Lessicografia della Crusca in rete

Query: +None - Tempo di Ricerca: 652 msec - Sono state trovate 16670 voci

La ricerca è stata rilevata in 73231 forme, per un totale di 56561 occorrenze

5° Edizione
Diz Giu. totali
73231 0 73231 forme
56561 0 56561 occorrenze
Ordinamento delle voci: alfabetico punteggio
1) Dizion. 5° Ed. .
MALCONTENTO e, come pur si trova, MALECONTENTO, che si scrive anche disgiuntamente MAL CONTENTO
Apri Voce completa

pag.700



1) id: dc10f3f25eab40d9a874d1b8e5d9e6ef)
Esempio: Buonarr. M. V. Lett. Ric. 490: Io dipignerò malcontento, e farò cose malcontente.


2) id: 65965f6208b94c319fb160afc9b1de5b)
Esempio: Macingh. Strozz. Lett. 500: Che Lorenzo sia Consolo, per rispetto d'alcuni di qua che ne sono malcontenti, non mi piace.
2) Dizion. 5° Ed. .
GIUNTARE.
Apri Voce completa

pag.327



1) id: 104a3b85bbbb4d7b84aefe429a04367d)
Esempio: Buonarr. M. V. Lett. Ric. 10: Ancora s'è ingegnato di giuntarmi, e puommi avere giuntato molte volte.
3) Dizion. 5° Ed. .
DESINARE.
Apri Voce completa

pag.179



1) id: 15a7eddd5c2d4002ab360db044c564ec)
Esempio: Buonarr. M. V. Lett. Ric. 457: E venne meco a casa, e quivi desinò, e condussemi cavalcature.


2) id: 2b7570ba188b41c0974f25ae49100eaa)
Esempio: Adr. G. B. Lett. 30: Il quale [inferno d'Omero] egli dipinse con tanta attenzione d'animo, e con tanto affetto, che bene spesso domandava i suoi familiari, se egli quella mattina aveva desinato, o no.
4) Dizion. 5° Ed. .
GIUNTERIA.
Apri Voce completa

pag.327



1) id: af0059405f004ba4b2ab2375301462e9)
Esempio: Buonarr. M. V. Lett. Ric. 10: Veramente io so che gli parve strano che io m'acorgessi di quella giunteria.
5) Dizion. 5° Ed. .
DISPETTO.
Apri Voce completa

pag.620



1) id: 7dbbb02916014b6086d874ccc105edf1)
Esempio: Buonarr. M. V. Lett. Ric. 450: Con questo che e' non mi sia fatti e' dispetti che io veggo farmi.


2) id: 3d4acc0fd2c94207b6549c9feb005dbc)
Definiz: § V. E figuratam. ‒


3) id: 48b208b4b5734e11b0d2de9113330fed)
Esempio: Mazz. Lett. 2, 4: Io ho in dispetto la villa, e Prato.


4) id: 25c7e2d3c1fc4dcb81541c57211f53f4)
Esempio: Adr. M. Plut. Vit. 3, 62: Il popolo s'allegrava di veder far dispetto al Senato.


5) id: 2a45caea208548fba379392d2a568211)
Esempio: Red. Lett. 1, 184: Volendo a dispetto del mondo guarire dall'ipocondria, ingollai tanti e così pazzi beveroni.


6) id: 7ffdb082ed5b42a498ccabb7c05dc4b5)
Esempio: Car. Lett. fam. 2, 167: Il signor Gio. Battista Grimaldi fa torto a V. S., a me, ed a sè stesso, a voler ch'io canti a dispetto, non come solevano dire, di Minerva,... ma di me medesimo.


7) id: 0f698dfeba254f74bacf65f4cb0dc681)
Esempio: Adr. M. Plut. Vit. 2, 53: Cacciato [Alcibiade] da essi senza aver ricevuta offesa, ma sol per dispetto che un suo ministro, ec.


