Lessicografia della Crusca in rete

Query: +None - Tempo di Ricerca: 674 msec - Sono state trovate 7668 voci

La ricerca è stata rilevata in 27654 forme, per un totale di 19986 occorrenze

5° Edizione
Diz Giu. totali
27654 0 27654 forme
19986 0 19986 occorrenze
Ordinamento delle voci: alfabetico punteggio
1) Dizion. 5° Ed. .
ATTO.
Apri Voce completa

pag.833



1) id: bbfd762af0aa470bb8ba4049c97a5986)
Esempio: Ar. Orl. fur. 6, 61: Alcuni son centauri agili ed atti.
2) Dizion. 5° Ed. .
IMPUDENTE.
Apri Voce completa

pag.314



1) id: d67d7bd79a374b908523c13b108dde38)
Esempio: Ar. Orl. fur. 6, 61: Son gioveni impudenti e vecchi stolti.
3) Dizion. 5° Ed. .
CIALDONE
Apri Voce completa

pag.4



1) id: 062e14db5cd34a9bba652bec250deb90)
Esempio: Saccent. Rim. 2, 38: Son cialdon, son confetti, son canditi.
4) Dizion. 5° Ed. .
CANDITO
Apri Voce completa

pag.464



1) id: 81219c17918e411c93d172112e31b929)
Esempio: Saccent. Rim. 2, 38: Son cialdon, son confetti, son canditi.
5) Dizion. 5° Ed. .
DISAGIO.
Apri Voce completa

pag.459



1) id: ff6d695e34de4d9c9b9597c832950299)
Esempio: Ar. Orl. fur. 18, 164: Che son feriti e con disagio stanno.


2) id: 13a769791fdf46eab548209182d3f6ac)
Esempio: Tass. Gerus. 1, 61: Son quattromila, e bene armati, e bene Instrutti, usi al disagio, e tolleranti.


3) id: 6cc173546f8643e09b70721d1bfd0281)
Esempio: E Tass. Gerus. 2, 73: Son le tue schiere or molto sceme Tra le guerre e i disagj, e tu te 'l vedi.


4) id: cee98c45800445afabe230628fe68c13)
Esempio: Ar. Orl. fur. 23, 4: Tenea quell'Altaripa il vecchio conte Anselmo, di ch'uscì questo malvagio, Che, per fuggir la man di Chiaramonte, D'amici e di soccorso ebbe disagio.


5) id: 3ea615cbc31e407080d82c3fe618c028)
Esempio: Not. Malm. 2, 719: Chi dà spesa, non dia disagio; cioè, se io son causa che egli spende, non è dovere che io dia il disagio col farmi aspettare.
6) Dizion. 5° Ed. .
INSENSATAGGINE.
Apri Voce completa

pag.914



1) id: 105950c3c327439db9ae9f9cefd6e769)
Esempio: Bellin. Disc. Anat. 1, 266: Son vanità, son semplicità, son cecità, son stupidità; anzi sono insensataggini affatto.
7) Dizion. 5° Ed. .
CHIODO
Apri Voce completa

pag.862



1) id: 431dc245a49e4a3b9a95c2ef5937ad46)
Esempio: Ar. Orl. fur. 23, 103: Quante lettere son, tanti son chiodi, Coi quali Amore il cor gli punge e fiede.


2) id: fa2f632787ae4300a720a39063d3981f)
Esempio: Ar. Orl. fur. 27, 102: Son cinque cavallier, c'han fisso il chiodo D'esser i primi a terminar sua lite.


3) id: 5baee45accdc4a5cb0f080ddc0d5333c)
Esempio: Ar. Orl. fur. 21, 34: Mille pensier fa d'uno in altro modo, Prima che fermi in alcun d'essi il chiodo.


4) id: 206d71957f5745e2b02ea0eb7ff045ac)
Esempio: E Ar. Orl. fur. 34, 28: Ma poi ch'a lui tentar parve altro modo, Io di mai non l'amar fisso avea il chiodo.
8) Dizion. 5° Ed. .
CHE
Apri Voce completa

pag.795



1) id: 4a9c6b08fc234ff096cf9e6c68c0a994)
Esempio: Ar. Orl. fur. 13, 4: Isabella son io, che figlia fui Del re ec.


2) id: 4bf69dc2274943f083f04db0b4c41ff6)
Esempio: Ar. Orl. fur. 27, 31: Quindi si può stimar che gente uccisa Fosse quel giorno.


3) id: 66ad795b7cd547a88c5daa49823044dc)
Esempio: Cecch. Comm. ined. 87: O Dio! o Dio! In che fondo son io!


4) id: 248774652da544028d564aff1b901f88)
Esempio: Ar. Orl. fur. 1, 55: Dal giorno che mandato fu da lei A domandar soccorso ec.


