sì morte è presta e 'ngorda, Che quel ch'è stato, non par fusse mai.


4) id: 5a1be0da59ec449fb8c19532b558a6df)
Esempio: Bern. Rim. burl. V. 15: O umana speranza ingorda e frale! Quant'è verace il precetto divino, Che non si debba amar cosa mortale!


5) id: 34f3a16504f04b8883c97f140793e6ed)
Esempio: Petr. Rim. 1, 291: Devete dir pietosa e senza sdegno: Che può questi altro? Il mio volto 'l consuma, Ei perchè ingordo, ed io perchè sì bella.


6) id: e247e81fd7674b3f86a0d5ecaf98023f)
Esempio: Petr. Rim. 1, 176: Incauto,... Corro sempre al mio male; e so ben quanto N'ho sofferto e n'aspetto; ma l'ingordo Voler, ch'è cieco e sordo, Sì mi trasporta, che ec.
136) Dizion. 5° Ed. .
INFREDDARE.
Apri Voce completa

pag.756



1) id: 92d1ac6432b84f77b4e2aae4fb26adb8)
Esempio: Bellinc. Rim. F. 2, 96: L'anguille vi sarebbono infreddate.
137) Dizion. 5° Ed. .
IMBERBE.
Apri Voce completa

pag.73



1) id: 3b7267931b424d978f9308d045990f19)
Esempio: Sacch. Rim. G. 40: Imberbe bello venne ad ultim'ora.
138) Dizion. 5° Ed. .
INCLEMENTE.
Apri Voce completa

pag.462



1) id: a94ffad5c1f94377a6d7a84b76621f3f)
Esempio: Fag. Rim. 3, 134: Ah malcreata Boiessa inesorabile, inclemente.
139) Dizion. 5° Ed. .
IMPROMESSA.
Apri Voce completa

pag.300



1) id: ff8ff4a0e4e14b2c85d76d5f442d6faa)
Esempio: Petr. Rim. 1, 84: Tanti lacciuol, tante impromesse false.