8) id: 6b2eff50164444c994d615fa655c045c)
Esempio: Allegr. Rim. Lett. 253: Non può giovare o dar diletto, Canti a suo mo' d'Enea, canti d'Achille, Chi vuol comporre a suo marcio dispetto.


9) id: e7e518f775c0465b92fbb011543156f8)
Esempio: Franz. M. Rim. burl. 2, 106: Son molte volte ch'e' si crede fare Piacere ad uno a farli riverenza, E se li fa dispetto singulare.


10) id: ae3f129ae61d45cf9f809f27ce7fc11e)
Esempio: Car. Lett. fam. 1, 13: Non sapendo chi noi ci fossimo, a dispetto della pioggia che veniva giù a secchie, si calò subito alla volta nostra.


11) id: 47c69515f19a4c23bd905ba1d72c0e14)
Esempio: Macingh. Strozz. Lett. 536: E più dice, che poi che no l'hanno voluto far cavaliere, che andrà in luogo, che sarà fatto a dispetto di chi non vuole.
6) Dizion. 5° Ed. .
CRUCCIARE.
Apri Voce completa

pag.1026



1) id: 8a3721fa7b924ff09ecb44160b9c5a22)
Esempio: Buonarr. M. V. Lett. Ric. 6: Pure do parole al Papa e tengolo in buona speranza, perchè e' non si crucci meco.


2) id: 43c1783eff6c4e7db98b5261ed5f95dd)
Esempio: Car. Lett. fam. 3, 218: Che essendo così onorato da voi, io non potrei non crucciarmi d'esser inutile alla vostra Accademia.
7) Dizion. 5° Ed. .
DISBRIGATO.
Apri Voce completa

pag.478



1) id: d3769d08004548049e551e1bbac9285f)
Esempio: Buonarr. M. V. Lett. Ric. 486: La quale opera è grande, e ricerca la persona tutta intera e disbrigata da altre cure.
8) Dizion. 5° Ed. .
CRESPELLO, che nel plur$. fa poeticam$. talora anche Crespegli e Crespei.
Apri Voce completa

pag.986



1) id: a9163c8a0771480fa0ebbf3e62ddfe7c)
Esempio: Buonarr. M. V. Lett. Ric. 383: Il quale [modello di terra] benchè sia torto com'un crespello, ve lo voglio mandare a ogni modo.
9) Dizion. 5° Ed. .
CORREGGIA ed anche COREGGIA.
Apri Voce completa

pag.804



1) id: f7fc9faf0a5d4b35a6179a7f437e862b)
Esempio: Buonarr. M. V. Lett. Ric. 427: Mi fu forza andare là con la coreggia al collo a chiedergli perdonanza (qui in senso figurato).
10) Dizion. 5° Ed. .
M,
Apri Voce completa

pag.575



2) id: d2d8bce881ca49998bf8217733382b45)
Definiz: § II. M, numero de' Romani, che significa Mille. –


3) id: 47ba700234b04260ba563cfc7a00888b)
Definiz: § I. E per il Segno o Carattere che rappresenta la lettera M. –


4) id: 5df8d54d961e47369bcb861f836dd72b)
Esempio: E Cavalcant. B. Retor. appr.: Dell'altre lettere il G, il C..., lo M fanno dolcezza.


5) id: 8da0a983cff84815af925fc010c8b577)
Esempio: E Buomm. Ling. tosc. 30: Di queste semivocali quattro si dicon liquide, cioè L, M, N, R.


6) id: 16858459d0dc4ce4a4213dc897fe565b)
Esempio: Cavalcant. B. Retor. 263: Più di grandezza dà lo M, lo N, innanzi al P, al T, ec.


7) id: 9c0b948fcc144ec4a045b2d0ba8e1963)
Esempio: Fr. Giord. Pred. ined. 6: Se io avessi pur C livre, sì mi appagherei; halle. E quegli dice: se io n'avessi pure M., mi stare' bene e non ti chiederei più.