5) id: a182643e36144746ad2399e2877623b1)
Esempio: Petr. Rim. 1, 48: Ed io son un di quei che 'l pianger giova.


6) id: 72f86fe63c9140709da48ae25af09544)
Esempio: Ar. Orl. fur. 6, 29: Qual che tu sii, perdonami (dicea), O spirto umano o boschereccia dea.


7) id: c764dba199a24f36b23a3ff26855a477)
Esempio: Ar. Orl. fur. 17, 3: Che d'Attila dirò? che de l'iniquo Ezzellin da Roman? che d'altri cento?


8) id: 09aa7eccbb7e45c1a8e00a8f24b9be76)
Esempio: Sacch. Nov. 1, 283: Messere, son [i fichi] di quel fico che voi mi mandaste.


9) id: a479927e2c034524ac9af1efbf41c282)
Esempio: E Ar. Orl. fur. 3, 3: Quella cetra Con che tu dopo i gigantei furori Rendesti grazia ec.


10) id: c3a7369e533d46389cf1684bb74d3ebd)
Esempio: E Ar. Orl. fur. 17, 34: Era presso alla grotta in ch'egli stava.... Un'altra non minor di quella cava.


11) id: 90c6f12498554225bdccd7af796beb76)
Esempio: Ar. Orl. Fur. 10, 32: Il che del padre e dei fratelli miei, E d'ogn'altro mio ben fu la ruina.


12) id: d7c58a17b04741cbb85092da5bfa73d4)
Esempio: Dant. Inf. 26: Dentro da' fuochi son gli spirti; Ciascun si fascia di quel ch'egli è inceso.


13) id: 2b2f072d60eb4cdfb329500c0478895b)
Esempio: Bocc. Decam. 2, 99: Io non so che Andreuccio, nè che ciance son quelle, che tu di'.


14) id: 42f86b8fe6a24b03a96fc06e7d26fd03)
Esempio: Petr. Rim. 1, 117: Certo son che voi diceste allora: Misero amante, a che vaghezza il mena!


15) id: bf2f9615228d4bcfbeb8d55aea6fe5c2)
Esempio: Ar. Orl. fur. 1, 25: Con un gran ramo d'albero rimondo, Di che avea fatto una pertica lunga, Tenta il fiume.


16) id: 76486da106004d24bcf9f4e1e2ee5d0a)
Esempio: Ar. Orl. fur. 13, 37: Con quell'agevolezza che si vede Gittar la canna lo spagnuol leggiadro, Orlando il grave desco da sè scaglia.


17) id: 054be613404c42eda295ba4c0359dee5)
Esempio: Ar. Sat. 1, 169: Alla quinta sorella, che è rimasa, Era bisogno apparecchiar la dote Che le siam debitori, or che si accasa.


18) id: 6a772db6467e49b0a6b737d9ecfad86e)
Esempio: E Ar. Sat. 1, 187: Ma se l'uomo è sì ricco, che sta ad agio Di quel che la natura contentarse Dovria ec.


19) id: d3df9167dc794f0db1bdbdc79dde5611)
Esempio: Nell. Iac. Alliev. 2, 6: I' mi son disviluppato, me' ch'i' non credeo, dalla ragna in che i' aeo inciappato senz'avvedemmene.


20) id: 7eb2d52080e844d2bf324d76552a9771)
Esempio: Tass. Gerus. 16, 53: Ma che? son colpe umane e colpe usate: Scuso la natìa legge, il sesso e gli anni.


21) id: 819c8a00b71843bc8f98314f351f5b27)
Esempio: Dant. Inf. 2: Temer si dee di sole quelle cose Ch'hanno potenza di fare altrui male; Dell'altre no, che non son paurose.


22) id: d71b610133914965a112efe2d44e8a39)
Esempio: Ar. Orl. fur. 5, 1: Tutti gli altri animai che sono in terra O che vivon quïeti e stanno in pace, O se vengono a rissa ec.


23) id: 972940bff09543618339f89e0225c667)
Esempio: Dant. Purg. 21: Chè riso e pianto son tanto seguaci A la passion da che ciascun si spicca, Che men seguon voler nè più veraci.


24) id: 45ec6b4ab9754c12842fee1f73f374fc)
Esempio: Poliz. Pros. 18: Costoro son quelli li quali mai il lungo studio non infastidirono, e che le sacre Vergini hanno sempre i voti loro esauditi.


25) id: 6ebb291aa31343c1bae117ede26e83de)
Esempio: Petr. Rim. 1, 25: Poi seguirò siccome a lui [ad Amore] ne 'ncrebbe Troppo altamente, e che di ciò m'avvenne; Di ch'io son fatto a molta gente esempio.


