Lessicografia della Crusca in rete

Query: +None - Tempo di Ricerca: 476 msec - Sono state trovate 7617 voci

La ricerca è stata rilevata in 24914 forme, per un totale di 17297 occorrenze

5° Edizione
Diz Giu. totali
24914 0 24914 forme
17297 0 17297 occorrenze
Ordinamento delle voci: alfabetico punteggio
20) Dizion. 5° Ed. .
COMPAGNESSA.
Apri Voce completa

pag.227



1) id: 90e669e4213e4c40b16b12168df899e3)
compaignesse. –
21) Dizion. 5° Ed. .
OSCURITÀ, OSCURITADE e OSCURITATE.
Apri Voce completa

pag.720



1) id: cfc9f894722841758bb21a3104f62d0a)
Esempio: Dant. Vit. nuov. SD. 26: Che è ciò, segnore, che mi parli con tanta oscuritade?


2) id: 528f2ef72e4d4e5f86bc77efb68b4169)
Esempio: Rim. Ant. V. C. 277: Or m'ha' tu tratto d'ogni oscuritate, Or liberato son d'ogni martiro.
22) Dizion. 5° Ed. .
LIBELLO
Apri Voce completa

pag.311



1) id: cceacbcfdbc94f11b0fee18ae67f0d76)
Esempio: Dant. Vit. Nuov. 72: Questo dubbio io lo intendo solvere e dichiarare in questo libello.


2) id: 38072a3d4b3f476aab0fb5cdf2004e54)
Esempio: Nov. ant. B. 52: Richiamossi di lui, e diegli un libello di dumila livre.


3) id: 1c4fa7ac93d2423abe393a833c1240d3)
Esempio: Adr. M. Plut. Vit. 2, 5: Nel libello d'ingiurie, composto da Antifonte contro Alcibiade, è scritto che ec.
23) Dizion. 5° Ed. .
INGENTILITO.
Apri Voce completa

pag.790



1) id: 9845546f1c594fb4a51370a72bfe971c)
Esempio: Dant. Vit. nuov. 90: Dimando queste donne, se vengono da lei;... perchè tornano quasi ingentilite.


2) id: c7f528fb42d041379f7a118ada19a64a)
Esempio: Cavalc. Vit. SS. PP. volg. 1, 56: Assai si reputava ingentilito cui Antonio chiamava figliuolo.
24) Dizion. 5° Ed. .
CONTINUAMENTE.
Apri Voce completa

pag.595



1) id: 804ef5bcb0824e9b9edbc2c268a312e3)
Esempio: E Dant. Vit. nuov. 57: La sua imagine (di Beatrice) la quale continuamente meco stava.
25) Dizion. 5° Ed. .
AVVELENATORE.
Apri Voce completa

pag.883



1) id: 45c4b85d554a4afeac0a668270764893)
Esempio: Vit. S. Ant.: Vedde molte bestie cornute, serpenti avvelenatori, lupi affamati.
26) Dizion. 5° Ed. .
AMISTANZA.
Apri Voce completa

pag.434



1) id: 846776f66651469f8dc4fdfc026c48c7)
amistansa, ant. spagn.
27) Dizion. 5° Ed. .
GABBARE.
Apri Voce completa

pag.2



1) id: 194b4529a4374992970b6d2f93950b2f)
gabar; ant. franc.

2) id: 64168be291454f1ab31e00a95873179d)
Esempio: Dant. Vit. Nuov. 75: Molte di queste donne.... si cominciaro a maravigliare, e ragionando si gabbavano di me con questa gentilissima, ec.


3) id: 2370cd43b0e64549a370a943abe91599)
Esempio: Dant. Vit. Nuov. 75: Se questa donna sapesse la mia condizione, io non credo che così gabbasse la mia persona, anzi credo che, ec.
28) Dizion. 5° Ed. .
ANGELA e ANGIOLA
Apri Voce completa

pag.503



1) id: 699dd9aea40c4f8bafe19404522858d1)
Esempio: E Dant. Vit. nuov. 57: Egli mi comandava molte volte ch'io cercassi per vedere quest'angiola giovanissima.