8) id: 1291fe86352149fea0833057868b81b2)
Esempio: Bemb. Pros. 69: Molle e dilicata e piacevolissima è la L.... Allo 'ncontro la R aspera, ma di generoso spirito. Di mezzano poi tra queste due la M e la N, il suono delle quali si sente quasi lunato e cornuto nelle parole.


9) id: 602c3280531c460faf627aea19b0b281)
Definiz: lettera duodecima dell'alfabeto, e una delle consonanti che i Grammatici dicono liquide. Chiamasi Emme, ed è più spesso di gen. femm. Ammette dopo di sè, nel mezzo delle parole e in diversa sillaba, il B, il P, e talora anche il V; come in Ambedue, Soccombere, Pompa, Empio, Decemviro. Avanti di sè, pure in mezzo di parola e in diversa sillaba, ammette la L, R, come Alma, Orma; e sia in principio di parola, sia in mezzo, fa sillaba con S, come Smania, Smarrito, Risma. In parole d'origine forestiera si pone anche dopo le consonanti T e G, come Tmesi, Aritmetica, Dogma; dove alcuni, con assimilazione, scrivono e pronunziano Arimmetica, Domma. Si sostituisce ad N davanti a B e P, come Combinare, Combaciare, Impossibile. Nelle voci Facciamo, Rechiamo, e simili, quando perdono l'O per unirsi ai suffissi, come Facciamlo, Facciamci, Rechiamlo, Rechiamci, si usò, per dolcezza e facilità di pronunzia, cangiarla in N, dicendo e scrivendo Faccianlo, Rechianlo, Rechianci, ec. –
11) Dizion. 5° Ed. .
FARDELLETTO.
Apri Voce completa

pag.553



1) id: 407f8aca1d3148d1b261cfdff4367081)
Esempio: Buonarr. M. V. Lett. Ric. 6: Pregovi che voi pigliate tutti quegli disegni,... e che voi ne facciate un fardelletto e mandatemelo per uno vetturale.
12) Dizion. 5° Ed. .
MODELLETTO.
Apri Voce completa

pag.397



1) id: 922f0fa4c6644ae2ab53b49297858c5e)
Esempio: Buonarr. M. V. Lett. Ric. 382: Poi che io vi scrissi ultimamente, feci fare un modelletto a un che sta qui meco, piccolo, per mandarvelo.


2) id: ba08af765cd94a568ee694583789d222)
Esempio: Magal. Lett. 59: Adesso, che ho in mano il vostro modelletto, applicherò al negozio.
13) Dizion. 5° Ed. .
COPPIA.
Apri Voce completa

pag.724



1) id: e7987cf7f37a4bf290444750abd24afa)
Esempio: Buonarr. M. V. Lett. Ric. 165: Io ò avuto i raviggiuoli, cioè sei coppie, i quali credo che costà eron begli, ma qua eron molto guasti.


2) id: e158d05d6a99491a9b149bb661a5ce76)
Esempio: E Car. Lett. fam. 1, 267: Una coppia di mule, puledre bellissime.


3) id: 4448d27f27bf43afb7e124142258be3b)
Esempio: Car. Lett. fam. 1, 249: A Sciarra specialmente [inviate] una coppia d'elefanti per armeggiare con essi.


4) id: e44323a4423d48c6898a8ad5a7a8b7ef)
Esempio: Ricc. S. Cat. Lett. 150: Vi mando una coppia di pane; e se altro posso, avvisate.


5) id: 2ea95106d4be47b083b6dbdfcebc51c4)
Esempio: Allegr. Rim. Lett. 146: Le disgrazie vanno a coppie, e non finiscon per poco (qui figuratam.).


6) id: b69ecb5ac47b4ac0bc5b378c1637404f)
Esempio: Ricc. S. Cat. Lett. 34: Vi mando una coppia di fazzoletti da capo, che gli diate alla Cassandra per mia parte.


