Lessicografia della Crusca in rete

Query: +None - Tempo di Ricerca: 494 msec - Sono state trovate 281 voci

La ricerca è stata rilevata in 594 forme, per un totale di 313 occorrenze

5° Edizione
Diz Giu. totali
594 0 594 forme
313 0 313 occorrenze
Ordinamento delle voci: alfabetico punteggio
180) Dizion. 5° Ed. .
ASPETTARE.
Apri Voce completa

pag.751



1) id: 5f10b0340f934a2394a6d63e95992b73)
Esempio: Cic. Tusc. 148: Non si può concedere che costui parli quelle cose, le quali s'aspettano a uno grande ed alto e virile uomo.
181) Dizion. 5° Ed. .
FAVOREGGIARE.
Apri Voce completa

pag.696



1) id: 7c7db7b6f2d94b748ab6562c2ced4678)
Esempio: Cic. Tusc. 21: Io facilmente patisco che contro a coteste cose non mi venga cosa alcuna nella mente: così favoreggio a cotesta sentenzia.
182) Dizion. 5° Ed. .
ESSO.
Apri Voce completa

pag.372



1) id: 6c50645ad15f48618a63733f660fa1b8)
Esempio: Cic. Tusc. 33: Queste cose per la morte sono fuggite, e se ancora esse non saranno avvenute, nientedimeno, perchè esse possono avvenire, ec.
183) Dizion. 5° Ed. .
ERETTO.
Apri Voce completa

pag.209



1) id: 920ca1f441c2429e92e924acba5f9f8d)
Esempio: Cic. Tusc. 152: Ma chi potrebbe essere escelso ed eretto, e per piccola cosa stimante tutte quelle cose le quali all'uomo possano accadere?
184) Dizion. 5° Ed. .
AFFORTIFICARE.
Apri Voce completa

pag.275



1) id: 02fd128a2c554ce7bedac2d665dd67e4)
Esempio: Cic. Tusc. 61: L'uomo nato alla gloria avrà una parte dell'animo tanto molle, la quale egli colla preparazione e colla ragione non affortifichi?
185) Dizion. 5° Ed. .
NEQUIZIA.
Apri Voce completa

pag.106



1) id: 044773ddc0f54ecfbaed47144486969c)
Esempio: Cic. Tusc. 73: Ora come noi in luce siàno venuti e ricevuti, subitamente siàno rivolti in ogni nequizia ed in somma perversità d'opinioni.


2) id: e5a00437e75e4d7b97ce09c16486447d)
Esempio: Cic. Tusc. 78 t.: La sua proprietà (della frugalità) pare che sia reggere e placare e' moti dell'animo appetente, e sempre all'avversante libidine conservare la constanzia in ogni cosa moderata. Alla quale el contrario vizio si chiama nequizia.
186) Dizion. 5° Ed. .
CONTUMACIA.
Apri Voce completa

pag.665



1) id: 3dc5e523c575469b9563ed4796fe45bf)
Esempio: Cic. Tusc. 27: Egli (Socrate) aggiunse la libera contumacia dalla grandezza dell'animo, e non dalla superbia o dal supremo dì della vita proceduta.
187) Dizion. 5° Ed. .
CANTERELLA e CANTARELLA.
Apri Voce completa

pag.489



1) id: 9dae7d33de0c479d8f6e61da5e596e1a)
Esempio: Cic. Tusc. 178: Teodoro disse a Lisimaco minacciantegli la morte: Tu hai fatto grande cosa, se tu hai acquistato la forza della cantarella.
188) Dizion. 5° Ed. .
INESORABILE.
Apri Voce completa

pag.645



1) id: adf5d69a0f4c47dc838dc6105d52651c)
Esempio: Cic. Tusc. 3: Ora io piglio gli inesorabili giudici Minos e Radamanto, appresso a' quali non ti difenderà Lucio Crasso nè Marco Antonio.
189) Dizion. 5° Ed. .
FURIALE.
Apri Voce completa

