Lessicografia della Crusca in rete

Query: +None - Tempo di Ricerca: 579 msec - Sono state trovate 8351 voci

La ricerca è stata rilevata in 28257 forme, per un totale di 19906 occorrenze

5° Edizione
Diz Giu. totali
28257 0 28257 forme
19906 0 19906 occorrenze
Ordinamento delle voci: alfabetico punteggio
180) Dizion. 5° Ed. .
BELLISSIMO
Apri Voce completa

pag.126



1) id: 6d13db6c24254fc8b87e931acfabc1e6)
Esempio: Nov. ant. B. 44: Narcisso fu molto bellissimo.


2) id: 1e58ec4de3d144bcb529f20a6215df44)
Esempio: Petr. Rim. 1, 245: Assai sostenne Per bellissimo amor quest'al suo tempo.
181) Dizion. 5° Ed. .
BORGHETTO
Apri Voce completa

pag.233



1) id: 9c7ccd3e8020436796b3944b4008aec3)
Esempio: Vit. S. Ant.: Abitavano in un borghetto vicino.


2) id: 5f337e7de72d4544930f83e440befc9e)
Esempio: Buonarr. F. Medagl. ant. 213: Del tempio di Giove.... scrive Strabone, che era in un borghetto lontano dalla città sessanta stadj.
182) Dizion. 5° Ed. .
LOGORO
Apri Voce completa

pag.445



1) id: 3035dea0617d442f92f7f84d00258292)
loire, franc. ant.
183) Dizion. 5° Ed. .
DONNEARE.
Apri Voce completa

pag.848



1) id: a22f7c2701b24637b7505af7258fc6ba)
domneiar; ant. franc.

2) id: 187586668bbe4db29b8018bc698b9a65)
Esempio: Nov. ant. B. 83: Levate le tavole, menarollo a donneare.


3) id: 03080180bac94301b53ca1acbce7274c)
Esempio: Rim. Ant. F. Ubert. Lap. 2, 244: E se la troverai per te rimota Lontan da gente, ossia in donneando, Ella t'accetterà ciò che dimando, Se merced'è in sua vertù possente.


4) id: 517fc3ce1c30450ba41b0dcfd914199f)
Esempio: Dant. Rim. 202: Ne' parlamenti lor tengono scede; Non moverieno il piede Per donneare a guisa di leggiadro, Ma come al furto il ladro, Così vanno a pigliar villan diletto.
184) Dizion. 5° Ed. .
DISTOGLIERE, e per sincope DISTORRE.
Apri Voce completa

pag.699



1) id: 4d9a3cb9be974aebb8cf8c478a14c787)
Esempio: Rim. Ant. P. Aligh. I. 3, 129: Non vi smarrite per lo mal cammino, Che vi distoglie dallo eterno esemplo.
185) Dizion. 5° Ed. .
ADORNEZZA.
Apri Voce completa

pag.228



1) id: 8188fec226774f26a4dbb9921b4f936b)
Esempio: Rim. ant. F. Guinizz. Guid. 1, 94: Chè in lei enno adornezze, Gentilezze, savere e bel parlare, E compiute bellezze.


2) id: 3501b875e0344cc99c60656417d81a07)
Esempio: Poliz. Rim. 2, 66: I' non ardisco gli occhi alti levare, Donna, per rimirar vostra adornezza.
186) Dizion. 5° Ed. .
INCRESCIMENTO.
Apri Voce completa

pag.525



1) id: 306a493c5f8e4de99c260ab494d2acf9)
Esempio: Rim. Ant. F. Lott. Dat. 1, 393: Ma quell'è leal detto, che mantene Suo dire, e opra a nostro increscimento.
187) Dizion. 5° Ed. .
MAESTRIA
Apri Voce completa

pag.626



1) id: 929cc39baf08496c92f246e255def659)
Esempio: Rim. Ant. P. N. B. Monald. Sof. 147: I' era di tua fede infingitore, E mi credea amare a maestria.
188) Dizion. 5° Ed. .
ARCARE.
Apri Voce completa

pag.648



1) id: 922b08ecc55d4986a4878e0c786f9519)
Esempio: Rim. ant. F. Abbr. M. 2, 17: Cogli occhi, Amor, dolci saette m'archi, Che m'han passato 'l cor (qui figuratam.).
189) Dizion. 5° Ed. .
DILETTANZA.
Apri Voce completa

pag.332



1) id: b2bfc2a2f132449fb9314de5b56bac49)
Esempio: Rim. Ant. P. Urbic. Buonag. 1, 365: Che non è costumanza Così gran dilettanza, Ch'Amore giammai desse a nullo amante.


2) id: 1972b7d944c34c79838cf1121bfca127)
Esempio: Rim. Ant. G. Dant. Maian. 87: Partir da gioco e d'ogne dilettanza.


3) id: a72fe0a3f37348699caa734c1fb1095e)
Esempio: E Rim. Ant. F. Colonn. Od. 1, 198: E con ciò crederano Ch'io ci aggia mia dilettanza Del falso dir che fano.
190) Dizion. 5° Ed. .
GIOVENTÙ ed anche GIOVENTUDE e GIOVENTUTE.
Apri Voce completa

pag.263



1) id: dc136776b409425bb7bdb59439577cf3)
Esempio: Rim. Ant. P. Dav. Chiar. 3, 336: Gioventù a sanitate è porto e nave: Libertà, di ciascuno è il valuto.