7) id: b972951e8b8e422e955398d114954f94)
Esempio: Allegr. Rim. Lett. 314: E in quel cambio a contanti pagherebbe Trenta coppie di calci, con i quali A uno a un nel danaio darebbe.


8) id: 1c4a7e68762e44949ff5963c24471ea9)
Definiz: § V. Coppia di calci, dicesi il Colpo tirato con ambedue le zampe di dietro al tempo stesso da cavalli, muli e simili animali. –


9) id: dbf6b06306a34141a316df6ba630e06d)
Esempio: Esop. Fav. M. 126: Ma il cavallo ne pensò un'altra: e trasse subito a sè i piè, e dettegli una coppia di calci nella testa, de' buoni.
14) Dizion. 5° Ed. .
MADONNINA
Apri Voce completa

pag.613



1) id: 7d3d1ca4c058418d9dc5c78f5eb7b93a)


2) id: 9d044d44a14b486a94b212d6cf1c9d06)
15) Dizion. 5° Ed. .
FERRAIO.
Apri Voce completa

pag.791



1) id: 1e1d62f61d684973a18e01fd57974838)
16) Dizion. 5° Ed. .
FALSO.
Apri Voce completa

pag.510



1) id: 3d14a1b07b4745728bb2cb57ecc44ebd)


2) id: 66ec30f26f8b42358455fbedeaef79c4)


3) id: 9856eeaa0c0b44b4b8725f53ea3cfbaf)


4) id: 007052bdaec14b2f9d59d632aca75eb6)


5) id: d266275cc4d540eab648be1c9303619e)


6) id: a6bd9e03046d4120bc8c1af1c02528e9)


7) id: dc2140cc759c4aeab1d6c0aedd984dbd)


8) id: ddb0cd38f67747e7ab9832ab813fd76c)
Esempio: Fr. Guitt. Lett. 52: Più che falsa medaglia è egli schifato.


9) id: 14e40e58117a44918a8720aafa351260)
Definiz: § XLVII. Regola del falso. – V. § XXXII, Regola di falsa posizione.


10) id: a86e63ec2fca45c9a6ca744b1c3484d1)
Esempio: Adr. M. Plut. Vit. 4, 423: Infra' quali fu un certo Agnonide, falso calunniatore.


11) id: 3ba08f8f2bca40f0b95c640639427ac0)
Esempio: E Tass. Lett. 1, 212: Fatto questo fondamento di verità, comincio a mescolare il vero col falso verisimile.


12) id: 9126fc985d5b46f1b4faf22971452c1a)
Definiz: § V. E per Erroneo, Sbagliato: detto di opera, lavoro, e simili, non condotti come si conveniva. –


13) id: 1e0436da13614755a224237ff9ad3584)
Esempio: Magal. Lett. At. 23: Vedendo posare in falso la vostra tranquillità, vi sfiatate a chiamarci e ad assicurarci della sua saldezza.


14) id: 8a1a3e3e759d41f0bbc302ef7b5170a4)
Esempio: Colomb. Lett. 209: Vi mandiamo questa lalda (lauda).... Per la fretta non l'abbiamo ben corretta; temiamo che lo scrittore non vi abbia fatti falsi.


15) id: ac8d32b6f773476083195aa756d83758)
Esempio: Esop. Fav. M. 31: Andando il leone.... a diletto, isprovedutamente gli venne dato nel falso laccio del cacciatore, e per liberarsi da quello sue forze non valeano.


16) id: fd31a1c689694f4f9b7019eb1c3f88c4)
Esempio: Car. Lett. fam. 3, 103: L'uno e l'altro [sonetto] sono fatti.... di certi modi di dire che sono falsi e stravolti, e quasi tutti contra i precetti dell'arte.
17) Dizion. 5° Ed. .
GEOMETRIA.
Apri Voce completa

pag.145



1) id: e12f69e481524d39a6f51fe663a039ff)


2) id: 9d5df6d3941e4818b36c76fe00fca494)


3) id: 4b2ac4225b3c4d7581417faf68dbed3c)


4) id: 59d7758f10ad49e186437159ccb83117)
Definiz: § V. Geometria analitica, dicesi Quella che per la risoluzione dei problemi si vale dell'analisi algebrica.