pag.647



1) id: 77127884ea5a465591aa54651fd5647c)
Esempio: Cic. Tusc. 54: Costei me non sappiente ha inviluppato colla furïale veste, la quale accostantemisi da lato con morso mi lacera le interiore.
190) Dizion. 5° Ed. .
DIFENSIONE.
Apri Voce completa

pag.288



1) id: 71edcc0e87bd4ccd92d0924980f54817)
Esempio: Cic. Tusc. 67: Io vidi quando Marco Antonio per sua difensione con varia legge in alta voce diceva, la terra col ginocchio toccava.
191) Dizion. 5° Ed. .
DISPUTAZIONE.
Apri Voce completa

pag.652



1) id: e9f5233cd63b4114bd05d5295100bbe9)
Esempio: Cic. Tusc. 56: Io ho tradotto da' Greci molte cose, acciocchè la latina orazione in questa ragione di disputazione non mancasse d'ornamento alcuno.


2) id: 6fc3cc76f8a2484d81b052fb58d7ce36)
Esempio: Cic. Tusc. 3: Secondo il costume de' Greci, noi ancora ardiremo tenere disputazioni.
192) Dizion. 5° Ed. .
GLORIANTE.
Apri Voce completa

pag.370



1) id: 4af1da987f214541b985ec4175ff567a)
Esempio: Cic. Tusc. 151: Disse a uno mercatante di Laconia, gloriantesi che egli aveva mandato molte navi in ogni paese marittimo: Per certo ec.
193) Dizion. 5° Ed. .
AMATORIO.
Apri Voce completa

pag.421



1) id: 4939cdaed6fe4db6bfdbb03c06babfc9)
Esempio: Cic. Tusc. 100: In nessuno modo si può fare quello, che nel sermone amatorio si suole dire: che alcuno più altri ami che sè.
194) Dizion. 5° Ed. .
ANDARE
Apri Voce completa

pag.487



1) id: 46be8308da674ea594032829177e400e)
Esempio: Cic. Tusc. 147: Hai diffinito, il sommo bene contenersi nella ferma affezion del corpo, e nella conosciuta speranza hai rinchiuso gli andari della fortuna.
195) Dizion. 5° Ed. .
EGREGIAMENTE.
Apri Voce completa

pag.66



1) id: bd0aef9d848347dc9ff24867bb9336a1)
Esempio: Cic. Tusc. 7: Da questi fu chiamato Nasica, quello prudente uomo, due volte consolo, coruzzo, ed Elio Sesto, uomo cauto, fu chiamato egregiamente accorato.


2) id: 1f4c59c3a27c4997996dab70e75aeb03)
Esempio: E Cic. Tusc. 40: Egregiamente disse Anassagora, il quale quando a Lampiano morì, gli amici domandarono ec.
196) Dizion. 5° Ed. .
FASCIUOLO.
Apri Voce completa

pag.632



1) id: dbe3c82f19054285808811749b585f01)
Esempio: Cic. Tusc. 88: Porgera'gli tu al naso el fasciuolo incendendo odori, e comanderai tu che egli sia involto tra le rose ed i fiori?
197) Dizion. 5° Ed. .
DIFFERENZIARE.
Apri Voce completa

pag.301



1) id: fd74216509d74bc8b0ef294f5b3b3b37)
Esempio: E Cic. Tusc. 118: La cupidità sempre avidamente qualche cosa appetente, e la vana alacrità, cioè letizia gestiente, non molto dalla stoltizia si differenziano.
198) Dizion. 5° Ed. .
CONSEGUITARE.
Apri Voce completa

pag.504



1) id: 41455e9b753e459aa242de394d628dda)
Esempio: Cic. Tusc. 13: Sotto la terra giudicavano guidarsi el resto della vita de' morti; la quale opinione di costoro hanno conseguitato poi grandi errori.
199) Dizion. 5° Ed. .
NUNZIARE e anche NUNCIARE.
Apri Voce completa

pag.295



1) id: 4cbb11b790324bd2b58f9c79c038a167)
Esempio: Cic. Tusc. 83 t.: Si dice, che essendogli (ad Anassagora) nunziata la morte del figliuolo suo disse: Io sapevo che io l'avevo generato mortale.