2) id: 68bf79c43ca24635b54d15ffe746c3ef)
Esempio: Nov. ant. B. 94: Quinzio il Dittatore fece assembrare tutta la gioventude romana.


3) id: e76a75e290924ec0a00cac023a2c717e)
Esempio: Petr. Rim. 2, 185: Si mosse, e disse: O tu, donna, che vai Di gioventute e di bellezze altera, ec.
191) Dizion. 5° Ed. .
COPRIRE e talora anche COVRIRE.
Apri Voce completa

pag.727



1) id: 986ad16dc7904aaa9390bc8dbb37e42b)
Esempio: Rim. Ant. F. Bacc. Pis. 1, 412: E pur volendo, non poría covrire L'angoscia che 'l meo cor doglioso serra.


2) id: 88a55353163747dfa0f20cb63f271c48)
Esempio: Petr. Rim. 1, 167: Come stella che 'l sol copre col raggio.


3) id: 8e21fba87ae349cda97d910b21c44929)
Esempio: Bemb. Rim. 134: Signor, quella pietà, che ti costrinse Morendo far del nostro fallo ammenda, Da l'ira tua ne copra e ne difenda.


4) id: e5367611e5bd4bfcb243aaffa96728da)
Esempio: Petr. Rim. 2, 269: Non è questa la patria, in ch'io mi fido, Madre benigna e pia Che copre l'uno e l'altro mio parente?
192) Dizion. 5° Ed. .
CONIGLIA, e, in modo più che altro familiare, anche CONIGLIOLA.
Apri Voce completa

pag.475



1) id: a29e4cc0e65b4d7e864da19ecda27f65)
Esempio: Rim. Ant. L. Alb. A. 97: S'Apollo questa candida coniglia, O Iove le fattezze Avesser visto più ch'altre vezzose ec.
193) Dizion. 5° Ed. .
CARNALMENTE, e talvolta anche CARNALEMENTE
Apri Voce completa

pag.585



1) id: e8cc5a1102194d0fafd2726e6aae2044)
Esempio: Rim. Ant. P. Giann. Lap. 1, 415: Deh! quanto e com' si truova ogn'uomo offenso, Cui corrompi in diletto carnalmente.
194) Dizion. 5° Ed. .
LEVEZZA, e talora anche LIEVEZZA.
Apri Voce completa

pag.300



1) id: d7bf61484af34f94b9ab39a3196afe22)
Esempio: Rim. Ant. P. N. B. Test. Arr. 78: Ed è quasi for d'uso L'afar nostro noioso Per levezza di core.
195) Dizion. 5° Ed. .
LATITARE
Apri Voce completa

pag.121



1) id: 0a4075cd38f5439483bfc55143c31a75)
Esempio: Rim. Ant. P. Alb. Fil. 4, 295: Siccome il vermicel petito bruga Latitando tra foglie sua bassezza, Datti diletto ec.
196) Dizion. 5° Ed. .
INFRALITO.
Apri Voce completa

pag.750



1) id: 0407d48f5d2c4e2f8015bb803a597ce7)
Esempio: Rim. Ant. P. Giann. Lap. 1, 415: E la memoria avea già sì 'nfralita, Che come 'n tenebre andava palpando.
197) Dizion. 5° Ed. .
INAURATO, e talora anche INNAURATO.
Apri Voce completa

pag.371



1) id: a11a54390b224f479a92e0584e55ced7)
Esempio: Rim. Ant. F. Lott. Dat. 1, 398: Tanta bellezza manten lo suo viso, Con sì lucente chiarità innaurato, Che ec.
198) Dizion. 5° Ed. .
LABBIA.
Apri Voce completa

pag.9



1) id: a6e300a42bde4593b65caf3be2b8fbf0)
Esempio: Rim. Ant. F. Ser Noff. Oltr. 1, 163: E nella labbia sua sempre dimora La simile d'un Angel la pietate.


2) id: 7676edfca670493b81140d2f10854057)
Esempio: Poliz. Rim. C. 17: E quale è uom di sì secura labbia, Che fuggir possa il mio tenace vischio?


3) id: a167fa98405e40e8b652430de5d75afe)
Esempio: Petr. Rim. 291: In così tenebrosa e stretta gabbia Rinchiusi fummo; ove le penne usate Mutai per tempo, e la mia prima labbia.
199) Dizion. 5° Ed. .
FOLLEGGIARE.
Apri Voce completa

pag.262



1) id: 95f685f276a8446b8856a2f65e586c4f)
Esempio: Rim. Ant. F. Rinald. Aquin. 1, 215: Folleggiando avuto Han ciò ch'anno voluto, Non per saper, ma per esser temente.


2) id: e101d4e20b0140db81d5dd5e0fed2360)
Esempio: Cin. Rim. 32: Dunque al mio folleggiar Piacciavi perdonar.