2) id: 09d30e814fe14a279f8189990f12b33b)
Esempio: Cellin. Vit. 61: Contuttochè si chiamino angeli, mirate che v'è ancora delle angiole.
29) Dizion. 5° Ed. .
DISVEGLIARE.
Apri Voce completa

pag.724



1) id: 96c518f14cb043b8af455b24f170609a)
Esempio: Dant. Vit. nuov. 59: E quando egli era stato alquanto, pareami che disvegliasse questa che dormia.


2) id: 7e0161b9ecef4a53a4618454c38a6a09)
Esempio: Dant. Vit. nuov. 59: Io sostenea sì grande angoscia, che lo mio deboletto sonno non potè sostenere, anzi si ruppe, e fui disvegliato.
30) Dizion. 5° Ed. .
OGGI.
Apri Voce completa

pag.429



1) id: bd4b99b8eff64dc1800a979e37ed21ea)
Esempio: E Dant. Vit. nuov. SD. 89: Oi nobile intelletto, Oggi fa l'anno che nel ciel salisti.


2) id: 73853058e320478ab8bf2f84d8829f3d)
Esempio: Fr. Bart. Amm. ant. volg. 225: Gli uomini al tempo d'oggi sono vaghi di brevità.


3) id: 354cc5b03f1a4643b3da05c41ccfcd2d)
Esempio: Cavalc. Vit. SS. PP. volg. 2, 25: Una gran colonna della Chiesa è caduta oggi.


4) id: d4c307bb865c4983a8b28578eba0ee91)
Esempio: Cellin. Vit. 362: Comparse il ditto re, insieme con la sua madama di Tampes, col Dalfino suo figliuolo.... oggi re.


5) id: 5d40a54053fd4fa6a27fdd4d12105585)
Esempio: Adr. M. Plut. Vit. 1, 13: Credesi che arrivasse in Atene agli otto del mese Cronio, detto oggi dagli Ateniesi Ecatombeone.


6) id: e11e521564534f3f8e2a1a31997a59ab)
Esempio: Adr. M. Plut. Vit. 3, 29: Ma egli (Fabrizio), dolcemente rivolto esso ridendo, disse a Pirro: Nè l'oro tuo di ieri mi mosse, nè oggi mi spaventa il liofante.


7) id: b9df0871186d4da9a832802b7830419e)
Esempio: Maff. G. P. Vit. Confess. 1, 147: Gioverà eziandio non poco, per discacciare da noi la pigrizia.... se.... stimeremo sempre che il giorno di oggi per noi sia l'ultimo.
31) Dizion. 5° Ed. .
DENUDARE e anche DINUDARE.
Apri Voce completa

pag.142



1) id: 01494e86428744c3a1064cb2e63f262f)
Esempio: Dant. Vit. nuov. 101: E poi domandato non sapesse dinudare le sue parole da cotal vesta.
32) Dizion. 5° Ed. .
DESOLATO.
Apri Voce completa

pag.181



1) id: 441d0a0e36e54c18beb68fe555edd1b3)
Esempio: Dant. Vit. nuov. 107: Io ancora lagrimando in questa desolata cittade, scrissi a' principi della terra.