26) id: 4b445dff41f648f9b4c7d82906b6e995)
Esempio: Bocc. Decam. 1, 152: Se forse alcuni dubbj hai intorno alla fede che io ti dimostro, dove ha maggiori maestri e più savj uomini in quella [in Roma], che son qui, da poterti di ciò che tu vorrai o domanderai dichiarire?
9) Dizion. 5° Ed. .
BUIO.
Apri Voce completa

pag.314



1) id: 1885caf732ae40c9a2cff8f2e50c1416)
Esempio: Adim. A. Son. 274: Tutte son fanfaluche e buio pesto.


2) id: 5f0720dca02843cf80abbf00b5c9d661)
Esempio: Grazz. Comm. 47: Io non son troppo usa d'andare al buio.
10) Dizion. 5° Ed. .
NERVO, e, in alcuni sensi figurati, anche NERBO.
Apri Voce completa

pag.113



1) id: 5d214f8128a846ae8cc130bdb0fea8b7)
Esempio: Ar. Orl. fur. 35, 47: Io son di tal valor, son di tal nerbo, Ch'aver non dèi d'andar di sotto a sdegno.
11) Dizion. 5° Ed. .
IMMOBILE.
Apri Voce completa

pag.136



1) id: 8aec391ab1724a3cac2e197e23d475f5)
Esempio: Ar. Orl. Fur. 44, 61: Immobil son di vera fede scoglio (qui in locuz. figur.).
12) Dizion. 5° Ed. .
CORNIOLA, con l'accento sulla prima sillaba, ed anche CORNIA
Apri Voce completa

pag.760



1) id: 176f393763554bbbafc1d63d910e7264)
Esempio: Benciv. Aldobr.: Corniole son fredde, e secche; ma quando son ben mature, non son sì fredde.


2) id: 5910f1735c49430c9ed7703b0681b3f1)
Esempio: E Cresc. Agric. volg. 224: Le cornie di lor natura son molto afre e lazze.
13) Dizion. 5° Ed. .
CRISTALLO.
Apri Voce completa

pag.997



1) id: 62c599822682409891f127151d6b6824)
Esempio: Ar. Orl. fur. 33, 104: Colonnate di limpido cristallo Son le gran loggie del palazzo regio.


2) id: 5bd4e6c5bd074546b7d629dace2afe1e)
Esempio: Petr. Rim. 1, 79: E già son quasi di cristallo i fiumi.


3) id: 725f3b2b65a74b2f8a02a9ec71bc4655)
Esempio: Bellinc. Rim. F. 1, 201: I' son come cristallo ed ambra chiaro.
14) Dizion. 5° Ed. .
COLONNATO.
Apri Voce completa

pag.160



1) id: 206c35508f7149eaaa65ead0ffa4d365)
Esempio: Ar. Orl. fur. 33, 104: Colonnate di limpido cristallo Son le gran loggie del palazzo regio.
15) Dizion. 5° Ed. .
NUMERO.
Apri Voce completa

pag.285



1) id: 0739a81d245e487d8c4b5a2664780e73)
Esempio: Carell. Son. 12: Del numero son (io Arismetrica) arte e scienzia.


2) id: 03ec72d2a4ec425f9ac4394cf0f6bb8c)
Esempio: Ar. Orl. fur. 10, 82: Gli uomini d'arme e gli arcieri a cavallo Di quarantadua mila numer fanno.


3) id: 984e33854d70479f9598adf6d3a324c1)
Esempio: Ar. Orl. fur. 41, 35: Portava in tanto il bel numero eletto Dei tre buon cavallier l'aura seconda.


4) id: 467ad714641946889ef3747abf833502)
Esempio: Ar. Orl. fur. 46, 70: A' danni lor di nuovo si ragiona Che più numer di gente apparecchiato Ha Costantino.


5) id: 74a749f4d34d4a7eaa6b274cef0daaf5)
Esempio: Ar. Orl. fur. 1, 63: Quel (il cavallo) del guerrier pagan morì di corto, Ch'era, vivendo, in numero de' buoni.


6) id: fc14dab1e5f34190a8088de90d306b6d)
Esempio: Tass. Gerus. S. 18, 64: E in numero infinito anco son viste Catapulte, monton, gatti e baliste.


7) id: d9a762f26d0f4b0394a837d4fcbb4678)
Esempio: Salv. Avvert. 1, 120: In somma i nuovi (vocaboli), che pur s'appigliano, son minor numero assai che i vecchi, che si tralasciano.


8) id: b4b0a46cd67041aebaa7aa329a03e915)
Esempio: Not. Malm. 2, 533: Io non son qui solamente per far numero; ma devo dire ancor io il mio parere, quando occorra.


9) id: c0a7abf0e7544196a4af1207c2109b5d)
Esempio: Bart. D. Op. mor. 1, 1, 16: Il numero senza numero delle stelle, che qui ci sembravano appena scintille, e colà son mondi di luce e niente meno che altrettanti soli.