5) id: 2c65317c6a8e43fba82f4c155fe0ada2)
Esempio: Bern. Rim. burl. V. 69: Stalle, stufe, spedali e osterie, Fatte in geometrie, Da fare ad Euclide e Archimede Passar gli architettor con uno spiede.


6) id: 755b6404dfa24e75b8f16c9ac91af64a)
Esempio: E Galil. Comm. ep. resp. 3, 55: La maggior consolazione ch'io potessi avere era che V. S. E. vedesse ed esaminasse con diligenza questa mia Geometria, stimando io in primo grado il suo giudizio.
18) Dizion. 5° Ed. .
OSTE.
Apri Voce completa

pag.746



1) id: 4dfcf798a483497a8183425a2d2b7ba8)


2) id: 5f4733bc54df40889d4fe1a1b218e26c)


3) id: 4d862a35e44e45ea80192e7b7bcb8c2a)
Definiz: § XVI. Stare a oste. – V. il § IX.


4) id: 86da2f10057540a2bd48083588c5d526)
Definiz: § XVII. Venire a oste. – V. il § VI.


5) id: 06615642baf0450ba6ed5ce5aaa81754)
Definiz: § V. Andare in oste, vale Intraprendere una guerra o Far guerra. –


6) id: 01a99b6999b844d48c4fe7e51cf4dd5c)
Esempio: E Tass. Lett. 1, 83: Volendo.... fare che l'oste troiana metta in fuga la greca.... ricorre a Giove.


7) id: 583d61f8c24241b794ada1a2c7b2cf1f)
Esempio: Stor. Pistol. 267: Ora pone la gente di M. Luchino l'oste sua intorno a Lavenza ed a Rotaia.


8) id: 37090082b6964b36a55d72eecc5b9d5c)
Esempio: Vill. M. 116: Sanza dimoro con tutto l'oste seguì, e quella medesima sera con l'oste atorniò tutta la terra.
19) Dizion. 5° Ed. .
ORTO.
Apri Voce completa

pag.710



1) id: 923b5154b9924868a101aa37ed054d01)


2) id: 2c30eb7c77ee410790fd6b4ffd2be954)
20) Dizion. 5° Ed. .
GUERRA.
Apri Voce completa

pag.713



1) id: c705748de2764415aca7604139e5f4ed)


2) id: e6f7371599fe489692a9da3926562c92)


3) id: 769b626292604d96a2ab8a816a3e1eb3)


4) id: 53e2cce2dd8b48f4a9cb9fe2a0b2a1b0)


5) id: beacc4e9dc64482e8c7d23c13b3acf5f)


6) id: 9b25118690a041e3b31e3dfd1b018017)
Definiz: § V. E in locuz. figur. –


7) id: d28eece68d974f5983be295388c25d51)


8) id: b98c6b6d953640828b7de1cd87867a02)
Definiz: § XXVI. Senno, Sentita, di guerra. – V. § XIII, Avviso, Senno, ec., di guerra.


9) id: 14fc4bb4c359407282e1577382b60578)
Esempio: Vill. M. 540: Con patti giurati di tenergli fede infino a guerra finita contro a' signori di Milano.


10) id: cff17ea40a1342ae9d37e347faf570f0)
Esempio: Borgh. V. Disc. 1, 363: Rimanendo per ragion di guerra i vincitori padroni delle persone e facoltà de' vinti.


11) id: 2a5140a537464a0ebe69d3596c9b2fc8)
Esempio: Castigl. Corteg. V. 61: Tengo, che a niun più si convenga l'esser litterato che ad un uom di guerra.