2) id: d59020e17e8748b595c744e5375d19a4)
Esempio: Ros. Vit. 53: Uomini i quali non sanno acquistare amici in questo mondo, vivendo soli, come fiere desolate.
33) Dizion. 5° Ed. .
ALLEGATO.
Apri Voce completa

pag.365



1) id: cba256d05a01492091977be071ce7680)
Esempio: Dant. Vit. nuov. 107: Conciossiachè le parole che seguitano a quelle che sono allegate, sieno tutte latine.
34) Dizion. 5° Ed. .
OSANNA.
Apri Voce completa

pag.715



1) id: 1540a795dbf545da9aef60fdb6755448)
Esempio: E Dant. Vit. nuov. SD. 62: Ed una nuvoletta avean davanti, Dopo la qual gridavan tutti Osanna!
35) Dizion. 5° Ed. .
MORTE
Apri Voce completa

pag.559



1) id: 2a0dc6571f6c44d69e22103829c13f21)
Esempio: E Dant. Vit. nuov. SD. 18: Villana Morte in gentil core Ha miso il suo crudele adoperare.


2) id: bf5e86eb7c5e438dbf7410447344da6c)
Esempio: Dant. Vit. nuov. SD. 79: S'i' voglio sfogar lo dolore, Che a poco a poco a la morte mi mena, Convenemi parlar traendo guaj.


3) id: 46e5c51ade96480fb7ed6f419283b7e2)
Esempio: Vasar. Vit. Pitt. 10, 219: Infermandosi a morte, fece testamento.


4) id: 316344a0aff84ea2aa61465e4f582d07)
Esempio: Vespas. Vit. Uom. ill. 186: Seco medesimo pensando, dubitava assai.... della morte eterna.


5) id: 8cef758472fb422e89b068ea09d0f626)
Esempio: Baldin. Vit. Bern. 58: Figurò in dorato metallo la Morte, che entrando per essa porta alza la coltre.


6) id: e1d420f8452e4ff9a49da1f7f1fe4112)
Esempio: Gell. Vit. Alfons. volg. 10: Gli Sforzeschi, venuti in pochi anni a morte, hanno lasciato il regno a gli strani.


7) id: 65d4f7c8409546a7accfe84737845821)
Esempio: Cavalc. Vit. SS. PP. volg. 2, 123: Questo santo monaco venne a morte, e ciò udendo molti santi padri del diserto vennono a visitarlo.


8) id: 13bc1a3a18c8455c9ee9406c2f4bb472)
Esempio: Vasar. Vit. Pitt. 12, 308: Con bella invenzione e bonissimo disegno era dipinto per la Fama, o vero Onore, un giovane con bellissima attitudine, con una tromba nella man destra e con i piedi addosso al Tempo ed alla Morte.
36) Dizion. 5° Ed. .
IMMAGINARE e IMAGINARE.
Apri Voce completa

pag.113



1) id: 1d479e8dd1674224afade4460419035e)
Esempio: E Dant. Vit. nuov. 94: Ond'io, essendo alquanto riconfortato, e conosciuto il falso imaginare, risposi loro: ec.
37) Dizion. 5° Ed. .
DISFOGARE.
Apri Voce completa

pag.563



1) id: 7f43f1ded81a44238a61fc478c9348c8)
Esempio: Dant. Vit. Nuov. 66: Sì che quasi li sospiri non poteano disfogare l'angoscia che il cuore sentia.


2) id: 3740df7fa11a4cd69e1039e742eea6cb)
Esempio: E Dant. Vit. Nuov. 116: Molte volte non potendo lagrimare, nè disfogare la mia tristizia, io andava per vedere questa pietosa donna.
38) Dizion. 5° Ed. .
DIVERSO.
Apri Voce completa

pag.751



1) id: fd81cfd94f184ed8840238a4a99670c6)
Esempio: E Dant. Vit. nuov. 92: E dopo queste donne, m'apparvero certi visi diversi ed orribili a vedere.


2) id: b4b3e298bfbf459eb40a31922bc1b37d)
Esempio: Nov. ant. B. 53: Quasi noi voleano udire o ricordare, imperò che era diversa cosa a vedere.
39) Dizion. 5° Ed. .
GRATTUGIARE.
Apri Voce completa

pag.539



1) id: 43a0a01c426a4311b78618ffe4bbd8f4)
Esempio: Vit. S. Ant.: Gli tormentavano su gli eculei, gli grattugiavano sulle grattugie.