10) id: bc622c2f7a1748499c51b92e233d84a8)
Esempio: Pallav. Libr. Ben. 303: Ora di queste qualità ve n'ha certe che son giovevoli a conservarne la vita: cotali sono il calore, il freddo, l'umido, il secco, o se altre meno palesi entrano in questo numero; certe ec.


11) id: d5b308843aab4031bae8d259895d41af)
Esempio: Car. Lett. var. 149: Nostro Signore Dio vi consoli pienamente della educazione di cotesto nipotino, come io son certo che da voi non resterà d'empier tutti i numeri della diligenza per bene educarlo, inviandolo non tanto per la via delle belle lettere, quanto per quella de' buoni costumi.
16) Dizion. 5° Ed. .
MACINARE
Apri Voce completa

pag.603



1) id: 29f62f6ce859473daaeabe32938f8fe9)
Esempio: Ar. Orl. fur. 17, 19: Dicesi ancor che macinar molini Potrian far l'acque lanfe che son quivi.


2) id: e4126799931d4efcb5201664818b3393)
Esempio: E Ar. Cinq. Cant. 1, 98: Ben scrive Turpino, Che sotto il gorgozzule era un mulino, Che con l'acque ch'entrava per la bocca Del mostro, il grano macinava a scosse.
17) Dizion. 5° Ed. .
MULINO e MOLINO.
Apri Voce completa

pag.647



1) id: 65a7f157f86544a0ae459da19858b4b3)
Esempio: Ar. Orl. fur. 17, 19: Dicesi ancor, che macinar molini Potrian far l'acque lanfe che son quivi.


2) id: 784c8a171efa4e5bbc408af195afe992)
Esempio: Ar. Orl. fur. 35, 3: Per gli ampli tetti andava il Paladino Tutte mirando le future vite, Poi ch'ebbe visto sul fatal molino Volgersi quelle ch'erano già ordite: ec.
18) Dizion. 5° Ed. .
ECCELLENZA.
Apri Voce completa

pag.13



1) id: 7a9a4266217142d2ad16a1093df36b10)
Esempio: Ar. Orl. fur. 20, 2: Le donne son venute in eccellenza Di ciascun'arte, ove hanno posto cura.


2) id: 57d3d07e486049a38c99de3ed6320fab)
Esempio: Ar. Sat. 1, 195: Son come il veneziano, a cui il cavallo Di Mauritania, in eccellenza buono, Donato fu dal Re di Portogallo.


3) id: 0c2d843ecf374a4a84041c8045ecff3e)
Esempio: Allegr. Rim. Lett. 8: A me, son pochi dì, 'l medico mio, Cioè Su' Eccellenza, Disse ec.


4) id: 00ac0b1faf9d468dbb6f6aca79db4b3f)
Esempio: Ar. Comm. 2, 370: Benchè si faccia nominar lo Astrolago Per eccellenza, sì come Virgilio Il Poeta, e Aristotile il Filosofo.


5) id: f17b5438f1c540e2a79bb7cd6ec4f5d9)
Esempio: Cas. Rim. burl. 1, 22: Che sete solo il caffo e l'eccellenza Di quante donne son presso e lontano.


6) id: f0e6aadc3fca4ac09db7a5dbb596d71e)
Esempio: Segn. B. Rettor. volg. 37: Le cose difficili son più eccellenti delle facili, perchè elle son più rare.... E dove l'eccellenza d'una cosa è più desiderabile o più bella, come è l'aver buona vista, che è più desiderabile dell'aver buono odorato, per esser la vista ec.


7) id: 245e4aefe93f41b9b1cc367e8aecf413)
Esempio: Guadagn. Poes. 2, 23: Ma giacchè, grazie a Dio, tuttor son vivo,... La prego a presentar gli ossequj miei A sua Eccellenza il suo signor marito.


8) id: 216b5be04d664678b9c5e0c172a5cc8c)
Esempio: Ar. Orl. fur. 30, 22: Tra Gradasso e Ruggier credo che sia Di valor nulla o poca differenza; E di lor qual si vuol venga fuor pria, So ch'in arme farà per eccellenza.
19) Dizion. 5° Ed. .
CONCEPITO, e poeticam$., con forma più prossima alla latina, CONCETTO, ed anche, ma oggi di raro uso, CONCEPUTO.
Apri Voce completa

pag.318



1) id: 2aa30fb7d8814c4f8d2b6cdc02a64d62)
Esempio: Ar. Orl. fur. 31, 31: Io son Guidone, Concetto de lo illustre inclito seme.... del generoso Amone.
20) Dizion. 5° Ed. .
CIACCO
Apri Voce completa

pag.3



1) id: 81992928d83a4306989041bd27901089)
Esempio: Ar. Orl. fur. 35, 21: E son chiamati cortigian gentili Perchè sanno imitar l'asino e 'l ciacco.