12) id: 89331e1413264b4a9c05a034dbf9d27f)
Esempio: E Borgh. V. Disc. 2, 319: Ragion d'armi e di guerra.... per la medesima via si perde, ch'ella si acquista.


13) id: e0c3ca3a5aaf46e4b9cd27688a802e27)
Esempio: Davil. Guerr. civ. V. 1, 414: Rompendo la guerra al re di Spagna li sottraesse con potente esercito da quel dominio.


14) id: 53a25badd8684fb5bf091954cf5fb6b2)
Esempio: E Tass. Lett. 1, 283: S'io non potrò risaper ciò ch'essi scrivono contra me, saprò almeno far guerra offensiva contra le lettere e contra i costumi.


15) id: 37ffcd2a351043d6b5001bac1b49fab6)
Esempio: Stor. Nerbon. M. 8 t.: Questo re di Rames era re di Barberia, e avia quattordici figliuoli nel tempo ch'egli ruppe da poi la guerra a' cristiani.


16) id: f5b0f13dfe9448edb0be42b434fe2d96)
Esempio: Davil. Guerr. civ. V. 1, 93: Il suscitare le guerre civili è proprio di coloro che si ritrovano in fortuna o lubrica o disperata.


17) id: 7e9a7d5fb7b84101990dbffce570c4e3)
Esempio: Adr. M. Plut. Vit. 2, 107: E se, nulla stimando i Volsci, mosse solo la guerra con intenzione di vendicarsi, e sfogata l'ira terminò la guerra, dovea ec.


18) id: 18686f25490b428a8a1273bce96558b5)
Esempio: Magal. Lett. fam. 2, 137: Ho ben.... udito dire, che in Inghilterra tutti i galli generalmente abbiano questo genio di battersi, e battersi a guerra finita (qui per similit.).


19) id: c782961a631b4e77bc2c97c6ab2ce048)
Esempio: Tass. Lett. 1, 43: Riguardevole [Venezia] per moltitudine di palagi e di edificj superbissimi, per la quantità de le navi, de le galee, e de gli altri legni da guerra e da carico.


20) id: 84bf656161f14fd6b72b34fadb096cb9)
Esempio: S. Cater. Lett. 1, 117: Noi facciamo come stolti, e di vile cuore, che non facciamo briga e guerra se non con esso noi medesimi. L'uno si divide dall'altro per odio e rancore.


21) id: 4281a4f6c9e54a28b6f3f5dd91748731)
Esempio: Vill. M. 377: Per la qual cosa al Re di Francia pareva avere la vittoria in mano: e così era per ragione di guerra, ove fortuna e mala provedenza non avesse mutata la condizione del fatto.


22) id: 817fc3e7ab734c3b8ca1011befa20321)
Esempio: Grazz. Comm. 199: Taddeo mio, se tu mi sei storpiato o morto, come farò io poi? B. Alla guerra non ne nasce. V. Così dice il proverbio. T. Chi ha paura, ec.


23) id: b75e6f6b968e46c2af9b71b108856697)
Esempio: Macingh. Strozz. Lett. 568: Non credo però loro (a' principali cittadini di parti diverse), con tutto faccino queste dimostrazioni. Iddio, che può, metta una buona pace tra loro, o vero gran guerra; chè poi arei speranza le cose si fermassino.


24) id: 4d8916d30d75436c94048f0a6ec7be78)
Esempio: Vill. M. 376: Il Duca di Guales, o che sapesse il segreto del Re, o che per avviso di guerra conoscesse che così dovesse seguire; la notte medesima venne con sua gente eletta e misesi in un bosco presso al cammino che 'l Re dovea fare.


25) id: 8c3fdb5eefbf47f9ad35ecd292afc96c)
ERROR CONTESTO NOT FOUND for id: 8c3fdb5eefbf47f9ad35ecd292afc96c